Definizione genocidio

Un genocidio è lo sterminio sistematico di un gruppo sociale, motivato da questioni di razza, religione, etnia, politica o nazionalità. È un omicidio di massa che cerca l'eliminazione del gruppo e che può anche includere misure per prevenire nascite.

Quindi, il genocidio di cui sopra è considerato l'atto più serio ed esteso di ciò che viene chiamato pulizia etnica. Cioè, cercando di entrare in un particolare paese o territorio per porre fine alla presenza di persone che sono considerate "inferiori" a causa della razza o della religione, tra le altre caratteristiche.

Gli studi condotti finora, e soprattutto da figure come lo storico Michael Mann, hanno portato alla conoscenza di figure assolutamente tragiche. Pertanto, si stima che nel corso della storia, i genocidi effettuati in diversi angoli del mondo abbiano provocato la morte di oltre 60 milioni di persone.

genocidio Il genocidio viene solitamente eseguito da un governo responsabile del potere statale . È considerato un crimine internazionale che può essere giudicato dagli organi competenti in materia.

Gli storici affermano che Raphael Lemkin era l'unico responsabile per sviluppare il concetto di genocidio, quando univa il genoma della radice greca ( "famiglia", "tribù" ) e la parola latina cidio (di cidere, "uccidere" ). Lemkin si è impegnato a proporre che le norme internazionali condannino e puniscano i genocidi.

La definizione di genocidio, tuttavia, non è esatta. I giuristi affermano che il genocidio differisce da ciò che è legato a una guerra, in cui l'obiettivo è disarmare il nemico e non sterminarlo. D'altra parte, il genocidio non è la stessa cosa dell'omicidio di massa, poiché nega il diritto all'esistenza di un gruppo umano (l'omicidio di massa, d'altra parte, è un omicidio periodico di persone isolate).

Nel caso della Spagna, i casi di genocidio che sono stati portati in tribunale si riferiscono alle morti causate sia durante la guerra civile che nel periodo successivo, nel periodo post-bellico, durante il quale il paese era nelle mani del dittatore Francisco Franco.

Tuttavia, non possiamo ignorare il fatto che nel corso della storia ci sono stati casi di genocidio che hanno dimostrato la crudeltà dell'essere umano. Una delle dimensioni più famose e più estese è stata quella che si è svolta in Ruanda nel decennio degli anni '90.

Nello specifico, in quell'angolo africano, è stato prodotto il tentativo di porre fine alla popolazione tutsi da parte di coloro che erano in quel momento al potere, membri del governo hutu.

Il genocidio armeno ( 1915-1917 ), con la morte di un milione e mezzo di persone, e l' Olocausto giustiziato dal nazismo (con quasi sei milioni di morti) sono esempi storici di genocidio. Va notato che, in entrambi i casi, ci sono storici e gruppi politici che cercano di minimizzare o addirittura negare l'entità dell'omicidio, nonostante le numerose evidenze storiche.

Raccomandato
  • definizione popolare: demenza

    demenza

    Questo termine deriva da una parola latina correlata a disturbi emotivi; Serve a riferirsi a un disordine nelle funzioni razionali e comunicative. Il suo uso più comune è nel campo della salute psichica ed è usato per parlare di un disallineamento della ragione , che è colloquialmente noto come follia . Ne
  • definizione popolare: Kaffir

    Kaffir

    Per conoscere il significato del termine kafre che ora ci occupa, è necessario, in primo luogo, scoprire la sua origine etimologica. In questo caso possiamo determinare che è una parola che deriva dall'arabo. Deriva esattamente dalla parola "kafir", che può essere tradotto come "pagano". I
  • definizione popolare: quadro teatrale

    quadro teatrale

    La nozione di immagine teatrale è usata con riferimento alle parti brevi in cui un'opera può essere divisa. Il concetto teatrale di solito si riferisce a quelle scene che si svolgono senza cambiare l'insieme; la sua fine è caratterizzata dal fatto che lo stadio è vuoto per un momento e perché indica che il corso dell'azione viene interrotto, temporaneamente o nello spazio. Le
  • definizione popolare: valutazione

    valutazione

    Il concetto di valutazione si riferisce all'azione e alla conseguenza della valutazione , un verbo la cui etimologia risale al francese évalore e che consente di indicare, valutare, stabilire, apprezzare o calcolare l'importanza di una certa cosa o problema . Secondo quanto espresso dal Maccario , è un atto in cui un giudizio deve essere fatto intorno a un insieme di informazioni e una decisione deve essere presa in base ai risultati presentati da uno studente.
  • definizione popolare: molestia

    molestia

    Quando una persona molesta , perseguita o infastidisce un altro, sta subendo qualche tipo di molestia . Il verbo harass si riferisce ad un'azione o comportamento che comporta la generazione di disagio o disaccordo nell'altro. Ad esempio: "Non tollererò molestie: domani presenterò le mie dimissioni" , "Il cantante è uscito dalla porta di servizio per evitare le molestie nei confronti dei giornalisti" , "Le molestie nei confronti dei vicini sono molto fastidiose" . L
  • definizione popolare: scherzo

    scherzo

    Uno scherzo è un detto o un avvenimento divertente . Può essere un'espressione spontanea o un breve detto o una storia che contiene qualcosa che genera risate nei suoi destinatari. Lo scherzo può essere orale, scritto o grafico. Ad esempio: "Il nonno mi ha detto uno scherzo molto divertente" , "Mi prendono sempre in giro perché non capisco le battute" , "Raúl è divertito dalle battute verdi" . L