Definizione probabilità

Il primo passo per scoprire e analizzare il significato del termine probabilità è stabilire la sua origine etimologica. In questo caso dobbiamo sottolineare che si trova in latino, e più esattamente nella parola probabilitas, che è formata dall'unione del verbo probare che può essere tradotto come "assegno", il suffisso - bile che equivale a "possibilità" e il suffisso - tat - che ciò che viene da indicare è una "qualità".

probabilità

Con origine nel probabilĭtas latino, la probabilità è una parola che consente di evidenziare la caratteristica di probabile (vale a dire, di cui qualcosa può accadere o essere plausibile). È responsabile della valutazione e della misurazione della frequenza con cui è possibile ottenere un determinato risultato nell'ambito di una procedura casuale.

La probabilità, quindi, può essere definita come il rapporto tra il numero di casi riusciti e il numero di possibili problemi . Matematica, fisica e statistica sono alcune delle aree che consentono di trarre conclusioni sulla probabilità di eventi potenziali.

Nell'ultimo campo menzionato, lo statistico, dobbiamo sottolineare che la probabilità diventa uno dei suoi pilastri fondamentali. Ciò porta all'emergere di una serie di esperimenti che ruotano intorno ad esso.

In questo modo troviamo i cosiddetti esperimenti deterministici che sono quelli da cui i risultati possono essere previsti prima ancora che abbiano luogo. Un esempio di ciò sarebbe che gettiamo una pietra attraverso la finestra perché possiamo già prevedere il risultato: cadrà e cadrà.

Ci sono anche esperimenti randomizzati, in cui il risultato non può essere previsto perché dipende indubbiamente dal caso. Un chiaro esempio di questo tipo di esperimento di probabilità è quello di lanciare un dado durante il gioco perché non sappiamo quale sarà il punteggio.

Oltre a tutto ciò, non possiamo ignorare il fatto che le statistiche, quando si lavora con probabilità, usano come pilastri fondamentali una serie di elementi chiamati eventi per essere in grado di svilupparli e studiarli. Questi sono elementari, composti, sicuri, impossibili, compatibili, incompatibili, dipendenti, indipendenti e contrari.

L'uomo ha sempre avuto interesse a quantificare la probabilità poiché tale quantificazione contribuisce a prevedere eventi a breve o lungo termine. Ad esempio: se ogni martedì, per tre mesi, la luce viene interrotta, ci sarà una grande probabilità (anche se questa non è una certezza) che il taglio avverrà anche il prossimo martedì.

Va anche notato che la teoria della probabilità è conosciuta come quella che inquadra fenomeni casuali (cioè, non offrono un risultato singolo o prevedibile in determinate condizioni). Il lancio di un dado è un fenomeno casuale, dal momento che può dare risultati diversi da quello che viene fatto nelle stesse condizioni.

Nei giochi d'azzardo, precisamente, c'era sempre un grande interesse a conoscere precisamente le condizioni di probabilità. Sapendo che c'è una maggiore possibilità che il numero X o la lettera esca, le probabilità di vincere nelle scommesse sono aumentate.

La teoria della probabilità viene applicata in vari campi. I beni di consumo offrono un certificato di garanzia in base alle probabilità di fallimento o fallimento. Se studi ed esperimenti dimostrano che è improbabile che il prodotto venga danneggiato durante i primi mesi di utilizzo, le aziende offriranno copertura per quel periodo.

Raccomandato
  • definizione popolare: pensiero

    pensiero

    Secondo la definizione teorica, il pensiero è ciò che è portato alla realtà attraverso l'attività intellettuale . Pertanto, si può dire che i pensieri sono prodotti elaborati dalla mente , che possono apparire dai processi razionali dell'intelletto o dalle astrazioni dell'immaginazione . Il p
  • definizione popolare: qualità

    qualità

    Le qualità sono le caratteristiche che contraddistinguono e definiscono le persone , gli esseri viventi in generale e le cose. Il termine deriva dalla qualità latina e consente di riferirsi al modo di essere di qualcuno o qualcosa. Una qualità può essere una caratteristica naturale e innata o qualcosa acquisito con il passare del tempo . Qu
  • definizione popolare: logo

    logo

    Un logo è un simbolo che consente l' identificazione di un marchio, un'azienda, un'organizzazione o un prodotto . Conosciuto come logo nel linguaggio colloquiale, è una rappresentazione grafica . Ad esempio: "L'azienda farmaceutica ha presentato il suo nuovo logo in occasione di un evento tenutosi presso l'Hotel Presidente" , "Il comune ha lanciato un concorso per la creazione di un logo" , "Il produttore ha deciso di recuperare il suo vecchio logo per l'uso nel nuovissimo modello di maglia della squadra nazionale di calcio " .
  • definizione popolare: premio

    premio

    Il premio è un concetto che viene utilizzato nel campo del diritto per nominare una risoluzione emessa da un arbitro o un compoundatore amichevole che consente di risolvere una controversia tra due o più parti. La decisione dell'arbitro può essere paragonata alla sentenza dettata da un giudice , sebbene la giurisdizione del giudice sia stabilita dalla legge e la giurisdizione dell'arbitro sia nell'autonomia della volontà. Ci
  • definizione popolare: rielezione

    rielezione

    La rielezione è l' azione e il risultato della rielezione . Questo verbo si riferisce alla scelta di qualcosa di nuovo . L'uso del termine, comunque, è associato all'ambito della politica . La rielezione, in questo senso, consiste nel tornare a votare a un funzionario affinché continui a occupare la stessa posizione. I
  • definizione popolare: suffisso

    suffisso

    La parola latina suffixus deriva in suffisso , un concetto che viene usato in grammatica per denominare l' affisso che viene aggiunto alla fine di una parola . Un affisso, d'altra parte, è una sequenza linguistica che altera il significato di un termine. Suffissi, quindi, sono affissi che vengono posticipati, a differenza dei prefissi (che vengono posti prima della parola).