Definizione angoli consecutivi

Conoscere l'origine etimologica delle due parole che danno forma al termine angoli consecutivi è ciò che faremo ora. In tal caso, questo è ciò che devi sapere:
-Angolo deriva dalla parola greca "ankulos", che significava "distorto", e ciò avveniva in latino con il significato attuale di angolo attraverso "angulus".
-Consecutivo, d'altra parte, viene dal latino. Derivato esattamente da "consecutivus", che può essere tradotto come "quello che segue senza interruzioni". È formato dalla somma di tre elementi chiaramente differenziati: il prefisso "con-", che può essere tradotto come "insieme"; la forma verbale "sequi", che può essere tradotta come "segui", e infine il suffisso "-tivo". Questo è usato per indicare una relazione passiva o attiva.

Angoli consecutivi

Un angolo è una figura della geometria che è formata da due raggi che condividono il vertice di origine. Consecutivo, d'altra parte, è un aggettivo che si riferisce a ciò che segue immediatamente una cosa.

Gli angoli consecutivi, chiamati anche angoli contigui, sono angoli che hanno un lato in comune e lo stesso vertice . Questi angoli, quindi, condividono un lato e un vertice e si trovano l'uno accanto all'altro.

La somma degli angoli consecutivi diventa uguale all'angolo formato da quali sono i lati non comuni degli angoli.

Va notato che gli angoli consecutivi sono anche angoli adiacenti : la definizione di angoli adiacenti allude ad un lato e il vertice condiviso, ma aggiunge anche che gli altri due lati devono essere raggi opposti.

È determinato esattamente che gli angoli adiacenti sono angoli complementari e consecutivi.

Gli angoli coniugati, d'altra parte, sono angoli consecutivi. La teoria ci dice che gli angoli coniugati hanno i loro lati e vertici di origine in comune, come quelli consecutivi, e aggiungono fino a 360º (un angolo perigonale ).

Possiamo trovare angoli consecutivi in ​​alcuni casi di angoli complementari . Ricorda che gli angoli complementari si sommano fino a 90 ° . Quando questi due angoli complementari sono consecutivi, i lati che non hanno in comune formano l'angolo giusto in questione.

Gli angoli supplementari, la cui particolarità è che aggiungono fino a 180º (un angolo piatto), possono anche essere angoli consecutivi quando il loro vertice e uno dei loro lati sono condivisi.

Si deve considerare che ogni angolo consecutivo di un altro può essere un angolo acuto (misura più di e meno di 90º ), un angolo retto ( 90º ) o un angolo ottuso (più di 90º e meno di 180º ).

Oltre a questi tipi di angoli con cui abbiamo a che fare ce ne sono molti altri ugualmente importanti nell'ambito della matematica come gli angoli opposti. Questi sono quelli che sono caratterizzati perché hanno un vertice in comune e i lati di uno diventano quello che è il prolungamento degli altri.
Allo stesso modo, non possiamo ignorare che ci sono casi di angoli convessi, angoli concavi e persino angoli piatti che sono considerati angoli consecutivi.

Raccomandato
  • definizione: psicopedagogia

    psicopedagogia

    La psicopedagogia è la branca della psicologia che è responsabile dei fenomeni psicologici per raggiungere una formulazione più appropriata dei metodi di insegnamento e pedagogici. È responsabile dei fondamenti della materia e dell'oggetto della conoscenza e della loro interrelazione con la lingua e l'influenza socio-storica, nel contesto dei processi quotidiani di apprendimento . In
  • definizione: preesistente

    preesistente

    Preesistente è l' aggettivo usato per qualificare ciò che esiste prima . Il verbo preesistente, d'altra parte, si riferisce a ciò che esiste prima di qualcosa. Ad esempio: "Gli investigatori cercano di determinare se esistesse un crimine preesistente" , "Per costruire il nuovo museo, la costruzione preesistente è stata demolita" , "Non intendiamo fare una rivoluzione: vogliamo migliorare il processo preesistente" . Il
  • definizione: diligenza

    diligenza

    In latino è dove troviamo l'origine etimologica della parola diligenza. In particolare, è il risultato dei seguenti elementi di quella lingua: • Il prefisso "di-", che indica la separazione. • Il verbo "legere", che può essere tradotto come "separato o scelto". • Il
  • definizione: punti collineari

    punti collineari

    Il punto è una nozione che può riferirsi a diverse questioni: un segno, un cerchio, un luogo, un argomento o un'unità di punteggio sono punti. Collinear , d'altra parte, è usato per descrivere due o più elementi che sono nella stessa linea . La nozione di punti collineari appare in geometria per riferirsi ai punti che si trovano sulla stessa linea . Per
  • definizione: gorilla

    gorilla

    Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), la radice etimologica del gorilla si trova nella parola greca Gorillai , che si traduce come "tribù di donne pelose" . Questo termine deriva dal gorilla scientifico latino, che presto arrivò alla nostra lingua come il gorilla. Un gorilla è un animale mammifero che fa parte del gruppo dei primati . V
  • definizione: ausiliario

    ausiliario

    Dalla parola latina auxiliāris , ausiliare è un termine usato per descrivere ciò che aiuta . L' azione di ausiliari, d'altra parte, consiste nel fornire collaborazione o qualche tipo di assistenza . L'ausiliare, quindi, può apparire come un aggettivo o come un verbo . Ad esempio: "Abbiamo un posto vacante come assistente amministrativo: se sei interessato, puoi lasciare il tuo curriculum vitae alla reception" , "Puoi andare ad aiutare mia madre? Pe