Definizione gesto

Ademán è un concetto con un'origine etimologica molto interessante. Il termine deriva da una parola araba classica che si riferiva a una garanzia di tipo legale . Quando una persona ha cercato di sostituire la garanzia, ha fatto appello a promesse o giuramenti accompagnati da gesti pomposi . In questo modo, il senso del gesto stava cambiando fino a quando non era associato ai movimenti che un individuo compie per trasmettere un messaggio o dare qualcosa da capire .

gesto

Ad esempio: "Il vecchio ha fatto un gesto con la mano per dire al giovane di non continuare a parlare", "Nello stadio nessuno ha capito il gesto fatto dal calciatore dopo aver segnato l'obiettivo", "Un cane deve imparare a interpretare i gesti del suo maestro . "

Prendi il caso di una persona che vuole prendere un taxi . Per questo, ti fermerai ai bordi del marciapiede per aspettare che uno di questi veicoli si avvicini. Quando rilevi che un taxi sta arrivando, devi fare un gesto con la mano per dire al conducente di fermarsi mentre vuoi salire. Il gesto di solito consiste nell'estendere il braccio con una mano aperta.

In questo contesto, possiamo anche usare la parola " segno" per riferirsi a un gesto con il quale una persona intende implicare qualcosa in particolare, di solito fatto con una o entrambe le mani. È importante chiarire che in ogni paese di lingua spagnola ci sono usi diversi per questi e altri termini, come il gesto, che di solito parla di una posizione caratteristica delle sopracciglia e delle labbra, tra le altre parti del viso, sebbene possa anche descrivere un'azione con le mani o le gambe.

gesto I gesti non sono universali, ma sono inevitabilmente connessi a una cultura; per questo motivo, quando viaggiamo in un paese straniero, dobbiamo evitare di comunicare attraverso questo linguaggio, fino ad apprendere i gesti locali e il significato che il nostro ha. Ci sono un sacco di storie di situazioni imbarazzanti in cui un turista fa un gesto che nella sua città natale denota gratitudine o gioia, ma che per la gente del posto ha una connotazione scortese o oscena.

Quando viene usato al plurale, il termine "gesto" serve a riferirsi ai modi di una persona, cioè a tutte quelle azioni che usa per farsi conoscere e distinguere da coloro che lo circondano, dimostrando il suo livello di istruzione . In questo modo, proprio come possiamo parlare delle buone o cattive maniere di qualcuno, è anche possibile descrivere i loro gesti come maleducati o poco maneggevoli, per esempio. È importante chiarire, in ogni caso, che questo uso non è molto comune nel linguaggio di tutti i giorni, ma si trova soprattutto nella lingua scritta.

Un gesto, d'altra parte, può essere una postura del corpo o un'azione che riflette uno stato d'animo, un'emozione o un'intenzione . Supponiamo che un poliziotto intercetti un uomo che camminava in modo sospetto, con la faccia coperta. Quest'uomo prima si ferma alla chiamata dell'agente ma, mentre il poliziotto gli fa alcune domande, fa un gesto di fuga, girando bruscamente il corpo. Poi il poliziotto decide di fermarlo e immobilizzarlo per impedirgli di fuggire.

Come si può vedere nell'esempio precedente, questo uso del gesto serve a descrivere un'azione che non si materializza: l'uomo sospetto cerca di fuggire, ma l'ufficiale di polizia lo ferma in tempo, impedendogli di realizzare il suo obiettivo . Non troviamo spesso il termine gesto con questo significato nel linguaggio quotidiano; per esprimere questo tipo di situazioni, è più frequente ricorrere al verbo dire: "l'uomo è riuscito a fuggire, ma la polizia lo ha catturato prima che potesse iniziare a correre" .

Raccomandato
  • definizione popolare: codice penale

    codice penale

    Nel campo del diritto è definito come un gruppo di regole giuridiche sistematiche che servono a regolare, unitariamente, un particolare problema. Questa definizione consente la raccolta sistematica di varie leggi e l'insieme di norme legate a un determinato argomento da conoscere come codice. Il codice civile , per citare un'espressione concreta, descrive il gruppo ordinato, sistematizzato e unitario di regole di diritto privato che regolano i rapporti civili di persone fisiche e giuridiche, sia private che pubbliche (purché le persone agiscano come individui) .
  • definizione popolare: apogeo

    apogeo

    L'etimologia apogeo si riferisce alla parola latina apogum , che deriva dall'apogeo greco. Il concetto è usato per nominare il momento più eccezionale o eccezionale di un processo . Ad esempio: "L'apogeo della musica elettronica si è svolto negli anni '90" , "Siamo ancora lontani dal raggiungere il culmine dell'energia eolica: dobbiamo investire denaro e conoscenza nel suo sviluppo " , "Penso che l'apogeo sia passato nella carriera di questo giocatore . &
  • definizione popolare: canguro

    canguro

    Un termine di origine australiana derivato dall'inglese canguro , che venne nella nostra lingua come canguro . Un canguro è un animale e un mammifero erbivoro che fa parte del set di marsupiali : quelle specie che incubano i loro piccoli in una borsa ventrale dove si trovano i seni. I canguri sono originari dell'Oceania e possono vivere circa diciotto anni.
  • definizione popolare: embargo

    embargo

    Imbarricare. Questa è la parola latina che ha dato origine alla sua evoluzione al termine embargo che ora ci occupa. È una parola formata dal prefisso - in e dal nucleo del barricare che può essere tradotto come "prevenire". Con questa unione possiamo determinare, quindi, che il concetto che stiamo analizzando letteralmente significa "barricata intensa". L
  • definizione popolare: equilibrio

    equilibrio

    Dalla parola latina solĭdus , il termine equilibrio è stato originato nella nostra lingua, che può essere definita come il risultato ottenuto dopo aver creato un account o aver analizzato un problema che è terminato. Per esempio: "Penso che il bilancio del torneo sia positivo: abbiamo vinto cinque partite, abbiamo legato due e ne abbiamo perso solo una" , "Il bilancio del primo trimestre è incoraggiante" , "L'operazione di polizia è partita mentre sette persone erano in arresto" . Nel
  • definizione popolare: lobo

    lobo

    Il termine lobo deriva dal lobulus scientifico latino. Il primo significato menzionato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario si riferisce ai settori che si distinguono al limite di alcuni elementi. Il lobo dell'orecchio , per esempio, è il frammento non cartilagineo che si trova nella zona inferiore.