Definizione matematica

Anche il latino dobbiamo partire per trovare l'origine etimologica del termine matematica, poiché emana da "matematicis". Tuttavia, questa parola deriva dal greco, da "mathema", che può essere tradotto come "studio di un soggetto".

matematica

La matematica è la scienza deduttiva che è dedicata allo studio delle proprietà delle entità astratte e delle loro relazioni . Ciò significa che la matematica funziona con numeri, simboli, figure geometriche, ecc.

Partendo dagli assiomi e seguendo il ragionamento logico, la matematica analizza strutture, grandezze e collegamenti di entità astratte. Ciò consente, una volta rilevati determinati modelli, di formulare congetture e stabilire definizioni ottenute per deduzione.

In aggiunta a quanto sopra non possiamo trascurare che ci sono due tipi importanti di matematica:
• Pura matematica, che è responsabile dello studio della quantità se considerata in astratto.
• Matematica applicata, che procede a studiare la quantità ma sempre in relazione a una serie di fenomeni fisici.

La matematica funziona con quantità (numeri) ma anche con costruzioni astratte non quantitative. Il suo scopo è pratico, poiché le astrazioni e il ragionamento logico possono essere applicati in modelli che consentono lo sviluppo di calcoli, conti e misure con correlazione fisica.

Si potrebbe dire che quasi tutte le attività umane hanno una sorta di collegamento con la matematica. Questi collegamenti possono essere evidenti, come nel caso dell'ingegneria, o essere meno ovvi, come nella medicina o nella musica .

È possibile dividere la matematica in diverse aree o campi di studio. In questo senso possiamo parlare di aritmetica (studio dei numeri), algebra (lo studio delle strutture), geometria (lo studio di segmenti e figure) e statistica (l'analisi dei dati raccolti), tra altri.

Nel corso della storia ci sono stati importanti matematici che si sono distinti per i contributi e le scoperte che hanno fatto. Nello specifico, tra i più significativi sono i seguenti:
• Pitagora (569 aC - 475 aC). Era un matematico greco, considerato il primo "puro", che fece importanti progressi in questioni come l'aritmetica o la geometria. Tuttavia, forse il suo contributo più significativo è il celebre teorema che porta il suo nome.
• Isaac Newton (1643 - 1727). Questo inglese è catalogato come un altro dei matematici più fondamentali nella storia dell'essere umano. Ciò è dovuto, tra l'altro, allo sviluppo del calcolo integrale e differenziale.
• Leonhard Euler (1707 - 1783). Questo tedesco è considerato il più importante matematico del diciottesimo secolo, mentre uno dei più prolifici finora. Ha apportato contributi significativi in ​​termini di geometria, notazione matematica, logica o matematica applicata.

Va notato che, nella vita di tutti i giorni, di solito ricorriamo alla matematica quasi inconsciamente. Quando andiamo in un negozio di alimentari e compriamo un chilo di pomodori, il venditore ci dice il prezzo e facciamo subito un calcolo di base per sapere quale biglietto pagare e quanti soldi dobbiamo ricevere.

Raccomandato
  • definizione: varietà

    varietà

    Dalle varietà latine, la varietà è la proprietà di ciò che è vario (diseguale, dissimile, dissimile, non uniforme, eterogeneo). La varietà, quindi, è il raggruppamento di elementi diversi o la dissomiglianza in una certa unità . Ad esempio: "In questo ristorante c'è un'incredibile varietà di cibo" , "Non puoi lamentarti, figliolo: hai una vasta gamma di giochi tra cui scegliere" , "La nostra azienda cerca di offrire la più ampia varietà di opzioni sul mercato" , " Questo negozio vende bei vestiti, ma non ha varietà . " La va
  • definizione: ascendenza

    ascendenza

    La parola araba classica kunyah derivava, in arabo ispanico, da alkúnya . L'evoluzione etimologica del concetto continuò nel nostro linguaggio e così sorse il concetto di lignaggio , che si riferisce al lignaggio, alla prosapia, al lignaggio o alla discendenza di una persona . La nozione è utilizzata soprattutto rispetto ai soggetti appartenenti alla nobiltà o alle famiglie più ricche e tradizionali di una regione . In q
  • definizione: violenza di genere

    violenza di genere

    La violenza è quel comportamento che viene effettuato consapevolmente e deliberatamente per generare un qualche tipo di danno alla vittima. Originario del latino violento , la violenza può cercare di nuocere fisicamente o emotivamente. Il genere , d'altra parte, è un concetto con diversi usi. In questa occasione siamo interessati a mettere in evidenza il suo significato come il gruppo di esseri che condividono determinate caratteristiche. L
  • definizione: cittadino comune

    cittadino comune

    Il Plebeian , che deriva da plebeius (una parola latina), è un aggettivo che si applica a quello o quello che appartiene alla gente comune . La plebe, d'altra parte, è la classe sociale che occupa la zona inferiore nella piramide della società . Il termine era frequente nell'antichità, quando le classi sociali erano ben differenziate e la mobilità tra loro era impossibile. A q
  • definizione: WWW

    WWW

    WWW sono le iniziali che identificano l'espressione inglese World Wide Web , il sistema di documenti ipertestuali collegati tra loro e accessibili tramite Internet . Attraverso un software noto come browser , gli utenti possono visualizzare vari siti Web (che contengono testo, immagini, video e altri contenuti multimediali) e navigare attraverso di essi attraverso collegamenti ipertestuali
  • definizione: orientamento educativo

    orientamento educativo

    L'orientamento educativo è un insieme di attività rivolte a studenti , genitori e insegnanti , allo scopo di contribuire allo sviluppo dei loro compiti nell'ambito specifico delle scuole. Secondo un'altra definizione, l'orientamento scolastico è la disciplina che studia e promuove le capacità pedagogiche, psicologiche e socioeconomiche dell'essere umano , allo scopo di collegare il loro sviluppo personale allo sviluppo sociale del paese. In