Definizione gergo

Il gergo è un linguaggio particolare e familiare usato dai membri di un certo gruppo sociale. Questo tipo di dialetto può essere difficile da capire per coloro che non fanno parte della comunità di cui sopra.

argot

Il gergo è solitamente nato per nascondere il significato delle parole. Questo è il caso, per esempio, del gergo carcerario, usato dai prigionieri per impedire che la loro conservazione venga catturata dalle autorità. Questo motivo fa sì che i termini utilizzati nel gergo siano temporanei : una volta adottati e il loro uso viene massificato, non vengono più utilizzati.

Ci sono gerghi che sorgono a causa di problemi geografici e che, nel tempo, possono diventare parte di un dialetto regionale. Non vi è alcuna intenzione, in questo caso, di nascondere il significato delle parole, ma piuttosto derivano dal senso di appartenenza e dall'intenzione di differenziarsi dagli altri gruppi .

In particolare possiamo stabilire che i gerghi possono essere classificati in due grandi gruppi: sociale e professionale.

I social, come suggerisce il nome, sono quelli che possono essere creati da persone diverse con due obiettivi diversi: differenziarsi dal resto o evitare di essere capiti dagli altri. Così, per nome, in questa categoria potremmo stabilire il gergo usato dalle tribù urbane o dai gruppi di adolescenti, per esempio.

In questo senso dobbiamo anche sottolineare che è normale confondere in quell'area qual è il termine gergo con gergo. In questo caso, le differenze tra i due concetti non sono perfettamente determinate e possono essere utilizzate in modo intercambiabile.

I gerghi professionali, d'altra parte, sono sviluppati per nominare con precisione determinate procedure o strumenti. Data l'importanza di comprendere questi termini per lo sviluppo di una professione, ci sono dizionari su questi gerghi.

La nozione di gergo è spesso usata come sinonimo di gergo, che è un gergo sociale che di solito è associato a espressioni volgari. In Argentina e Uruguay, è noto come lunfardo per il gergo che ha contribuito con numerose parole ai testi dei tanghi e di altri generi popolari.

"Questo ragazzo è un tormentatore, che gioca a bacan ma viaggia sempre a bondi" è un esempio di lunfardo argentino che significherebbe qualcosa come "Questo ragazzo è un bugiardo, dice che ha molti soldi ma viaggia sempre in autobus (autobus) ) " .

Un termine che deriva dal gergo è quello del gergo, che viene usato per definire tutto quel linguaggio che è difficile da capire.

Tuttavia, oltre a quanto sopra, non possiamo ignorare il fatto che il gergo sia anche un termine usato con altri significati. Quindi, con questa parola è definito un materasso che è fatto con paglia o erba.

Allo stesso modo, è anche usato per riferirsi a un tipo di tessuto identificato come molto spesso e ruvido.

E tutto questo senza dimenticare l'espressione "lascia in gergo". È una frase verbale colloquiale che viene utilizzata per chiarire che qualcosa è solo iniziato e, quindi, non è stato finalizzato.

Raccomandato
  • definizione: stampa

    stampa

    La stampa è un concetto che si riferisce al numero di copie stampate in una determinata edizione . La nozione, detta anche come tiratura , viene utilizzata rispetto a ciò che viene stampato. Supponiamo che un editoriale decida di stampare 20.000 copie di un romanzo. L'edizione di questa edizione, quindi, sarà di 20.00
  • definizione: politica

    politica

    La politica è un'attività orientata ideologicamente al processo decisionale di un gruppo per raggiungere determinati obiettivi. Può anche essere definito come un modo per esercitare il potere con l'intenzione di risolvere o minimizzare lo scontro tra gli interessi in conflitto che si verificano all'interno di una società. L&
  • definizione: storiografia

    storiografia

    La storiografia è la disciplina centrata sull'analisi della storia . È una serie di teorie e tecniche collegate allo studio e all'interpretazione di fatti storici. Il concetto di storiografia è anche usato per denominare il gruppo formato da opere di natura storica e lo studio critico e bibliografico di testi che ruotano attorno alla storia. È
  • definizione: cambi

    cambi

    L'uso più comune del termine valuta è legato a una valuta straniera . Il suo significato, quindi, dipende dalla posizione dell'altoparlante. In Argentina , Cile e Uruguay , per citare tre casi, il dollaro è una valuta. Negli Stati Uniti , d'altra parte, non lo è, dal momento che è la sua valuta nazionale. Ciò
  • definizione: ovulazione

    ovulazione

    L'ovulazione è la maturazione di un ovulo nell'ovaio o l' espulsione di una o più ovaie dall'ovaio , sia spontaneamente che indotta . Le donne ovulano ogni una media di quattordici giorni, dopo il primo giorno delle mestruazioni . Questo periodo, tuttavia, non è esatto poiché dipende dalla durata del ciclo mestruale di ciascuna persona. È
  • definizione: ritorno

    ritorno

    Dal latino devolutĭo , il ritorno è l' azione e l'effetto del ritorno . Questo verbo fa menzione di restituire qualcosa al suo stato precedente ; ripristinare qualcosa alla persona che lo aveva prima; corrisponde ad un favore; o rifiutare un ordine o una richiesta per non rispondere a quanto previsto Ad esempio: "Dobbiamo restituire la merce difettosa il prima possibile" , "Il venditore mi ha risposto di non accettare resi" , "Se non sei soddisfatto del prodotto, chiama e organizza il tuo reso" .