Definizione polimeri

Il polimero è una nozione la cui origine etimologica si trova nella lingua greca e si riferisce a qualcosa costituito da diverse componenti. Ed è così che certifica la sua origine etimologica. Nello specifico, deriva dal greco, esattamente dalla somma di due elementi come il prefisso "poly-", che è equivalente a "molti", e il sostantivo "meros", che può essere tradotto come "parti".

polimeri

Il significato più comune del termine si riferisce a un composto, sia esso sintetico, naturale o chimico, che viene creato attraverso un fenomeno noto come polimerizzazione, dalla ripetizione di unità strutturali.

Si può dire che i polimeri sono macromolecole che si formano con il legame di altre classi di molecole chiamate monomeri . La sintesi dei polimeri è prodotta da una reazione causata dai loro monomeri che è chiamata, come abbiamo detto, polimerizzazione.

La polimerizzazione può essere sviluppata come reazione a catena o attraverso varie fasi o fasi . Secondo il meccanismo utilizzato nel processo, d'altra parte, è possibile parlare di polimerizzazione mediante polimerizzazione di addizione o condensazione .

Secondo l'origine, i polimeri naturali sono quelli che sono presenti in natura . In questo gruppo è possibile includere DNA, proteine ​​e chitina, tra gli altri. I polimeri sintetici, d'altra parte, sono prodotti industrialmente manipolando i monomeri. Poliestere, PVC e nylon sono esempi di polimeri sintetici.

Pertanto, possiamo dire che i due grandi gruppi di polimeri sono naturali e sintetici.

Tra i polimeri naturali, quelli ottenuti dal regno vegetale o animale, che hanno più presenza nella nostra vita quotidiana sono i seguenti:
-Cottone, che è formato da ciò che è cellulosa.
-Seda, che ha un costo elevato nel mercato dal momento che è fatto per intraprendere la produzione di tessuti di alta qualità e raffinatezza.
-Hule, che è ottenuto da alberi di hevea e che è anche frequentemente usato su base giornaliera.
-Lana, che è il pelo delle pecore e, per esempio, era solito modellare un numero infinito di tessuti.

Allo stesso modo, non possiamo ignorare l'esistenza di polimeri sintetici, che hanno la particolarità di essere creati dall'uomo e sono usati sia nel campo tessile che nell'edilizia, nell'aeronautica e persino nella medicina o elettronica. Esempi di questi sono polietilene o PVC (cloruro di vinile).

Tuttavia, ci sono anche polimeri semi-sintetici, che sono una miscela tra i due tipi precedenti. E sono polimeri naturali che vengono trasformati dall'uomo.

Come puoi vedere, la varietà esistente di polimeri è ampia. Ecco perché è possibile trovare polimeri con funzioni molto diverse l'uno dall'altro. Alcuni sono plastiche che possono rompersi se sottoposte a pressione eccessiva; altri, tuttavia, sono elastici in grado di recuperare il loro aspetto iniziale nonostante la forza applicata. Esistono anche polimeri che fungono da adesivi, poiché rendono possibile l'unione superficiale di diversi oggetti.

Raccomandato
  • definizione: gentilezza

    gentilezza

    Con il termine gentilezza che ora analizzeremo in profondità, dobbiamo stabilire che ha la sua origine etimologica in latino. Nello specifico possiamo affermare che prende come punto di partenza qual è il verbo amare , che è sinonimo di "amore", e il suffisso - idad , che equivale a "qualità". La
  • definizione: benedizione

    benedizione

    Il termine benedizione deriva da una parola latina che si riferisce all'azione e all'effetto della benedizione . Questo verbo, d'altra parte, è un modo di denominare l' azione di lodare, esaltare o magnificare , di consacrare qualcosa al culto divino o di invocare la divina benedizione in favore di qualcosa o qualcuno .
  • definizione: Qena

    Qena

    La prima cosa da fare prima di scoprire il significato del termine Quena è conoscerne l'origine etimologica. In questo senso, possiamo dire che deriva da una parola quechua: "kkhena", che può essere tradotto come "flauto". È uno strumento musicale a fiato, originario della regione andina. C
  • definizione: abate

    abate

    Abad è un concetto che, secondo quanto descritto nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), deriva da abba , una parola latina. Il termine allude al religioso che occupa la posizione superiore in un tipo di monastero noto come abbazia . L'abate, quindi, è il padre spirituale, leader e responsabile di un'abbazia .
  • definizione: isolamento

    isolamento

    L'isolante è qualcosa che isola . Il verbo isolare , d'altra parte, è legato alla prevenzione del passaggio o della trasmissione di suoni , calore , ecc .; lasciare qualcosa di separato dalle altre cose; rimuovere un argomento dal trattare con gli altri; o per astrarre la realtà immediata dei sensi o della mente. N
  • definizione: Polinesia

    Polinesia

    La Polinesia è una regione del continente oceanico composta da numerosi arcipelaghi. Quando il termine è scritto con una iniziale minuscola ( Polinesia ), è l' aggettivo che dà il nome a quello originario dell'area. In tal caso, puoi usare la tua versione maschile ( polinesiana ). Si dice che chi creò il nome di Polinesia fu il giurista e viaggiatore francese Charles de Brosses . Il