Definizione invidia

Dall'invidia latina, l' invidia è il desiderio di ottenere qualcosa che un'altra persona possiede e che manca. È, quindi, di dolore, tristezza o disagio per il bene degli altri. In questo senso, l'invidia costituisce risentimento (il soggetto non vuole migliorare la sua posizione ma vuole che l'altro faccia di peggio).

invidia

Nel corso della storia, l'invidia è stata molto presente nelle diverse culture. Un buon esempio di ciò è la cultura greca e anche quella romana che scommise persino di renderla molto presente nelle sue diverse opere artistiche. Così, sono venuti a rappresentarlo come un'anguilla o come la testa di una donna anziana piena di serpenti.

È interessante notare che anche i greci usavano l'espressione "occhio cattivo" per definirlo. Così potenti pensarono che cercassero di proteggere i loro figli da esso e lo fecero applicando sulla fronte il fango che trovarono sul fondo dei bagni.

È una preoccupazione che al giorno d'oggi viene mantenuta in molte altre culture, il che significa che per evitare che l'occhio malvagio, il danno che qualcuno possa desiderare a un'altra persona per invidia, usi l'uso di piccoli amuleti sia presumibilmente "spaventato". Questo sarebbe il caso di un ciondolo che è una piccola mano di colore nero.

L'invidia può sorgere quando c'è una carenza di oggetti materiali o quando tali oggetti sono molto difficili da ottenere. Pertanto, coloro che li possiedono sono invidiati dagli altri. Ad esempio: "Ho un'auto di lusso e una villa sulla spiaggia, so di essere l'invidia di molte persone", "Mi fa morire l'invidia di sapere che Jorge potrebbe comprare una nuova casa e io devo ancora affittare" .

Il cattolicesimo considera l'invidia come uno dei sette peccati capitali, poiché è la fonte di altri peccati. L'invidioso vuole avere qualcosa a costo di privare un'altra persona di tale possesso.

Lussuria, ingordigia, pigrizia, avarizia, orgoglio e rabbia sono gli altri peccati capitali che completano la lista che Papa San Gregorio Magno fece durante il suo pontificato tra il sesto e il settimo secolo.

Questa doppia condizione di volere qualcosa che non hai e che pretende di ottenerla da ciò che un altro ha fatto invidia causa infelicità e dolore a chi prova il sentimento. L'invidioso non è soddisfatto di ottenere qualcosa, ma vuole produrre il male alla persona che ha ciò che invidia.

La psicologia afferma che l'invidia è un sentimento negato sia a terzi che a se stessi. L'invidioso vuole nascondere la sua invidia ed è raro che lo assuma, poiché suppone l'accettazione di una mancanza.

Oltre a tutto ciò troviamo il fatto che esiste una serie di locuzioni avverbiali che fanno uso del termine sopra menzionato. Questo sarebbe il caso di "mangiare qualcuno con l'invidia", che è usato per esprimere che una persona è completamente invidiosa di qualcosa o qualcuno.

Raccomandato
  • definizione popolare: ruminare

    ruminare

    Il verbo cavilar , che deriva dal termine latino cavillare , si riferisce all'azione di meditare o riflettere profondamente su qualche domanda . L'atto e il risultato del pensiero si chiama cavilación . Ad esempio: "Dopo diverse ore di riflessione, il giovane ha deciso di lasciare la sua stanza e parlare con suo padre " "Non puoi meditare tutto il tempo: devi agire " , "Quando ti imbatti in una scena del genere, inizia subito a meditare " .
  • definizione popolare: cereali

    cereali

    Il termine cereale deriva dal latino cereālis e consente di nominare le piante di erba che danno frutti farinacei . È anche noto come cereali per questi stessi frutti, per l'insieme dei semi di queste piante e per gli alimenti prodotti da questi semi. Nella struttura dei cereali, il germe (che compare nel nucleo del seme e che consente lo sviluppo di una nuova pianta), l' endosperma (una struttura amidacea o farinosa che circonda il germe), la testa (lo strato esterno che copre il grano) e il guscio (un altro strato, che copre la testa e lo protegge).
  • definizione popolare: audace

    audace

    L'audacia è senza paura , audacia o incoscienza che riflette il comportamento di una persona . Il soggetto che agisce con audacia riceve la qualifica di audace . Ad esempio: "Quando è scoppiato l'incendio, il ragazzo ha avuto l'audacia di camminare per la casa per salvare il suo gatto" , "Dire qualcosa del genere al proprietario dell'azienda è una vera audacia" , "Con la sua caratteristica audacia, l'attaccante sbilanciato la partita quando si entra nella seconda metà " . Il
  • definizione popolare: orlatura

    orlatura

    Il concetto di mantovana proviene dall'arabo ispanico e si riferisce a una decorazione che viene posizionata sui bordi di fazzoletti, tende o borse, o lungo pareti, soffitti e pavimenti. In generale, il bordo presenta uno schema che viene ripetuto più e più volte. Ad esempio: "Le pareti del museo storico della città hanno un bordo con figure geometriche" , "Mi piace il bordo dorato che ha il portafoglio in pelle" , "Non abbiamo ancora scelto i bordi che metteremo in bagno" . C
  • definizione popolare: cariotipo

    cariotipo

    Il concetto di cariotipo ha la sua origine in due parole della lingua greca: káryon , che può essere tradotto come "nucleo" , e týpos (la cui traduzione è "tipo" ). La nozione, usata nel campo della biologia , si riferisce al gruppo di coppie cromosomiche che ospita una cellula . Il
  • definizione popolare: riorganizzazione

    riorganizzazione

    La riorganizzazione è il processo e la conseguenza della riorganizzazione . Questo verbo , a sua volta, si riferisce all'organizzazione di qualcosa di nuovo . Ad esempio: "Dovremo affrontare una riorganizzazione dell'azienda poiché stiamo subendo perdite economiche molto importanti" , "Il nuovo presidente ha affermato che il suo obiettivo principale sarà la riorganizzazione dell'istituzione" , "Dopo la riorganizzazione, ottanta dipendenti hanno perso la loro lavoro . &