Definizione arbitro

Collegiato è il corpo o il corpo costituito in un collegio . Questo termine, a sua volta, ha la sua origine nel verbo colligere ( "riunire" ). Tra i diversi significati della scuola, vale la pena ricordare che potrebbe essere una società di persone che condividono un mestiere o una professione.

Colegiado

Ad esempio: "I giudici collegiali della città hanno scelto un nuovo rappresentante", "L'organo collegiale agirà secondo le indicazioni del governo", "L'assemblea collegiale pubblicherà un rapporto nelle prossime settimane per suggerire i passi da seguire" .

La nozione di collegiale è anche usata per nominare l' arbitro di uno sport o di un gioco che fa parte di una scuola ufficialmente riconosciuta: "Juan David Sánchez sarà il collegiato del prossimo classico", "Non è ancora noto chi sarà l'arbitro incaricato di per amministrare la giustizia in finale ", " I simpatizzanti hanno cercato di attaccare l'arbitro, che doveva essere scortato dalla polizia " .

L'arbitro o l'arbitro, quindi, è il giudice che è responsabile dell'applicazione delle regole di un gioco. Oltre a garantire il rispetto delle regole, il collegio è autorizzato a sanzionare i partecipanti che commettono errori nei regolamenti.

I colleghi devono anche essere responsabili della tempistica della durata delle partite negli sport che lo richiedono (come il calcio). In base ai loro criteri, possono aggiungere tempo extra quando molti minuti di gioco sono andati persi.

Va notato che ogni volta che i membri hanno più aiuto tecnologico per svolgere il proprio lavoro, come replay o palloncini istantanei con sensori.

Corpo collegiale

Colegiado L' organo collegiale è l'istituzione costituita da un gruppo di persone fisiche o che rappresentano entità della società civile, istituzioni pubbliche o intermedie per deliberare, coordinare e adottare decisioni che rendano più solide le politiche pubbliche di sviluppo e crescita istituzionale.

Poiché appartiene a un'entità di pubblica amministrazione, è considerato uno strumento legale collettivo e il suo obiettivo è quello di prendere decisioni democratiche, all'unanimità o alla maggioranza, in relazione a un argomento di interesse pubblico.

Tra gli organi collegiali più comuni ci sono i seguenti: i consigli universitari e i consigli comunali; le commissioni permanenti, i consulenti, quelli speciali e quelli di procedura amministrativa; i comitati per gli appalti, tra gli altri organi di linea o natura operativa.

A capo di ogni collegio è il suo presidente, che deve assicurare che le deliberazioni siano regolate, così come l'esecuzione degli accordi. Ha l'aiuto di un segretario, che è responsabile della preparazione, del trasporto e dell'aggiornamento dell'ordine del giorno, e della registrazione dei verbali delle sessioni, che devono essere letti all'inizio delle sessioni: se sono approvati, allora è il Segretario che deve certificare gli accordi con una formulazione corretta in modo che la sessione plenaria dia la sua autorizzazione e possa procedere all'esecuzione delle decisioni.

I minuti della sessione sono di vitale importanza, poiché registra gli eventi e i commenti che si verificano durante ogni sessione; Vale la pena ricordare che la precisione con cui è realizzato è essenziale per trasmettere correttamente gli accordi, le proposte e i voti dei partecipanti, motivo per cui esiste una struttura da seguire. Da questo documento derivano risoluzioni che danno origine a atti governativi e amministrativi.

Infine, ogni persona è coperta dalla legge per richiedere copie di verbali e risoluzioni, nonché fotografie e registrazioni delle sessioni, facendo uso del loro diritto di richiedere e ottenere informazioni di pubblico interesse. L'ostruzione dell'accesso a questo tipo di dati da parte di un pubblico ufficiale nei confronti di un cittadino è un reato punibile e deve essere segnalato.

Raccomandato
  • definizione: dispositivi di input

    dispositivi di input

    Una voce è, nel campo della tecnologia dell'informazione , una serie di dati che viene ricevuta da un determinato sistema per un'ulteriore elaborazione. Questo concetto appare sempre collegato all'output , che implica la presentazione delle informazioni in modo che l'utente ne faccia uso secondo necessità.
  • definizione: diva

    diva

    L' idea della diva , derivata dal latino divus , è spesso usata per descrivere una figura dello spettacolo che è molto famosa . Queste sono grandi star che si distinguono dal resto per la loro popolarità e / o talento. Ad esempio: "La diva di Hollywood ha speso dieci milioni di dollari per ristrutturare la sua villa" , "Solo una diva come lei può riempire cinque stadi cantando vecchie canzoni" , "La diva televisiva ha sorpreso di partecipare all'evento senza trucco" . L&
  • definizione: variabile continua

    variabile continua

    Una variabile è chiamata un simbolo che agisce su proposizioni, formule, funzioni e algoritmi di statistica e matematica e ha la particolarità di poter adottare valori diversi . In base alle sue caratteristiche, è possibile parlare di diversi tipi di variabili, come variabili quantitative , variabili qualitative , variabili indipendenti , variabili dipendenti e variabili casuali . I
  • definizione: partito politico

    partito politico

    La politica comprende tutte quelle attività che sono orientate ideologicamente al processo decisionale per raggiungere gli obiettivi . Il termine è anche usato per nominare l'esercizio del potere per la risoluzione dei conflitti. L'idea di una festa , d'altra parte, ha più significati. U
  • definizione: zar

    zar

    Dallo zar russo e originario di Cesare latino (di Giulio Cesare ), lo zar è il titolo dato all'imperatore di Russia e al sovrano di Bulgaria e Serbia . La sua forma femminile è Tsarina . È importante sottolineare che questo titolo nobiliare non suppone un rango imperiale, ma che è equivalente alla voce slava krol ( "re" ). Ol
  • definizione: influenza

    influenza

    L'influenza è l' azione e l'effetto di influenzare . Questo verbo si riferisce agli effetti che una cosa produce su un'altra (ad esempio, il vento sull'acqua) o al predominio esercitato da una persona ( "Juan ha una grande influenza sulle decisioni del fratello minore" ).