Definizione verdure

Le verdure sono verdure commestibili la cui coltivazione avviene negli orti. Si tratta di piante apprezzate dalle sue qualità nutrizionali e / o dal suo sapore che comprendono la dieta dell'essere umano.

verdure

In generale, il concetto di verdura comprende verdure e verdure, escludendo cereali e frutta. Questa differenziazione non è basata su caratteristiche botaniche, ma è arbitraria.

L'acqua è il componente principale del vegetale, che rappresenta circa l'80% del suo peso. Queste piante contengono anche carboidrati, minerali e vitamine . Poiché hanno un livello calorico ridotto, sono consigliati alimenti quando cercano di combattere il sovrappeso.

I nutrizionisti suggeriscono di mangiare verdure ogni giorno. Le opzioni sono molteplici, poiché in questo set possiamo trovare spinaci, bietole, cipolle, carote, patate ( patata ), sedano, zucca e patata dolce ( patata dolce, patata dolce ), tra molti altri cibi

A seconda delle loro caratteristiche, le verdure possono essere consumate crude o cotte. Il sedano, per nominare un caso, viene solitamente mangiato senza cucinare, mentre le patate devono essere cotte.

È molto importante lavare le verdure prima di consumarle. Questo è essenziale per eliminare i batteri e le sostanze tossiche che possono essere presenti nel cibo. Per quanto riguarda la sua conservazione, dipende dalle specie, anche se a livello generale si può affermare che la maggior parte delle verdure deve essere conservata a bassa temperatura e con un alto livello di umidità ambientale. Ecco perché dovrebbero essere tenuti nello spazio del frigorifero (frigorifero, frigorifero o frigorifero) per le verdure.

Raccomandato
  • definizione: ASCII

    ASCII

    ASCII è l' acronimo che corrisponde all'espressione inglese American Standard Code for Information Interchange . Detta frase può essere tradotta come codice standard americano per lo scambio di informazioni . È un modello di codifica che viene utilizzato nel campo della tecnologia dell'informazione. L
  • definizione: senza fili

    senza fili

    Il wireless è una parola in inglese che può essere tradotta come "wireless" o "wireless" . Il suo uso, quindi, potrebbe essere collegato a qualsiasi tipo di comunicazione che non richiede un mezzo di propagazione fisica. Tuttavia, la nozione di wireless è utilizzata principalmente per denominare le comunicazioni wireless nell'ambito delle tecnologie informatiche. I
  • definizione: intrigo

    intrigo

    La nozione di intrigo allude a un atto eseguito con astuzia e cautela , in modo tale che il suo sviluppo o le sue vere intenzioni siano nascoste. Il concetto può anche essere usato in riferimento ad un mistero o ad un dilemma irrisolto . Ad esempio: "Nei progressi della serie si alza l'intrigo che sarà sviluppato in tutti i capitoli" , "L'aspetto di centinaia di pinguini morti sulle spiagge meridionali è motivo di intrighi tra gli scienziati" , "Le dichiarazioni del pugile ha generato intrighi sul suo futuro . &
  • definizione: austerità

    austerità

    Fino al latino dovremmo tornare indietro per trovare l'origine etimologica della parola austerità. In particolare, dobbiamo dire che è il risultato della somma di due componenti di quel linguaggio: l'aggettivo "austerus", che è sinonimo di "grezzo o difficile", e il suffisso "-itas", che può essere tradotto come "qualità" . Aus
  • definizione: eone

    eone

    La parola greca aiṓn venne in latino come eone , che nella nostra lingua deriva nell'eone . Il termine ha diversi usi a seconda del contesto. Nel linguaggio colloquiale , un eone è un periodo temporale molto lungo, sebbene impreciso . Ad esempio: "Eoni fa non ho mangiato questo piatto" , "Sento che sono passati eoni da quando ho parlato per l'ultima volta con Marta" , "Pensavo di essere stato bloccato per eoni, ma in realtà la prigionia non durava più di due ore" . Per
  • definizione: specchio

    specchio

    Il concetto di specchio , che deriva dal termine latino specŭlum , allude a una superficie che riflette ciò che è prima. Di solito è una lastra di vetro che è incorniciata e appesa a un muro. La riflessione è chiamata il cambiamento della direzione di un'onda , prodotta quando, quando incontra una superficie che separa due supporti mutevoli, ritorna al suo luogo di origine. Nel