Definizione gameti

L'etimologia dei gameti si riferisce ai giochi o ai gametḗ, parole greche che sono tradotte rispettivamente come "marito" e "moglie" . Il concetto è usato nel campo della biologia per riferirsi alle cellule sessuali .

gamete

Quando un gamete maschile si unisce a un gamete femminile nel contesto della riproduzione sessuale di piante e animali, si forma uno zigote o uno zigote . Questa cellula risultante dalla riproduzione, nota anche come uovo, passa attraverso una segmentazione e avvia uno sviluppo embrionale che porta quindi alla comparsa di un nuovo esemplare.

Ogni gamete ha una serie unica di cromosomi. Con la fecondazione, una volta fuso con il gamete del sesso opposto, lo zigote presenta già le due versioni dell'informazione genetica che finisce per determinare le caratteristiche fisiche dell'individuo.

Nel caso degli animali, compresi gli umani, il gamete maschile è chiamato sperma, mentre il gamete femminile è chiamato ovulo . Lo zigote derivante dalla fecondazione è diploide: ha due serie di cromosomi (uno per ciascun sesso).

La gametogenesi è il processo che consente lo sviluppo di gameti. Gli organi degli animali che rendono possibile la produzione di gameti sono chiamati gonadi .

Le gonadi dell'uomo sono i testicoli, che producono sperma e testosterone. Le gonadi delle donne, nel frattempo, sono le ovaie, responsabili della produzione di ovuli e ormoni sessuali femminili. Quando l'uomo introduce il suo pene nella vagina della donna durante l'atto sessuale ed eiacula, i suoi gameti (spermatozoi) possono unirsi ai gameti femminili (ovuli) e ottenere così la riproduzione.

Raccomandato
  • definizione: ovocita

    ovocita

    Conoscere l'origine etimologica del termine ovocita ci porta ad analizzare che esso proviene dal greco. In particolare, è il risultato della somma di due componenti di quel linguaggio: "oo", che può essere tradotto come "uovo" e "kytos", che è equivalente a "cella". G
  • definizione: padiglione

    padiglione

    Padiglione è un termine che ha la sua origine etimologica nel vecchio paveillon francese. Può essere una tenda o una tenda che ha un aspetto conico grazie all'utilizzo di vari pali e corde. Ad esempio: "Quando ha iniziato a piovere, ci siamo rifugiati nel padiglione del cibo" , "La fiera è formata da diversi padiglioni dove gli artigiani offrono i loro prodotti" , "Vorrei installare un padiglione nel giardino per dormire fuori in le notti più calde . &q
  • definizione: drenaggio

    drenaggio

    Il drenaggio è un termine che deriva dal drenaggio francese e che si riferisce all'azione e all'effetto del drenaggio . Questo verbo, a sua volta, significa assicurare l'uscita di liquidi o l'eccessiva umidità attraverso condutture, tubi o fossati. Per l' ingegneria e la pianificazione urbana, il drenaggio è il sistema di tubazioni interconnesse che consente l'evacuazione dell'acqua piovana o di altri tipi di liquidi . I
  • definizione: adattamento

    adattamento

    Come per molte delle parole in spagnolo, il termine adattamento deriva dal latino. All'interno della lingua di cui sopra, la sua origine risiede nella parola adaptare, che è un verbo composto da due parti. Quindi, in primo luogo c'è l' annuncio prefisso, che significa "verso", e in secondo luogo troviamo il verbo aptare che verrebbe tradotto come "aggiusta" o "equip".
  • definizione: pigiama

    pigiama

    L'origine del termine pigiama è piuttosto complicata, dal momento che una serie di lingue entrano in gioco. Così, il castigliano lo prese dal "pigmeo" inglese e questa lingua fece lo stesso del "paegama" indostano, che divenne pantaloni larghi e larghi indossati dai maomettani.
  • definizione: sulle persone

    sulle persone

    La tratta di esseri umani è un crimine che consiste nel rapimento, trasferimento o ricezione di esseri umani mediante minacce, violenza o altri meccanismi coercitivi (frode, abuso di posizione dominante, ecc.). Considerata schiavitù moderna , la tratta di esseri umani comporta l' acquisto e la vendita di persone , in cui la vittima è soggetta all'autorità di un altro soggetto. Ti