Definizione cucciolo

L'etimologia di un cucciolo ci porta alla parola latina catŭlus . Un cucciolo è l' allevamento di vari animali mammiferi, come il cane, il gatto, il lupo e il leone. È, quindi, la progenie di queste specie.

cucciolo

Ad esempio: "Il mio cane aveva otto cuccioli", "Nella piazza c'è un cucciolo che sembra perso", "Lo zoo ha annunciato che la coppia di orsi polari aveva due cuccioli nati in perfette condizioni di salute" .

I cuccioli sono l'effetto della riproduzione degli animali. Quando questi mammiferi si accoppiano, la femmina può rimanere incinta e poi dare alla luce uno o più cuccioli. Si può dire che i cuccioli sono l'equivalente dei bambini umani.

E come per i bambini umani, anche i cuccioli hanno bisogno della cura dei loro genitori nella prima fase della vita. Solo quando crescono iniziano a sviluppare le abilità necessarie per sopravvivere da soli. Mentre sono cuccioli, devono svolgere numerosi processi di apprendimento .

Un altro punto comune che i cuccioli hanno con i bambini umani è la tenerezza che si risvegliano in noi: il loro modo di camminare apparentemente maldestro, il loro modo effusivo di reagire a qualsiasi nuovo concetto per loro, i loro occhi pieni di illusione e innocenza, tutti questo ci fa desiderare di stringerli tra le nostre braccia e prenderci cura di loro per tutta la vita. Tuttavia, il passare del tempo può cancellare questa tenerezza e portare all'abbandono.

Al momento delle vacanze, sia a Natale che a Capodanno, così come nei compleanni, è molto comune per gli adulti dare cuccioli ai bambini, giustificando la loro azione con il fatto che prendersi cura di un essere indifeso può insegnare loro lezione di vita inestimabile per diventare esseri responsabili . Tuttavia, una percentuale allarmante di questi animali finisce nei canili o sulle strade, abbandonati dalle loro stesse famiglie quando non vogliono più continuare a condividere le loro vite con loro.

Uno dei motivi per cui le persone abbandonano i cani è che sentono di non poterli più controllare, cioè che i loro metodi di insegnamento non funzionano e gli animali non rispondono come si aspettano. Sia che si tratti di oggetti di valore dannosi, di sfuggire o di affrontare altri cani, il carattere di un essere vivente non si trova in un catalogo e dipende in gran parte dall'allevamento che riceve. Qualunque sia la ragione, nulla giustifica lasciare qualcuno per strada o in un canile.

Quando vediamo un cucciolo in un annuncio o per strada, di solito non ci fermiamo a pensare che un giorno diventerà un adulto e che forse non siamo preparati a vivere con loro. Non siamo consapevoli della complessità dei loro bisogni emotivi, né delle conseguenze che possono avere l'abitudine di dare a un bambino tutti i gusti. Tutto ciò peggiora se l'adozione avviene attraverso un negozio di animali, poiché in questo modo sosteniamo lo sfruttamento degli animali.

Nel linguaggio colloquiale, un membro di una nuova generazione che si sta preparando a succedere al precedente in una certa area è chiamato cucciolo: "Quello è il mio cucciolo! Quando vado in pensione, so che la compagnia sarà in buone mani ", " I cuccioli del club arrivano con tutto: ce ne sono diversi che sono pronti ad unirsi al team di professionisti ", " Vieni, cucciolo, ti mostrerò come usare questa macchina " .

"Cachorro" è anche il titolo di un film diretto dallo spagnolo Miguel Albaladejo, il soprannome di un musicista argentino ( Cachorro López ) e il nome di diverse squadre sportive ( Chicago Cubs, Acaponeta Cubs ).

Raccomandato
  • definizione: emblema

    emblema

    L'emblema dell'etimologia porta ad emblēma , una parola latina. Questo termine, d'altra parte, deriva dal greco émblēma . Il concetto si riferisce al simbolo o distintivo che è costituito come rappresentazione di qualcos'altro . Nell'antichità, un emblema era un'immagine o una figura senza un chiaro significato ma che, nella sua parte inferiore, presentava un motto o un'espressione che permetteva di decifrare e comprendere il suo senso morale. Que
  • definizione: piscina

    piscina

    Pool , che deriva da piscīna (una parola latina), è un serbatoio artificiale di acqua che viene utilizzato per scopi ricreativi, sportivi o decorativi. Conosciuta in alcuni paesi come una piscina o una piscina , la piscina consente alle persone di rinfrescarsi in estate , praticare il nuoto o giocare a giochi d'acqua, tra le altre attività. A
  • definizione: tibia

    tibia

    La parola latina tibĭa venne nella nostra lingua come tiepida . È un osso di grande estensione che si trova nella gamba e che si articola con l' astragalo , la fibula e il femore . La tibia ha una diafisi , un'epifisi distale e un'epifisi prossimale . Si dice spesso che questo osso supporta il peso del corpo, ricevendolo dal femore e trasmettendolo dalla sua parte all'astragalo.
  • definizione: scatenarsi

    scatenarsi

    Il verbo arremeter menziona il fatto di attaccare o caricare con la forza . Può essere un'azione concreta (fisica) o simbolica. Ad esempio: "Il governo non dovrebbe attaccare la classe lavoratrice, ma deve aiutarla" , "Nell'attaccare un giocatore rivale, mi sono slogato la spalla" , "Il governatore riceverà il sindaco dell'opposizione dopo aver attaccato la sua politica fiscale" .
  • definizione: preoperatoria

    preoperatoria

    La prima cosa da chiarire sul termine preoperatorio che andremo ad analizzare è che si tratta di un neologismo composto dalla somma di diverse componenti del latino: • Il prefisso "pre", che significa "prima". • Il verbo "operari", che può essere tradotto come "facendo un lavoro". • Il
  • definizione: vita privata

    vita privata

    Determinare l'origine etimologica del termine intimità che ci occupa è la prima cosa che faremo perché, in questo modo, saremo in grado di comprenderne meglio il significato. In particolare, si deve sottolineare che proviene dal latino e più precisamente dall'avverbio intus , che equivale a "dentro". L&