Definizione scala

Il termine scala, che deriva dalla scala latina, ha vari usi: è, ad esempio, la successione ordinata di valori della stessa qualità, come si vede nella frase "Nella scala dei colori, l'arancione è più vicino di rosso che di verde " .

scala

La scala è, d'altra parte, una linea retta che, divisa in parti uguali, consente di rappresentare metri, chilometri o un'altra unità di misura. Questi strumenti sono utilizzati per disegnare le distanze e le dimensioni in modo proporzionale in un piano o in una mappa . Se, secondo la scala di una mappa, un centimetro equivale a dieci chilometri reali, una distanza di 100 chilometri dovrebbe essere rappresentata di 10 centimetri.

La scala è anche la proporzione o la dimensione in cui si sviluppa un'idea o un progetto : "Dobbiamo fare un investimento su larga scala per portare l'acqua a tutti i popoli del nord-ovest" .

In fisica, la scala è una graduazione utilizzata in vari strumenti per consentire la misurazione di una grandezza. La scala Richter e la scala Mercalli, ad esempio, ci permettono di classificare la grandezza di un terremoto o di un terremoto.

È noto come scala musicale per suoni consecutivi che si verificano regolarmente, sia in ordine ascendente che discendente, e sono correlati a un singolo tono che è ciò che dà il nome alla scala. La successione dei suoni è specificata secondo le leggi della tonalità .

Le scale musicali hanno diverse proprietà, essendo la modalità la sua caratteristica più evidente: le due possibilità sono maggiori e minori, e questo influenza notevolmente la sua struttura e le relazioni che esistono tra le note che le integrano. Scrivere una melodia in Do maggiore indica che saremo in grado di avere le note da C a D nel loro stato naturale (che in un pianoforte sono rappresentate dai tasti bianchi), a meno che non vogliamo modulare un altro tono in tutto il pezzo, sii momentaneamente o definitivamente.

scala Quando si analizzano gli intervalli che si svolgono in una chiave maggiore si può osservare, ad esempio, che tra il primo e il terzo grado (essendo il grado, in questo caso, sinonimo di tono) c'è un segmento noto come terzo maggiore : percorrere il percorso da il do (il tonico) al mi naturale (il suo terzo grado) richiede l'ascesa di due toni completi, o quattro semitoni, e l'unica nota che può essere eseguita tra i due è il re naturale .

Questa serie di regole e limiti influenza direttamente la tensione che esiste tra le diverse note di una chiave. Nel caso di Do minore, il suo terzo grado non è il mio naturale, ma E piatto, e la relazione che viene percepita in modo uditivo tra di loro è assolutamente diversa da quella descritta sopra.

I musicisti con le conoscenze necessarie per leggere e scrivere punteggi sono sempre molto presenti su questi temi, così come i concetti che li guidano nel fare transizioni tra le diverse tonalità, come la distanza tra loro (che non ha nulla a che fare con una domanda visiva, ma piuttosto di tensione sonora) o la gerarchia, e per queste persone una E piatta e una naturale hanno tanto in comune quanto a qualcuno al di fuori della musica che possono avere una matita e una macchina.

Detto questo, è affascinante che alcuni musicisti famosi, che affermano di non avere alcun tipo di conoscenza tecnica, abbiano un virtuosismo che consente loro di eseguire o creare pezzi di complessità, spesso difficili da capire e ripetere per qualcuno con preparazione accademica.

Una scala, infine, può essere una scala, di solito in legno o corda.

Raccomandato
  • definizione: abile

    abile

    Dal latino peritus , un esperto è una persona esperta, esperta o compresa in una scienza o in un'arte . L'esperto è l' esperto di un determinato argomento che, grazie alle sue conoscenze, funge da fonte di consultazione per la risoluzione dei conflitti. In un processo , è possibile trovare esperti giudiziari (che sono nominati dal giudice) e esperti (proposti dalle parti coinvolte). Q
  • definizione: suscitare

    suscitare

    La parola latina attitiāre è arrivata alla nostra lingua come una mossa . Il concetto può essere usato per alludere all'azione di aggiungere qualche tipo di combustibile al fuoco o di rimuoverlo con l'obiettivo che brucia di più . Ad esempio: "Dì a Miguel di aggiungere più legna da ardere per alimentare il fuoco, quindi non abbiamo freddo" , "taglio la carne e poi inizierò il fuoco " , "Cerca di non muovere le fiamme a meno che tu non voglia causare un incendio " . Un al
  • definizione: poliestere

    poliestere

    Il poliestere è una nozione derivata dal poliestere , un concetto della lingua inglese. È un polimero che deriva dalla polimerizzazione di un idrocarburo chiamato stirene e altri elementi chimici. Il poliestere è una resina che si caratterizza per la sua resistenza ai vari agenti chimici e all'umidità, che ne consente l'utilizzo nella produzione di vari prodotti. La
  • definizione: tassonomia

    tassonomia

    La tassonomia ha la sua origine in una parola greca che significa "ordinazione" . Questa è la scienza della classificazione applicata in biologia per l' organizzazione sistematica e gerarchica di gruppi animali e vegetali . Nello specifico, possiamo determinare che la tassonomia è divisa in due: microtassonomia, che è responsabile della delimitazione e descrizione di alcune specie; e macrotassonomia, che è quella che classifica in base ai criteri concessi dal ramo precedente. È
  • definizione: di tabella

    di tabella

    Tabular è un concetto che può apparire come un aggettivo o come un verbo . Quando il termine deriva dalla parola latina tabulāris , è un aggettivo che si riferisce a quello con un aspetto da tavolo . Ad esempio: "Quel mobile tabulare sarebbe molto utile nello studio" , "Ieri ho acquistato un nuovo dispositivo tabulare nella cui parte superiore è possibile collocare le forniture" , "Il terreno è caratterizzato dal suo rilievo tabulare" . La n
  • definizione: trappola

    trappola

    La trappola viene dal vagabondo onomatopeico. È un dispositivo, artificio o tattica il cui scopo è catturare, rilevare o disturbare un intruso. La trappola può essere un oggetto fisico (come una gabbia o una falsa porta) o una sfida intellettuale (un indovinello). Le trappole sono emerse per aiutare l' uomo nei suoi compiti di caccia. G