Definizione sfruttamento

Lo sfruttamento è il processo e il risultato dello sfruttamento . Questo verbo, derivante dallo sfruttatore francese ( che può essere tradotto come "approfittando" ), si riferisce ad appropriarsi dei profitti o dei benefici di un settore industriale o di un'attività commerciale, e dell'abuso delle qualità di un individuo o di un contesto.

sfruttamento

Ad esempio: "Il milionario inglese vuole partecipare allo sfruttamento minerario nella provincia della Patagonia", "Dovremo ottimizzare le risorse in modo che lo sfruttamento sia proficuo", "Compagni, se non ci uniamo, lo sfruttamento capitalista non si fermerà mai e saremo condannato a vivere in povertà .

Nel campo dell'economia, lo sfruttamento si riferisce a tutte quelle attività correlate che consentono di ottenere risorse da una certa fonte. In questo senso, possiamo parlare dello sfruttamento minerario (per ottenere minerali), dello sfruttamento agricolo (legato alle piantagioni), dello sfruttamento del bestiame (bovini, suini, ecc.) O dello sfruttamento della pesca (legato alle specie acquatiche).

All'interno del contesto socio-politico, lo sfruttamento è associato a disuguaglianze tra classi sociali e distribuzione diseguale del reddito . La nozione si riferisce alla relazione stabilita dai settori dominanti con le classi più deboli. In questo senso possiamo parlare di sfruttamento del lavoro, il che implica una serie di abusi commessi contro i lavoratori.

Questo rapporto di sfruttamento tra datori di lavoro e dipendenti rappresenta la realtà di innumerevoli persone in tutto il mondo. Nemmeno le poche persone che affermano di godere del loro lavoro (o perché sono riuscite a coltivare le loro vocazioni per avere un maggiore controllo sulla loro vita o, semplicemente, hanno trovato un lavoro dove si sentono a loro agio) godono di condizioni eque . Tuttavia, l'ingiustizia inizia ad un livello più alto, poiché i loro capi sono i primi ad essere costretti ad affrontare tasse elevate che non hanno nulla a che fare con la situazione economica del loro paese, così come una serie di regole che mettono in discussione l'attrattiva essere un imprenditore

Come spesso accade in altri casi, la situazione è troppo complessa per proporre una soluzione istantanea. Molti sostengono che in linea di principio nessuno dovrebbe accettare condizioni abusive quando si inizia un rapporto di lavoro, ma in pratica, non tutti possono permettersi di rifiutare un lavoro. Tuttavia, non è necessario andare a quell'estremo per provocare un cambiamento; ci sono opportunità che non causerebbero lo stesso impatto ma che possono aiutare a modellare la realtà a poco a poco, che non richiedono più di un "no" prima di una richiesta sconsiderata o di un reclamo al momento e con le caratteristiche appropriate.

I partiti di sinistra, d'altra parte, menzionano lo sfruttamento delle nazioni sottosviluppate da parte dei paesi industrializzati. Questo sfruttamento si riflette di solito nella fissazione imposta di una relazione economica che danneggia i più poveri e un vincolo di dominio / subordinazione .

Per la biologia, lo sfruttamento è una sorta di collegamento che avviene attraverso l'interazione di varie specie in cui alcuni beneficiano di altri che sono danneggiati.

Il concetto di sfruttamento può anche riferirsi alle condizioni naturali, ai talenti o alle abilità con cui gli esseri umani nascono. Le società sono strutturate in modo tale che solo alcune pongono domande e cercano la propria strada, mentre la maggioranza segue le rotte prestabilite e moderate in un modo che non ostacola i piani di chi detiene il potere . Ci sono due posizioni opposte sul talento : da un lato, ci sono quelli che credono che tutti abbiamo un immenso potenziale, che ci permetterebbe di realizzare qualsiasi cosa ci proponiamo di fare, sia a livello artistico, sportivo o scientifico; dall'altra, un aspetto più convenzionale parla di esseri dotati, che si distinguono inevitabilmente dal loro ambiente.

Raccomandato
  • definizione popolare: nome comune

    nome comune

    I nomi sono quelle parole che, in una frase, possono fungere da soggetto . Questi sono nomi che si riferiscono ad un essere o ad un oggetto. Comune , d'altra parte, è ciò che è comune o che non è proprietà esclusiva di qualcuno. L'idea del nome comune , quindi, si riferisce ai termini che possono essere usati per nominare qualsiasi membro di una certa classe o specie , senza tener conto delle sue particolarità o specificità. Per c
  • definizione popolare: ciclo cellulare

    ciclo cellulare

    Il ciclo cellulare è l'insieme di fasi sviluppate tra due divisioni cellulari che vengono eseguite consecutivamente. Il processo inizia nel momento in cui una nuova cellula sorge, che discende da un'altra che è stata divisa, e termina quando quella cellula conduce alla successiva divisione e dà origine a un'altra coppia, che sono considerate sue figlie. I
  • definizione popolare: opposizione

    opposizione

    L'opposizione è l' azione e l'effetto di opposizione o opposizione (proponendo una ragione contro ciò che un'altra persona dice, mettendo qualcosa contro un'altra cosa per impedirne l'effetto, mettendo qualcosa di fronte a qualcos'altro, contraddicendo un disegno). Il concetto di opposizione è molto comune nel campo della politica . È
  • definizione popolare: verdure

    verdure

    I legumi sono semi o frutti che crescono in baccelli . Il termine, che deriva dalla parola latina legūmen , è anche usato per indicare il frutto che producono le leguminose . Esistono diversi tipi di verdure: alcune misurano pochi millimetri e altre hanno una dimensione di cinquanta centimetri. Anche le forme sono molto varie.
  • definizione popolare: vegetariano

    vegetariano

    La parola latina végétarien è arrivata alla nostra lingua come vegetariana . È un aggettivo che si riferisce a quello legato al vegetarismo oa uno che è esperto in questa dottrina alimentare. Il vegetarismo consiste nel non mangiare carne di qualsiasi tipo (mucca, maiale, pollo, pesce, ecc.): Quindi, limita il cibo agli alimenti di origine vegetale. Gli
  • definizione popolare: cruenta

    cruenta

    L' aggettivo insanguinato , che deriva dalla parola latina cruentus , è usato per descrivere ciò che è sanguinante o feroce . Ad esempio: "Questa sanguinosa guerra ha già causato migliaia di vittime" , "Un sanguinoso scontro tra la polizia e una banda di criminali si è concluso con tre morti e cinque feriti" , "I narcos sono immersi in una sanguinosa battaglia per il dominio territoriale della zona " . Una