Definizione meccanismo

Il concetto di meccanismo ha origine nel termine latino mechanisma e si riferisce alla totalità formata dai vari componenti di un macchinario e che sono nella disposizione che conduce al suo corretto funzionamento.

meccanismo

Nelle macchine, è chiamato meccanismo per il raggruppamento delle sue componenti che sono mobili e sono collegate tra loro attraverso diversi tipi di sindacati; questo rende quella struttura in grado di trasmettere forze e movimenti. Il meccanismo è responsabile di consentire tale trasmissione.

Alcuni esempi in cui compare il termine: "Non capisco il meccanismo di questa macchina: perché non funziona correttamente?", "Ho bisogno di acquistare alcune parti per riparare il meccanismo dell'orologio" .

Perché un meccanismo sia considerato come tale è necessario che sia formato da una serie di componenti, che sono: collegamento (elemento rigido che trasmette il movimento da un punto all'altro fondamentale per il meccanismo da attivare), nodo (unifica due collegamenti tra loro in modo che attraverso di esso il movimento sia comunicato) e insieme, noto anche come coppia cinematica, (consente al link e al nodo di funzionare correttamente, indicando l'unione tra i diversi collegamenti come parti di un tutto).

I meccanismi possono essere classificati in base a molte variabili:

* Secondo il numero di collegamenti possono essere binari, ternari o quaternari
* Secondo la funzione possono essere fissati, conduttori, trasduttori o pilotati
* In base al movimento che provocano possono essere fissati, manovella, biella o scorrevole .

D'altra parte, per quanto riguarda i nodi, a seconda di ciò che viene utilizzato nella struttura, il tipo di meccanismo varierà perché il movimento sarà diverso. Nel caso della manovella, ad esempio, il movimento che fa è rotatorio, mentre il movimento fatto da un meccanismo con uno scivolo è traslazionale .

Altri usi del termine

Ma un meccanismo non si riferisce solo a una struttura fisica e solida che consente di effettuare un movimento continuo, causando conseguenze a catena. Il dizionario dell'Accademia Reale Spagnola aggiunge che la nozione può riferirsi alla composizione strutturale di un corpo (che può essere sia naturale che artificiale) e al modo in cui le parti che lo costituiscono sono combinate.


A volte il termine può riferirsi a qualcosa di astratto, come nel caso dei meccanismi di difesa . Quest'ultimo è un concetto usato in psicologia per esprimere quelle azioni cognitive che si sviluppano nella vita di una persona per difendersi da possibili pericoli esterni. Ad esempio, le persone che hanno subito abusi sessuali, possibilmente da adulti, tendono a boicottare qualsiasi situazione in cui possano essere coinvolti in un atto sessuale o in cui si sentano sessualmente desiderati.

Meccanismi usati nelle arti per realizzare un movimento sociale che genera un cambiamento o le fasi che avvengono all'interno di una certa procedura sono anche noti come meccanismi.

Nel linguaggio colloquiale, la nozione di meccanismo è usata con riferimento a una metodologia o operazione . In questo senso, i meccanismi possono essere fisici o astratti e fare riferimento a problemi reali o simbolici.

Il manager di un'azienda, quindi, può consultare il dipendente che ha fatto una proposta sul lancio di un nuovo prodotto che sarebbe il meccanismo che pensava di realizzare installando la novità sul mercato. L'allenatore di una squadra di calcio, d'altra parte, può progettare diversi meccanismi di difesa per contenere gli attacchi dell'avversario.

Raccomandato
  • definizione popolare: selvaggio

    selvaggio

    Wild è un termine che viene utilizzato con significati diversi. Come aggettivo , potrebbe essere l' animale che non è stato addomesticato e che, in generale, vive libero nella natura. Ad esempio: "Un animale selvaggio non identificato ha attaccato il bestiame e ucciso ventiquattro mucche" , "Il mio sogno è di andare in un safari in Africa per vedere come vivono i leoni selvaggi" , "Non vorrei incontrare una bestia selvaggia nel nel mezzo della giungla . &
  • definizione popolare: marginale

    marginale

    Marginale è quella o quella pertinente o relativa al margine (estremità o costa di una cosa). Il marginale è sul bordo, cioè non fa parte del centro o del più importante. Una questione marginale è di importanza secondaria o secondaria . Ad esempio: "Il presidente non parlerà di questioni marginali che non hanno rilevanza nel quadro dei problemi da affrontare nella conferenza " , "L'accordo con la Bolivia è stato un risultato marginale in un'agenda che si è rivelata infruttuosa per il governo " , L'obiettivo di Lopez era un fatto marginale in una partita dominata
  • definizione popolare: fortuna

    fortuna

    La fortuna è una catena di eventi considerati casuali o casuali . Coloro che credono nella fortuna, sostengono che le condizioni di vita possono dipendere dalla destinazione o dall'esistenza e dall'uso di amuleti . Ad esempio: "Ho avuto tanta sfortuna che, quando sono arrivato in spiaggia, ha iniziato a piovere" , "Marcelo è molto fortunato: ieri ha trovato molti soldi per strada" , "Julieta indossa un quadrifoglio in tasca per attirare buona fortuna .
  • definizione popolare: passo

    passo

    Dal latino passus , paso è un termine con molteplici significati. Il concetto può riferirsi al movimento dei piedi quando si cammina: "Quando volevo farmi da parte, sono inciampato e ho colpito la mia faccia contro il piatto" , "Per favore, fai un passo avanti in modo da poter spazzare quest'area" .
  • definizione popolare: scabbia

    scabbia

    Si chiama scabbia di una condizione della pelle che genera un parassita chiamato Sarcoptes scabiei . Questo acaro sviluppa tunnel sotto la pelle, un'azione che provoca arrossamento e gonfiore della pelle e prurito . La scabbia ha l' essere umano come ospite ed è contagiosa : è trasmessa attraverso il contatto diretto o l'abbigliamento.
  • definizione popolare: riflusso

    riflusso

    Reflusso è un termine con diversi significati. Secondo ciò che la Royal Spanish Academy ( RAE ) indica attraverso il suo dizionario, si tratta del movimento che si verifica quando la marea scende . In questo senso, il riflusso è il movimento di tipo orizzontale che la marea produce quando si ritira. L