Definizione colpo

Colpo è l' azione e l'effetto del colpire, un verbo che può riferirsi a un impatto fisico o simbolico. Ad esempio: "Il pilota ha subito un duro colpo alla testa e ha dovuto essere ricoverato in ospedale", "La morte di suo padre è stato un duro colpo per il cantante, che ha deciso di sospendere il tour mondiale . "

L'obiettivo di un colpo di stato è, attraverso un'azione violenta da parte di forze militari o gruppi paramilitari, prendere il potere e assumere il controllo del governo di uno stato .

È una misura seria che ha gravi conseguenze sulla società. Dalla mobilitazione di armi per raggiungere questo scopo, si scatena una rivolta che mette a confronto gruppi armati di diverse posizioni ideologiche senza leggi che li fermano e li porta a commettere danni spregevoli: omicidi, rapimenti, privazione di tutte le libertà, ecc. ...

Un colpo di stato è una chiara violazione della legalità istituzionale in vigore in un territorio nelle mani di pochi, che ritengono di poter svolgere meglio il compito di governare rispetto alle istituzioni che attualmente lo fanno.

Per essere attuato, è necessario che ci sia un gruppo armato contrario alle opinioni e alle decisioni prese dal governo e che sia organizzato in modo che, con la forza, possa essere sostituito da un altro che ritiene più appropriato. In generale, coloro che svolgono questi atti di solito hanno il controllo sugli elementi strategici delle forze armate e usano i media, la censura, la violenza e l'estorsione per diffondere le loro idee e ottenere un elevato numero di sostenitori.

Nel corso del tempo, i paesi hanno cercato di trovare nuovi modi per comprendere la politica e l' organizzazione nazionale e le loro decisioni hanno portato a tentativi di cambiare i governi in modi più pacifici.Il referendum è uno dei più usati e più efficienti. In questo modo si chiamano elezioni competitive dove le persone scelgono quel governo che meglio rappresenta gli interessi della maggioranza.

Raccomandato
  • definizione popolare: demenza

    demenza

    Questo termine deriva da una parola latina correlata a disturbi emotivi; Serve a riferirsi a un disordine nelle funzioni razionali e comunicative. Il suo uso più comune è nel campo della salute psichica ed è usato per parlare di un disallineamento della ragione , che è colloquialmente noto come follia . Ne
  • definizione popolare: Kaffir

    Kaffir

    Per conoscere il significato del termine kafre che ora ci occupa, è necessario, in primo luogo, scoprire la sua origine etimologica. In questo caso possiamo determinare che è una parola che deriva dall'arabo. Deriva esattamente dalla parola "kafir", che può essere tradotto come "pagano". I
  • definizione popolare: quadro teatrale

    quadro teatrale

    La nozione di immagine teatrale è usata con riferimento alle parti brevi in cui un'opera può essere divisa. Il concetto teatrale di solito si riferisce a quelle scene che si svolgono senza cambiare l'insieme; la sua fine è caratterizzata dal fatto che lo stadio è vuoto per un momento e perché indica che il corso dell'azione viene interrotto, temporaneamente o nello spazio. Le
  • definizione popolare: valutazione

    valutazione

    Il concetto di valutazione si riferisce all'azione e alla conseguenza della valutazione , un verbo la cui etimologia risale al francese évalore e che consente di indicare, valutare, stabilire, apprezzare o calcolare l'importanza di una certa cosa o problema . Secondo quanto espresso dal Maccario , è un atto in cui un giudizio deve essere fatto intorno a un insieme di informazioni e una decisione deve essere presa in base ai risultati presentati da uno studente.
  • definizione popolare: molestia

    molestia

    Quando una persona molesta , perseguita o infastidisce un altro, sta subendo qualche tipo di molestia . Il verbo harass si riferisce ad un'azione o comportamento che comporta la generazione di disagio o disaccordo nell'altro. Ad esempio: "Non tollererò molestie: domani presenterò le mie dimissioni" , "Il cantante è uscito dalla porta di servizio per evitare le molestie nei confronti dei giornalisti" , "Le molestie nei confronti dei vicini sono molto fastidiose" . L
  • definizione popolare: scherzo

    scherzo

    Uno scherzo è un detto o un avvenimento divertente . Può essere un'espressione spontanea o un breve detto o una storia che contiene qualcosa che genera risate nei suoi destinatari. Lo scherzo può essere orale, scritto o grafico. Ad esempio: "Il nonno mi ha detto uno scherzo molto divertente" , "Mi prendono sempre in giro perché non capisco le battute" , "Raúl è divertito dalle battute verdi" . L