Definizione kosher

La parola ebraica kāshēr, che può essere tradotta come "adeguata", venne allo yiddish come kosher . Il concetto è accettato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) e viene utilizzato nella nostra lingua per qualificare il cibo che viene ottenuto e realizzato secondo le regole del giudaismo .

kosher

Il kosher, quindi, è appropriato secondo le idee di questa religione . Se il kosher ha ragione, ciò che non è kosher è inappropriato o inappropriato.

Gli ebrei, in questo quadro, sono nutriti secondo quanto stabilito nella Bibbia . Tra gli alimenti non kosher ci sono maiale, coniglio e frutti di mare, per esempio. D'altra parte, le specie kosher di uccelli e carne devono essere macellati in un modo specifico.

Un altro precetto kosher indica che i latticini e le carni non possono essere preparati o consumati insieme. Milioni di persone in tutto il mondo prestano attenzione a queste regole quando si tratta di mangiare.

È importante tenere presente che l' intero processo di produzione del cibo deve essere kosher . Patatine fritte (patatine fritte), per citare un caso, non sono più kosher se vengono fritti in un olio vegetale che è stato pastorizzato nella stessa attrezzatura che viene utilizzata per produrre sebo .

L' Unione ortodossa (UO) Kosher è una delle agenzie di certificazione kosher più conosciute. Ha circa 6.000 impianti in ottanta paesi dedicati al controllo di oltre 400.000 prodotti. Il consumatore, trovando il sigillo dell'UO, sa che il cibo in questione è kosher poiché rispetta i criteri dell'Ebraismo.

Raccomandato
  • definizione: stampa

    stampa

    La stampa è un concetto che si riferisce al numero di copie stampate in una determinata edizione . La nozione, detta anche come tiratura , viene utilizzata rispetto a ciò che viene stampato. Supponiamo che un editoriale decida di stampare 20.000 copie di un romanzo. L'edizione di questa edizione, quindi, sarà di 20.00
  • definizione: politica

    politica

    La politica è un'attività orientata ideologicamente al processo decisionale di un gruppo per raggiungere determinati obiettivi. Può anche essere definito come un modo per esercitare il potere con l'intenzione di risolvere o minimizzare lo scontro tra gli interessi in conflitto che si verificano all'interno di una società. L&
  • definizione: storiografia

    storiografia

    La storiografia è la disciplina centrata sull'analisi della storia . È una serie di teorie e tecniche collegate allo studio e all'interpretazione di fatti storici. Il concetto di storiografia è anche usato per denominare il gruppo formato da opere di natura storica e lo studio critico e bibliografico di testi che ruotano attorno alla storia. È
  • definizione: cambi

    cambi

    L'uso più comune del termine valuta è legato a una valuta straniera . Il suo significato, quindi, dipende dalla posizione dell'altoparlante. In Argentina , Cile e Uruguay , per citare tre casi, il dollaro è una valuta. Negli Stati Uniti , d'altra parte, non lo è, dal momento che è la sua valuta nazionale. Ciò
  • definizione: ovulazione

    ovulazione

    L'ovulazione è la maturazione di un ovulo nell'ovaio o l' espulsione di una o più ovaie dall'ovaio , sia spontaneamente che indotta . Le donne ovulano ogni una media di quattordici giorni, dopo il primo giorno delle mestruazioni . Questo periodo, tuttavia, non è esatto poiché dipende dalla durata del ciclo mestruale di ciascuna persona. È
  • definizione: ritorno

    ritorno

    Dal latino devolutĭo , il ritorno è l' azione e l'effetto del ritorno . Questo verbo fa menzione di restituire qualcosa al suo stato precedente ; ripristinare qualcosa alla persona che lo aveva prima; corrisponde ad un favore; o rifiutare un ordine o una richiesta per non rispondere a quanto previsto Ad esempio: "Dobbiamo restituire la merce difettosa il prima possibile" , "Il venditore mi ha risposto di non accettare resi" , "Se non sei soddisfatto del prodotto, chiama e organizza il tuo reso" .