Definizione draga

Il verbo dragar si riferisce all'uso di una draga per pulire e approfondire un fiume, un lago, un canale o un altro specchio d'acqua. La draga, d'altra parte, è la macchina che consente di sviluppare questo compito quando si estraggono rocce, sabbia e altri materiali e sedimenti.

draga

Durante il dragaggio, è possibile aumentare la profondità di un corso d'acqua . In questo modo, la navigazione è facilitata, permettendo alle grandi navi di muoversi senza il rischio di incagliarsi. Ecco perché questi compiti sono necessari nei porti : se si intende ricevere crociere di dimensioni enormi, ad esempio, è probabile che sia necessario il dragaggio.

Il dragaggio, d'altra parte, garantisce una maggiore capacità di trasferire acqua sulla strada in questione. Ciò minimizza la possibilità di allagamenti nelle aree circostanti.

Esistono diversi tipi di draghe in base alle caratteristiche del terreno da dragare. Alcune di queste macchine sono installate a terra, mentre altre operano da barche .

Ciò che viene fatto durante il dragaggio è scavare un materiale che viene immerso, estraendolo e portandolo in superficie. Questa azione si traduce in un aumento della profondità del corpo idrico e una diminuzione del suo livello.

Tra le draghe meccaniche , draghe escavatori, draghe pala caricatrici frontali , draghe tramoggia continuo e draghe benna appaiono . Nel gruppo di draghe aspiranti, invece, possiamo trovare le draghe aspiranti in movimento, le draghe aspiranti stazionarie e le draghe cutter .

Raccomandato
  • definizione: estroverso

    estroverso

    Extrovert è un aggettivo che permette di riferirsi alla persona che viene data all'extraversion (il movimento della mente che esce da se stesso attraverso i sensi). Un estroverso ha la tendenza a socializzare facilmente ed eccellere nelle riunioni, per cercare di essere al centro dell'attenzione.
  • definizione: occhio

    occhio

    La parola latina ocŭlus deriva negli occhi , il concetto che nomina l' organo che consente la visione negli animali e nell'essere umano . Il termine, comunque, ha altri significati. Come un organo, l'occhio può rilevare la luminosità e convertire le sue variazioni in un impulso nervoso interpretato dal cervello. A
  • definizione: preistoria

    preistoria

    La preistoria è il periodo della vita umana prima dei documenti scritti . Questo periodo è noto per vestigia come strumenti, costruzioni, pitture rupestri o ossa. Il termine è anche usato per nominare lo studio di quel periodo e il lavoro che si occupa del tempo. La preistoria , quindi, va dall'apparizione del primo essere umano all'invenzione della scrittura (attorno al 3000 aC). I
  • definizione: formazione

    formazione

    In latino è dove possiamo chiarire che si trova l'origine etimologica del termine addestramento. In particolare, questo è il risultato della somma di tre componenti latini come l' annuncio prefisso - che può essere tradotto come "verso", la parola destrezza che è sinonimo di "destra" e infine il suffisso uguale a "risultato di un'azione" ". La
  • definizione: fieno

    fieno

    Il termine fieno deriva dalla parola latina fenum . Il concetto si riferisce a una pianta che fa parte del gruppo di erbe , caratterizzato da sottili canne e foglie strette. Quando è incluso nel gruppo di erbe, il fieno è anche una pianta di angiosperma monocotiledone . Ciò significa che i loro carpelli formano un'ovaia che contiene gli ovuli e che il loro embrione ha un singolo cotiledone (prima foglia). I
  • definizione: beffa

    beffa

    Il termine inglese hoax non fa parte del dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), sebbene il suo utilizzo sia frequente nella nostra lingua. La Fondazione dello Spagnolo Urgente - Fundéu BBVA suggerisce comunque di sostituirlo con bufala , inganno o infedeltà . Una bufala, in breve, è una notizia falsa che viene diffusa per qualche scopo. È