Definizione lisosomi

L' etimologia del termine lisosoma ci conduce al lisosoma inglese, a sua volta derivato da una parola greca formata da lýsis (che può essere tradotto come "soluzione" ) e da sôma (cioè "corpo" ).

lisosomi

I lisosomi sono organelli di cellule formate da una vescicola membranosa . In detta vescicola ci sono enzimi coinvolti nel processo di digestione intracellulare.

Sfericamente, i lisosomi ospitano le molecole responsabili della degradazione del materiale intracellulare, sia interno che esterno. Sebbene compaiano in tutte le cellule degli animali, queste strutture hanno caratteristiche diverse a seconda dei casi.

Proteasi, glucosidasi, nucleasi e lipasasi sono i principali enzimi che possono essere trovati in un lisosoma. Sono in grado di digerire ciò che entra nella cellula attraverso la fagocitosi, come un batterio, e consentono anche il riciclo di altri organelli cellulari. Questa seconda caratteristica rende possibile la continua sostituzione degli organelli grazie all'autofagia.

Si chiama malattia lisosomica, d'altra parte, a un disturbo che viene generato da un problema nei lisosomi, soprattutto a causa di un inconveniente con gli enzimi. Può essere il rilascio incontrollato di queste sostanze o qualche tipo di disfunzione.

La gotta, ad esempio, deriva dall'eccessiva produzione di acido urico. Questo porta all'accumulo nelle articolazioni dei cristalli di urato, che le cellule fagocitano. Per questo motivo i cristalli si accumulano nei lisosomi fino a quando l'organello si rompe, rilasciando enzimi nel citosol.

Raccomandato
  • definizione: audace

    audace

    L'audacia è senza paura , audacia o incoscienza che riflette il comportamento di una persona . Il soggetto che agisce con audacia riceve la qualifica di audace . Ad esempio: "Quando è scoppiato l'incendio, il ragazzo ha avuto l'audacia di camminare per la casa per salvare il suo gatto" , "Dire qualcosa del genere al proprietario dell'azienda è una vera audacia" , "Con la sua caratteristica audacia, l'attaccante sbilanciato la partita quando si entra nella seconda metà " . Il
  • definizione: impugnatura

    impugnatura

    La prima cosa che dobbiamo sapere sul termine manico che ci occupa è la sua origine etimologica. In questo caso possiamo affermare che è una parola che deriva dal latino e che è il risultato della somma di due componenti chiaramente specificati: -Il nome "ansa", che può essere tradotto come "asa". -I
  • definizione: vettori colineari

    vettori colineari

    Un vettore è, nel campo della fisica , una grandezza che viene definita attraverso il suo punto di applicazione, la sua direzione, il suo significato e la sua quantità. A seconda delle loro caratteristiche e del contesto in cui operano, possono essere differenziati diversi tipi di vettori, come vettori complanari , vettori non complanari , vettori opposti , vettori risultanti , vettori unitari e vettori concorrenti , tra gli altri.
  • definizione: parapsicologia

    parapsicologia

    La prima cosa che deve essere fatta prima di entrare pienamente nella definizione di parapsicologia è determinare la sua origine etimologica. In questo senso, dobbiamo dire che è una parola che deriva dal greco, poiché è il risultato della somma di tre componenti di quel linguaggio: • "Para", che equivale a "accanto a". • &q
  • definizione: bidimensionale

    bidimensionale

    L'aggettivo bidimensionale è usato per descrivere ciò che ha due dimensioni ( 2D ). Un corpo che proietta avanti e indietro, ad esempio, ha due dimensioni. D'altra parte, se ha anche profondità, è un oggetto con tre dimensioni ( 3D ) e riceve la qualifica di tridimensionale . In generale, le dimensioni sono definite dal numero minimo di coordinate necessarie per la specifica di qualsiasi punto in esso. In
  • definizione: dominanza

    dominanza

    Per l' etologia , il dominio è il possesso di un alto status sociale all'interno di un gruppo di animali che esibisce un'organizzazione sociale gerarchica . Questa gerarchia viene solitamente raggiunta e sostenuta attraverso l' aggressione degli individui dominanti verso quelli inferiori.