Definizione capannone

Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), l'etimologia del capanno si riferisce probabilmente a calpúlli, una parola Nahuatl che si riferisce a una casa di grandi dimensioni. Un fienile, quindi, è una costruzione ampia di una pianta .

Galpón

L'uso più comune del concetto si riferisce a un luogo che viene utilizzato per memorizzare macchine o merci . In generale i capannoni sono costruiti in modo rustico e hanno un'unica porta.

Un capanno può essere un capannone, un magazzino o un granaio . Il suo design è solitamente molto semplice, poiché non cerca di soddisfare i criteri estetici, ma di ottenere funzionalità. I magazzini possono essere utilizzati per molteplici scopi, dall'accumulazione di strumenti all'allevamento di animali, attraverso lo sviluppo di varie attività industriali o lavorative.

Una famiglia può immagazzinare vari oggetti che non usa frequentemente in casa: vecchi mobili, un vecchio televisore, una cassetta degli attrezzi, giocattoli per bambini che sono già cresciuti, ecc. Un lavoratore rurale, nel frattempo, può lasciare in un magazzino gli elementi che utilizza nelle sue attività quotidiane, mantenendoli lì alla fine di ogni giornata.

I grandi capannoni possono anche essere utilizzati per ospitare eventi (concerti, spettacoli teatrali) o per organizzare fiere o mostre . In questi casi, è importante che i responsabili si occupino delle condizioni di sicurezza in modo che i partecipanti non siano a rischio. In caso di emergenza, per citare un caso, l'uscita del pubblico deve essere garantita rapidamente.

Raccomandato
  • definizione popolare: promemoria

    promemoria

    Promemoria è un termine che può essere usato come aggettivo o come sostantivo . Nel primo caso, è il qualificatore che rivela che un elemento è utile per ricordare qualcosa . Ad esempio: "Ho lasciato un promemoria sul tavolo con tutto quello che devi fare oggi pomeriggio" , "Il proprietario del luogo ha messo un promemoria sul registratore di cassa con le istruzioni da seguire per cancellare una fattura . &q
  • definizione popolare: carattere

    carattere

    La parola carattere ha più significati. In un certo contesto, parlare del carattere di un uomo permette di menzionare la sua personalità e il suo temperamento. È uno schema psicologico, con le particolarità dinamiche di un individuo . Il carattere non è qualcosa che viene portato dall'utero, ma è fortemente influenzato dall'ambiente , dalla cultura e dall'ambiente sociale in cui ogni persona è formata. Il ri
  • definizione popolare: troppo male

    troppo male

    La nozione di pietà è usata per nominare la compassione e la compassione che sorgono dai mali di un altro individuo. Quando vedi quella sofferenza che non è la tua, provi pietà. Ad esempio: "Mi sentivo molto dispiaciuto di vedere bambini in cerca di cibo" , "Mi dispiace per il mio vicino: ha appena perso il lavoro" , "Non ho alcuna pietà per coloro che non fanno uno sforzo e si lamentano perché non lo fanno Possono raggiungere i loro obiettivi . &quo
  • definizione popolare: sindacalismo

    sindacalismo

    Il sindacalismo è il movimento e il sistema che consente la rappresentanza dei lavoratori attraverso un'istituzione nota come unione (un'organizzazione che riunisce i lavoratori per difendere i loro interessi). Il sindacalismo mira a ottimizzare la situazione dei lavoratori nel mercato del lavoro.
  • definizione popolare: media

    media

    Il supporto è un aggettivo che consente di riferirsi a ciò che appartiene o è collegato ai media . Un mezzo di comunicazione è uno strumento che consente di realizzare un processo comunicativo. In questo senso, un telefono è un mezzo di comunicazione. Nel caso dei mass media (noti anche come mass media o mass media ), gli strumenti consentono la comunicazione tra più mittenti e ricevitori. Il t
  • definizione popolare: nevrosi

    nevrosi

    Il concetto di nevrosi si riferisce a una condizione nel sistema nervoso che causa conseguenze nel trattamento che una persona ha delle proprie emozioni , il che porta a sviluppare una patologia che gli impedisce di creare empatia con l'ambiente. William Cullen , chimico e medico nato a Lanarkshire (Scozia), fu colui che conia il termine nel diciottesimo secolo, osservando che conteneva i sintomi dei disturbi sensoriali causati da una malattia del sistema nervoso