Definizione trisomia

Una trisomia è un'alterazione che si verifica nei geni e che comporta la comparsa di un cromosoma in più in una delle solite coppie. Ciò significa che viene registrata una tripletta invece della coppia omologa di cromosomi che caratterizza gli esseri diploidi.

Tutto iniziò quando lo scienziato Klaus Patau ei suoi collaboratori dovettero trattare un bambino con gravi malformazioni e un cariotipo (codice che esprime un modello cromosomico) di 47 cromosomi, cioè un altro. Questo cromosoma era di medie dimensioni, ed è ora noto come cromosoma 13 . Una delle caratteristiche superficiali dei bambini che soffrono di questo disturbo è una fessura nella bocca e più di cinque dita in una delle sue estremità.

Come se ciò non bastasse, attraverso l'autopsia è possibile rivelare un numero maggiore di malformazioni, in questo caso all'interno del corpo; A causa delle anomalie che si sviluppano durante le cinque settimane di gestazione, molti dei sistemi organici si evolvono in modo errato. È interessante notare che i genitori di bambini con trisomia del par 13 tendono ad essere più anziani di altri, sebbene la differenza non sia così pronunciata come quella tra genitori e genitori di bambini con sindrome di Down.

La sindrome di Edwards si verifica nei bambini con una trisomia sul cromosoma 18. In questo caso ci sono malformazioni congenite, come: statura al di sotto del normale, crani allungati avanti e indietro, orecchie deformate e posizioni anormali, collo spesso, depressione nel mento e anca lussata. Inoltre, la loro aspettativa di vita è ridotta.

Un termine correlato a questo concetto del campo della genetica è l' aneuploidia, un cambiamento che influenza il numero di cromosomi e che può aprire le porte a certi disturbi, come quelli menzionati nei paragrafi precedenti. Le persone con diagnosi di trisomia non hanno un'elevata vitalità e questo dato rende probabile la comparsa di varie aneuploidie, sebbene la maggior parte dei feti che soffrono di questo tipo di malattia non giungano a termine.

Raccomandato
  • definizione popolare: fascio

    fascio

    Il concetto di raggio deriva dal latino biga , un termine che era usato per riferirsi al trasporto di un paio di cavalli. La trave, con 'v', consente di identificare il pezzo curvo (che può essere sia in ferro che in legno), presente nelle vecchie vetture con lo scopo di permettere il collegamento tra fronte e retro.
  • definizione popolare: decoder

    decoder

    Il concetto di decodificatore , che può anche essere definito un decodificatore , allude a ciò che decodifica (o decodifica). D'altra parte, il verbo decodificare fa riferimento all'applicazione inversa delle regole di un codice a un messaggio che è codificato per ottenere la sua forma originale. L
  • definizione popolare: distorsione

    distorsione

    La distorsione della parola del tardo latino è venuta nella nostra lingua come distorsione . Il concetto ha diversi significati: il primo menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) si riferisce a una svolta . Una distorsione, in questo senso, può riferirsi a una distorsione , una lussazione o un altro tipo di lesione fisica legata a un tratto improvviso, violento o forzato.
  • definizione popolare: rifiutare

    rifiutare

    Rifiutare è un verbo che deriva dalla parola latina refusare . Il termine si riferisce al rifiuto di accettare, accettare o ammettere qualcosa . Per esempio: "Mi rifiuterò di testimoniare fino all'arrivo del mio avvocato" , "Bruno ha fatto una proposta a Gustavo che era impossibile rifiutare" , "Il governo sta cercando scuse per poter rifiutare le nuove affiliazioni" .
  • definizione popolare: argilla

    argilla

    Prima di procedere alla conoscenza del significato del termine argilla, dobbiamo intraprendere l'istituzione della sua origine etimologica. In questo caso, dobbiamo determinare che deriva dal latino, esattamente, della parola "argilla", che può essere tradotto come "argilla da vasaio".
  • definizione popolare: centromero

    centromero

    Il centromero è l' area più stretta dei cromosomi , la cui posizione è caratteristica in ciascuna delle coppie. Va ricordato che un cromosoma è una struttura cellulare che ospita l'acido desossiribonucleico ( DNA ). I cromosomi hanno due braccia , distanziati dal centromero; uno di loro è chiamato q ed è lungo, mentre quello corto è chiamato p . Secon