Definizione limite

Il primo passo necessario per scoprire il significato del termine che ora ci occupa è scommettere sulla determinazione dell'origine etimologica di esso. Quindi, possiamo determinare che questo si trova in latino, e più esattamente nella parola limes, genitive of limitis, che può essere tradotto come "border o border".

limite

Un limite è una divisione, sia fisica che simbolica, che segna una separazione tra due territori o nazioni. Ad esempio: "Le autorità sono furiose perché affermano che il paese vicino ha violato il limite territoriale", "Vedi quegli alberi? Sono il limite della nostra proprietà, quindi non puoi giocare più a palla ", " L'equatore è una linea immaginaria che divide il pianeta a metà " .

I confini territoriali, quindi, sono limiti che segnano la divisione di due regioni. Tipicamente, la nozione di confine si riferisce a qualcosa di concreto (un muro, una recinzione, ecc.), Mentre il limite può essere una caratteristica geografica o qualcosa di piuttosto simbolico.

Il limite è anche l' estremo che può essere raggiunto dallo spirituale o dal caporale, o da quello che raggiunge un certo tempo : "Ho vissuto una situazione limite a causa dell'inerzia della polizia", "Il limite per la consegna delle opere è il prossimo Mercoledì ", " Non posso continuare a camminare, ho raggiunto il limite delle mie forze " .

Allo stesso modo non possiamo ignorare un'espressione che viene usata molto a livello colloquiale. Si tratta di "il limite". Con lei, ciò che vuole esprimere è che, per esempio, una persona si trova in una situazione molto complicata che sta per condurre a una tragedia autentica. Quindi una frase che può esemplificare questo significato è la seguente: "Almudena è al limite della sua forza, non può sopportare e pressione".

Un limite, d'altra parte, può essere una restrizione o una limitazione . Puoi parlare di un limite legale, sociale o altro. Per la psicologia, un limite è una repressione che non è sempre negativa ( "Devi porre dei limiti a questo bambino" ).

Oltre a quanto sopra, dobbiamo sottolineare che nel cinema in molti casi il termine è stato usato per dare titolo a produzioni di vario genere. Così, per esempio, troviamo il film "Al límite", che nel 1999 è stato presentato da Martin Scorsese.

Nicolas Cage e Patricia Arquette sono i protagonisti di questo lavoro in cui viene contato come un impiegato dei servizi di pronto soccorso in ambulanza è molto stressato dal suo lavoro e inizia a soffrire di allucinazioni in cui appare tutte quelle persone che non sono È stato in grado di salvargli la vita.

Né dovremmo dimenticare un altro film che condivide lo stesso titolo del precedente, ma che ha raggiunto il grande schermo nel 2010 per mano del regista Martin Campbell. La trama ruota attorno all'omicidio della figlia di un poliziotto, interpretato da Mel Gibson.

Nel campo della matematica, infine, un limite è una grandezza fissa a cui si avvicinano progressivamente i termini che formano una sequenza infinita di grandezze. In questo modo possiamo parlare del limite di una funzione, del limite di una sequenza, ecc.

Raccomandato
  • definizione: diritto

    diritto

    La parola latina inversus derivava dagli invenuti francesi, che arrivavano alla nostra lingua come un dritto . Questo termine è usato soprattutto con riferimento a medaglie, gettoni e monete per nominare la faccia o il lato più rilevanti per il disegno che portano . Il dritto è solitamente il volto che esibisce il volto di una personalità, un monumento storico, la rappresentazione di un evento trascendentale o un'allegoria . Il
  • definizione: tatuaggio

    tatuaggio

    Il tatuaggio ha la sua origine etimologica nella parola francese tatouage . Il concetto si riferisce all'atto e al risultato del tatuaggio : lasciando inciso un disegno o un segno sulla pelle attraverso l'uso di determinati aghi o punzoni con inchiostro. Ad esempio: "Quando ero un bambino volevo tatuarmi un braccio, ma non mi sono mai sentito così" , "Juan ha un tatuaggio da Superman sul petto" , "Il criminale è stato riconosciuto dai tatuaggi sul suo volto" .
  • definizione: probabile

    probabile

    Verosimil è ciò che ha l' aspetto del vero , che è credibile per l'osservatore. Ciò non implica che sia una situazione reale, ma che sia trasmessa in un contesto specifico, rispettando una serie di regole e mantenendo un livello accettabile di coerenza tra i diversi elementi che la costituiscono. Ad
  • definizione: punto e seguito

    punto e seguito

    Tra i molteplici significati del termine punto , appare il suo uso come segno di scrittura. In questo caso, i punti sono essenziali per sviluppare il punteggio di un testo. I punti permettono di indicare la fine di una dichiarazione o di fare un'abbreviazione . In alcune nazioni, vengono anche usati per distinguere tra l'intera parte e gli elementi frazionari di un numero (nello stesso modo in cui, in altri paesi , viene utilizzata la virgola )
  • definizione: inattivo

    inattivo

    L' aggettivo inattivo è usato per descrivere quello o quello che manca di attività . L'idea di attività, a sua volta, allude al movimento o all'azione. Ad esempio: "A causa del grave infortunio che ha dovuto subire questa mattina, il giocatore argentino sarebbe inattivo per quattro mesi" , "L'ufficio governativo ha riferito che, a causa di attività di manutenzione dei suoi server, il suo sito web rimarrà inattivo fino a quando Martedì prossimo " , " La società era inattiva da diversi anni fino all'arrivo di un gruppo di investimento e la sua messa in
  • definizione: principale

    principale

    Il principale , con origine nella parola latina principālis , è quello o che gode del primo posto per importanza o stima . La cosa principale, quindi, viene prima ed è preferibile ad altre opzioni. Ad esempio: "La cosa principale in questo momento è pagare il debito per evitare l'asta" , "La mia preoccupazione principale è la salute, il resto è secondario" , "Marcelo López è il candidato principale per avere successo con l'allenatore licenziato" . A caus