Definizione decibel

Il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) riconosce il concetto di decibel come sinonimo di decibel : un'unità di intensità acustica. Un decibel o decibel è uguale a 0, 1 bel (l'unità che sorge dal quoziente tra la pressione prodotta da un'onda e una pressione presa come riferimento). Il termine belio deriva da Bell, cognome di un noto fisico scozzese diventato cittadino americano: Alexander Graham Bell (1847-1922).

Il decibel è un'espressione logaritmica, quindi non è lineare, ed è anche adimensionale (non rappresenta una dimensione) e scalare (è un numero reale che descrive un fenomeno fisico di una grandezza senza la necessità di indicare una direzione, come vettori). È importante notare che né il decibel né il bel appartengono al sistema internazionale di unità .

In un'altra area, il termine Decibel è il nome proprio di una struttura di comunicazioni dell'interfaccia grafica unificata nota come KDE 4, sviluppata per i sistemi Unix. Un framework, d'altra parte, è un ambiente di lavoro che si concentra su un particolare problema che prende come punto di riferimento per offrire soluzioni ad altri di natura simile.

Il framework Decibel funziona in tempo reale e consente l'integrazione di protocolli di comunicazione per interconnettere le varie tecnologie su cui si basa KDE 4, in modo che gli sviluppatori possano includere alcune funzionalità di comunicazione più facilmente nei loro programmi.

C'è anche un lettore audio chiamato Decibel Audio Player, che è stato sviluppato nel linguaggio di programmazione Python e offre un'interfaccia chiara e pulita per gli utenti GNOME, un ambiente desktop che viene utilizzato nei sistemi operativi liberi GNU / Linus, Unix e i suoi derivati, come Solaris e BSD.

Raccomandato
  • definizione popolare: mercantilismo

    mercantilismo

    Determinare l'origine etimologica del termine mercantilismo è la prima cosa che faremo prima di entrare pienamente nell'analisi del suo significato. In particolare, dovremmo dire che è una parola che viene dal latino, e più precisamente è il risultato della somma delle seguenti componenti latine: "mercari", che è sinonimo di "commercio"; "-Il", che indica una "qualità" e il suffisso "-ism", che equivale a "sistema". Il m
  • definizione popolare: cubismo

    cubismo

    Il cubismo è una teoria scolastica e estetica delle arti plastiche e del design. È caratterizzato dall'uso di forme geometriche , come cubi, triangoli e rettangoli. Il movimento è nato in Francia e ha avuto il suo periodo di massimo splendore tra il 1907 e il 1914 . Il termine cubismo deriva dalla parola francese cubismo , proposta dal critico Louis Vauxcelles . Q
  • definizione popolare: equazione

    equazione

    Secondo gli esperti di Matematica , un'equazione (concetto derivato dal latino aequatio ) è un'eguaglianza in cui almeno uno sconosciuto sembra richiedere la divulgazione da parte della persona che risolve l'esercizio. È noto come membri di ciascuna delle espressioni algebriche che consentono di conoscere i dati (cioè i valori già noti) e gli incogniti (i valori che non sono stati scoperti) collegati attraverso varie operazioni matematiche. Va
  • definizione popolare: fregio

    fregio

    L'idea del fregio è utilizzata nelle aree della decorazione e dell'architettura . Si chiama fregio alla striscia che è dipinta nella parte inferiore di un muro, in un colore diverso dal resto della superficie. Il fregio può anche essere creato con carta, marmo, legno o altro materiale. In questo senso, il fregio è un rivestimento o una finitura . Qu
  • definizione popolare: audace

    audace

    L'audacia è senza paura , audacia o incoscienza che riflette il comportamento di una persona . Il soggetto che agisce con audacia riceve la qualifica di audace . Ad esempio: "Quando è scoppiato l'incendio, il ragazzo ha avuto l'audacia di camminare per la casa per salvare il suo gatto" , "Dire qualcosa del genere al proprietario dell'azienda è una vera audacia" , "Con la sua caratteristica audacia, l'attaccante sbilanciato la partita quando si entra nella seconda metà " . Il
  • definizione popolare: allitterazione

    allitterazione

    Il latino è la lingua in cui si trova l'origine etimologica della parola allitterazione che ora ci occupa. Quindi, possiamo stabilire che è un termine composto da tre parti chiaramente differenziate: il prefisso annuncio che significa "verso", la parola littera che può essere tradotta come lettera e il suffisso -ción che viene determinato come "azione ed effetto" . L&