Definizione marmo

Il marmo, un termine derivato dalla parola latina marmor, è una roccia metamorfica che si sviluppa da calcari cristallizzati . Il carbonato di calcio è il suo componente principale.

marmo

Quando i calcari sono ad alta pressione e alta temperatura, si cristallizzano. Inizia così a sviluppare un processo di metamorfosi che, con l'intrusione di altri elementi, sta dando colore e modificando la composizione del marmo, che si caratterizza per la sua compattezza e la luminosità che ottiene dallo smalto.

La solita cosa è che il marmo è combinato con altre sostanze per creare linee o motivi o per dargli sfumature diverse. Così, grazie alle sue qualità estetiche, il materiale viene utilizzato nel campo della decorazione, della costruzione e persino dell'arte .

Le sculture in marmo sono realizzate scolpendo la roccia. Tra le opere sviluppate in questo modo ci sono statue, fontane e tombe.

Secondo gli specialisti, la superficie traslucida della roccia consente alle figure umane in marmo di essere realistiche grazie alla profondità visiva che si ottiene. Un altro vantaggio che offre il marmo rispetto ad altri materiali è la sua resistenza .

Il marmo di Carrara appare tra i marmi più apprezzati al mondo . È ottenuto dalle cave delle Alpi Apuane, nella zona del comune italiano di Carrara .

José Mármol, nel frattempo, era uno scrittore, politico e giornalista argentino nato nel 1817 e morto nel 1871 . Nel partito Buenosairean dell'ammiraglio Brown, una località prende il nome.

Pablo, Betty e Bam-Bam Mármol, infine, sono personaggi della serie animata "The Flintstones" . Pablo e Betty sono sposati, mentre Bam-Bam è il figlio piccolo della coppia.

Raccomandato
  • definizione popolare: fitness

    fitness

    Il concetto di fitness non fa parte del dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ). Il termine, appartenente alla lingua inglese, è comunque utilizzato nella nostra lingua per alludere agli esercizi che consentono di mantenere una buona forma fisica . Quando parliamo di fitness, quindi, ci riferiamo a una pratica o una disciplina legata all'attività fisica .
  • definizione popolare: proteina

    proteina

    La proteina è una nozione che deriva dalla lingua greca e che permette di nominare un certo tipo di sostanza che si trova nelle cellule . È un biopolimero composto da amminoacidi che appaiono incatenati. Questi amminoacidi, a loro volta, sono formati da legami peptidici . A causa delle funzioni che sviluppano, le proteine ​​sono essenziali per l'esistenza della vita . Ci s
  • definizione popolare: funghi

    funghi

    Dal fungo latino, un fungo è un organismo eucariotico appartenente al regno dei Fungi . I funghi formano un gruppo polifiletico (non esiste un antenato comune a tutti i membri) e sono parassiti o vivono su materia organica in decomposizione. Le pareti cellulari dei funghi sono formate dalla chitina .
  • definizione popolare: sostenibile

    sostenibile

    Sostenibile è qualcosa che può essere sostenuto o difeso con ragioni . Ad esempio: "Dammi una ragione sostenibile per non licenziare Gómez" , "Il giudice ha ritenuto che le sue spiegazioni non fossero sostenibili e ha deciso di condannarlo all'ergastolo" , "Non esiste una ragione sostenibile per giustificare un tale comportamento" . I
  • definizione popolare: siero

    siero

    Siero è un termine che ha molteplici usi. Nel campo della medicina , il siero è una soluzione formata da vari composti dell'organismo; in questo caso parliamo di soluzione salina fisiologica . La composizione di questo siero può variare, sebbene di solito abbia acqua e cloruro di sodio. I medici si appellano alla soluzione salina fisiologica per iniettare determinate sostanze nel corpo o per fornire elementi essenziali quando c'è una riduzione del volume del sangue. Il
  • definizione popolare: tittle

    tittle

    Tilde è un termine che può essere usato nel maschile (la tilde) o nel femminile (la tilde). È il segno che viene utilizzato per indicare l' accentuazione di una parola o per differenziare una lettera da un'altra. Dobbiamo conoscere, oltre a quanto sopra, l'origine etimologica di questo termine e che ci porta a stabilire che esso derivi dal latino. N