Definizione rimprovero

Rimprovero è un termine che ha la sua origine etimologica in lingua latina. Nello specifico, deriva dal verbo "reprimere", che è il risultato della somma di due parti chiaramente differenziate: il prefisso "re-", che può essere tradotto come "di nuovo" o "indietro", e il verbo "premere", che è sinonimo di "premere" o "premere".

rimprovero

Il concetto è usato per nominare la rimprovera, la sfida o il rimprovero che viene eseguito con veemenza.

Ad esempio: "La donna ha dato un rimprovero a suo figlio dopo che l'adolescente è scappato da scuola", "Diverse fonti dicono che c'era un forte richiamo dal presidente ai ministri alla riunione di martedì scorso", "Per il suo atteggiamento, il giocatore ha vinto un rimprovero pubblico dall'allenatore . "

Il reprimere è di solito una risposta o una reazione di qualcuno in assenza di un'altra persona. Supponiamo che uno studente parli continuamente in classe, anche quando l'insegnante chiede silenzio. Di fronte a questa disobbedienza, l'insegnante rimprovera il bambino.

In questo caso specifico, l'insegnante può scegliere di esprimere pubblicamente il suo disaccordo con ciò che ha appena fatto, imponendo una punizione per il suo comportamento o, direttamente, aprendo una parte e espellendola dalla classe, nei casi in cui la situazione prodotto è stato serio.

I genitori sono quelli che, di norma, più rimproveri eseguono comportamenti, commenti o atteggiamenti dei loro figli. In questi casi, è stabilito che la cosa fondamentale da eseguire è seguire questi passaggi:
-Non ricorrere alla violenza, né verbale né fisica.
-Apostare perché il rimprovero è costruttivo, cioè, che li aiuta a imparare cosa non dovrebbero fare.
-Sotto qualsiasi concetto, gli adulti dovrebbero usare insulti con la loro prole.
-Non dire che si dovrebbe anche evitare di fare paragoni con altri bambini, cioè i genitori non dovrebbero dire a chi si è comportato male, al contrario, i loro fratelli fanno tutto bene.
-Dobbiamo spiegare perché sono stati rimproverati, che dovrebbe essere chiaro, fermo e diretto. Cioè, non dovresti usare parole complicate o vocaboli che i bambini non capiscono.

In alcuni casi, il rimprovero è un commento pubblico che può essere astratto o addirittura non avere un destinatario chiaro o definito. Il direttore tecnico di una squadra di calcio può rimproverare i suoi giocatori alla stampa, dicendo ai giornalisti che se la squadra non mostra un altro atteggiamento, si dimetterà.

Si può anche dire che il mercato dà un rimprovero a una società quando le sue azioni nel mercato azionario precipitano. In questo caso, l'idea del mercato è piuttosto astratta, poiché non identifica gli attori che, in effetti, agiscono in modo che le azioni della società perdano valore, né menzionano le ragioni che hanno portato a favorire questo declino.

Un rimprovero, infine, può essere un rigore, una multa o altra punizione formale : "Il rimprovero della federazione internazionale al pilota brasiliano gli è costato 25.000 euro alla sua squadra" .

Raccomandato
  • definizione: breve

    breve

    Diminutivo è ciò che può far sì che qualcosa diminuisca o diminuisca . Il termine, che deriva dalla parola latina diminutīvus , è spesso usato nel campo della grammatica per qualificare un suffisso che riflette la svalutazione o la diminuzione di ciò che è denotato dalla parola a cui è collegato. Il conc
  • definizione: tasso di cambio

    tasso di cambio

    Quando si parla del tasso di cambio (un'espressione che è anche menzionata come il tasso di cambio ), si fa generalmente riferimento all'associazione di cambio che può essere stabilita tra due valute di nazioni diverse. Questi dati ti permettono di sapere quanta parte di una moneta X può essere ottenuta offrendo una valuta Y. I
  • definizione: catrame

    catrame

    Il concetto di catrame , che deriva dall'arabo ispanico, si riferisce a una sostanza liquida ottenuta dal processo di distillazione di petrolio, carbone e altri prodotti minerali e vegetali. È un materiale che viene utilizzato in vari modi nel settore . Di tonalità scura e aroma intenso, il catrame è caratterizzato dalla sua viscosità . È
  • definizione: poliginia

    poliginia

    Polygyny è un concetto che viene utilizzato in antropologia , zoologia e botanica . Nel primo caso, il termine è usato per nominare la condizione che viene stabilita quando un uomo ha due o più mogli contemporaneamente . La poliginia, in questo senso, è uno dei tipi di poligamia . Se è la donna che ha due o più mariti allo stesso tempo, parliamo di poliandria . Ciò
  • definizione: oftalmologia

    oftalmologia

    L'oftalmologia è la specialità medica responsabile del trattamento delle patologie oculari . Questa disciplina ha anche applicazione nel veterinario poiché gli esseri umani e gli animali di solito condividono, in questo caso, processi patologici simili. Specialisti di oftalmologia sono conosciuti come oftalmologi o oculisti . I
  • definizione: parco naturale

    parco naturale

    Il progresso e l'avanzamento della civiltà significano che, molte volte, la natura è influenzata dalle attività dell'essere umano. Lo sfruttamento eccessivo delle risorse e l'urbanizzazione senza controllo a volte causano perdite irreparabili nell'ecologia . Per evitare questi danni, un governo ha la possibilità di proteggere alcune aree a causa della sua importanza per l' ambiente . Tr