Definizione software

Il software è una parola che viene dalla lingua inglese, ma grazie all'uso diffuso, è stata accettata dalla Royal Spanish Academy . Secondo RAE, il software è un insieme di programmi, istruzioni e regole informatiche che consentono di eseguire diverse attività su un computer.

software

Il software è considerato l'apparecchiatura logica e immateriale di un computer. In altre parole, il concetto di software copre tutte le applicazioni informatiche, come word processor, fogli di calcolo e editor di immagini.

Il software è sviluppato mediante diversi linguaggi di programmazione, che consentono di controllare il comportamento di una macchina. Questi linguaggi consistono in un insieme di simboli e regole sintattiche e semantiche, che definiscono il significato dei loro elementi ed espressioni. Un linguaggio di programmazione consente ai programmatori di software di specificare, con precisione, quali dati deve essere utilizzato da un computer.

Tra i tipi di software, uno dei più importanti è il software di sistema o il software di base, che consente all'utente di avere il controllo dell'hardware (componenti fisici) e di supportare altri programmi per computer. I cosiddetti sistemi operativi, che iniziano a funzionare quando il computer è acceso, sono software di base.

L'industria dello sviluppo software è diventata un attore importante nell'economia globale, poiché sposta milioni di dollari all'anno. L'azienda più grande e più popolare al mondo è Microsoft, fondata nel 1975 da Bill Gates e Paul Allen . Questa azienda è riuscita a trascendere grazie al suo sistema operativo Windows e alla sua suite Office di programmi Office .

Raccomandato
  • definizione: grande

    grande

    Grande è un termine che deriva dalla parola latina grandis . È un aggettivo che, nel primo significato menzionato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario, si riferisce a ciò che eccede in grandezza, rilevanza, ecc. a ciò che è normale o comune . Supponiamo che, in una certa città , un edificio medio abbia cinque piani o piani. Se u
  • definizione: insicurezza

    insicurezza

    Il dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) definisce l' insicurezza come mancanza di sicurezza . Questo concetto, derivato dal latino securĭtas , si riferisce a ciò che è privo di pericolo, danno o rischio, o che è vero, fermo e indubitabile. Più esattamente possiamo determinare che questa parola, a partire dalla sua origine etimologica latina, è costituita dall'unione di più parti: il prefisso - in cui è equivalente alla negazione, la parola che può essere tradotta come "separata", il curus che è sinonimo di "Cura" e infine il suffisso - papà che equivale a &qu
  • definizione: cassero

    cassero

    Il termine latino castra , che può essere tradotto come "campo" , venne in arabo classico e poi in arabo ispanico prima di apparire nella nostra lingua come fortezza . Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), una fortezza è una struttura fortificata o la dimora di un principe .
  • definizione: psicologia clinica

    psicologia clinica

    Per capire il significato della psicologia clinica è importante stabilire innanzitutto l'origine etimologica delle due parole che danno forma al termine. Così, la prima parola, psicologia, emana dal greco dove possiamo vedere che è costituita dall'unione di due parti chiaramente delimitate: la psiche , che è sinonimo di "anima", e lodge , che può essere tradotto come "studio di". D&#
  • definizione: torpido

    torpido

    Aletargado è quello o quello che sperimenta un letargo . Questo concetto (letargia), nel frattempo, si riferisce al riposo , alla mancanza di attività , intorpidimento , sonnolenza o intorpidimento . Ad esempio: "La squadra tedesca sembrava letargica, lenta e senza esplosione" , "Il nuovo film del famoso cineasta annoiato a causa del suo ritmo letargico" , "L'attività economica è stata letargica: il governo è preoccupato per il possibile aumento dei licenziamenti" . La
  • definizione: chili

    chili

    Molte volte le confusioni sorgono quando si intende nominare i frutti delle piante che appartengono al genere Capsicum . Secondo la regione, possiamo trovare riferimenti a chili , pepe , peperoncino o morrón : in tutti i casi, l'idea si riferisce allo stesso frutto. Nel caso specifico del termine chili , viene dalla lingua taíno , parlata dai coloni precolombiani nel continente americano.