Definizione pensiero scientifico

La scienza è un insieme di tecniche e metodi che consentono di organizzare la conoscenza della struttura di fatti oggettivi e accessibili a diversi osservatori. Il pensiero, d'altra parte, è il prodotto della mente, che è stato creato attraverso l'attività intellettuale.

Pensiero scientifico

È evidente che l'essere umano pensa di svolgere qualsiasi tipo di attività, dal più semplice e quotidiano (come scegliere le scarpe da usare durante il giorno) al più complesso e astratto (programmare un sistema informatico, per esempio). La differenza tra il pensiero quotidiano e il pensiero scientifico sta nella profondità e nei livelli di astrazione .

Entrambi i tipi di pensiero sono complementari : la scienza sorge quando il pensiero di ogni giorno smette di fare proposte o di fornire le risposte necessarie ai problemi delle persone.

Tra le principali caratteristiche del pensiero scientifico vi sono l' oggettività (i fatti sono presi come sono presentati nella realtà), la razionalità (parte dei principi e delle leggi scientifiche) e sistematica (la conoscenza è ordinata e gerarchica).

Il pensiero scientifico è anche fasullo (i fatti analizzati sono dati nella realtà), trascendente (va oltre i fatti), analitico (decompone e ricomprime il tutto), preciso (evita la vaghezza), simbolico (per spiegare meglio ), verificabile (è soggetto all'osservazione e alla sperimentazione), metodico (pianificato e organizzato), predittivo (dal presente, puoi andare al passato o al futuro), aperto (è in continua evoluzione) e utile (prova a contribuire al miglioramento della società).

I passi verso il pensiero scientifico

L' origine della scienza è legata ai bisogni umani nella preistoria. L'insufficienza del rifugio, ha reso necessario pensare e prendere decisioni che hanno portato alla successiva conquista del fuoco.

Più tardi, fu anche da un bisogno che la ruota fu inventata per escogitare una migliore forma di trasporto. In questi due fatti è considerato il fondamento della scienza in quanto tale, un modo per risolvere i problemi della vita quotidiana attraverso diversi metodi. Questi sono stati seguiti da varie invenzioni e passaggi che hanno migliorato la vita delle persone, come ottenere oggetti da vari materiali, come metallo, ceramica e tessuti.

Nel VI secolo aC, uno dei più potenti movimenti intellettuali di tutti i tempi ebbe luogo in Grecia, che generò un clamoroso cambiamento nel mondo e stabilì le basi del pensiero scientifico.

Durante l' impero egizio si sviluppò una grande conoscenza in diversi campi come la medicina, la matematica e la biologia e questo ci permise di avvicinarci ancora di più alla scienza come la conosciamo oggi.

Più tardi, nel Medioevo, i progressi compiuti dagli antichi egizi si fusero con le teorie incarnate dai greci e arrivarono a una maggiore conoscenza della realtà, degli elementi e del modo in cui potevano essere combinati e studiati.

Ma sicuramente un periodo che ha segnato un prima e un dopo, per quanto riguarda le scoperte scientifiche, è stato il Rinascimento, dove sono state gettate le basi per lo studio della verità attraverso la scienza e sono state messe le parole in ciò che consisteva nel metodo . scientifico; che si basa su una serie di passaggi, che sono: raccolta di fatti, comprensione dei fatti attraverso leggi, formulazione di ipotesi al fine di spiegare cosa è successo, confronto dei risultati sperimentali con quelli previsti nell'ipotesi sviluppata e la previsione di nuovi fatti .

Attraverso il ragionamento e i test test costruiamo il nostro ambiente, impariamo a mettere in relazione e mettere in pratica ciò che sappiamo, quindi il pensiero scientifico è uno degli strumenti più necessari per vivere nella società.

Raccomandato
  • definizione popolare: memoria

    memoria

    La memoria (parola che deriva dalla memoria latina) è una facoltà che consente all'essere umano di conservare e ricordare eventi passati . La parola ci permette anche di nominare la memoria che viene fatta o la notifica che viene data di qualcosa che è già accaduto, e l'esposizione di fatti, dati o motivazioni che si riferiscono a un problema specifico. D&
  • definizione popolare: limiti matematici

    limiti matematici

    Il termine che stiamo per analizzare ora è interessante per sottolineare che è formato dall'unione di due parole che hanno la loro origine etimologica nelle lingue antiche. Quindi, i limiti vengono dalla parola latina limes , che è il genitivo di limitis che può essere tradotto come bordo o bordo di qualcosa. Da
  • definizione popolare: sintonizzare

    sintonizzare

    L'accordatura è la caratteristica di ciò che è sintonico (cioè sintonizzato ). L'azione di sintonia , d'altra parte, si riferisce all'adattamento di una frequenza o all'armonizzazione o coincidenza di un'idea con un'altra. L' uguaglianza che viene registrata tra un dispositivo che emette un segnale e un'apparecchiatura che lo riceve viene chiamata tuning. In
  • definizione popolare: attrito

    attrito

    La prima cosa che deve essere fatta prima di entrare pienamente nella definizione del significato del termine attrito è determinare la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo dire che deriva dal latino, in particolare da "ruptiare", che a sua volta deriva dal verbo "rumpere", che può essere tradotto "come fare pezzi" o "spezzare".
  • definizione popolare: fondamentalismo

    fondamentalismo

    Il concetto di fondamentalismo viene dal fondamentalismo inglese. La nozione, nel suo senso più ampio, si riferisce al fanatismo con una pratica o una dottrina , con un atteggiamento intransigente nei confronti di coloro che non condividono la convinzione o la convinzione. In generale, il fondamentalismo è associato a un movimento religioso basato sull'interpretazione letterale di un testo fondamentale o sacro .
  • definizione popolare: ritenzione

    ritenzione

    La ritenzione , dal retentio latino, è l' azione e l'effetto di trattenere (mantenere qualcosa, impedendogli di muoversi o di uscire, interrompendo il suo corso normale). In biologia , la nozione di conservazione si riferisce alla difficoltà fisiologica di eliminare i liquidi dall'organismo .