Definizione zincato

Si chiama galvanizzazione o galvanizzazione all'atto e risultato della zincatura : è l'applicazione di uno strato metallico su un altro metallo diverso utilizzando una corrente elettrica .

zincato

Il concetto viene dal cognome della persona che ha indagato su questo tipo di processo: l'italiano Luigi Galvani (1737-1798). Questo scienziato ha scoperto che, quando applica una corrente elettrica su un muscolo di un animale morto, sperimenta una contrazione. Lavorando con i metalli, Galvani ha notato che la carica elettrica di ciascuno è diversa.

Questo fisico e medico italiano hanno concluso che, facendo appello alle diverse cariche elettriche, è possibile coprire un metallo con un altro. Il processo, noto come zincatura, viene effettuato con l'intenzione di proteggere un metallo.

La zincatura più frequente viene eseguita applicando uno strato di zinco su ferro . In questo modo, il ferro è protetto poiché lo zinco è il materiale che viene esposto all'aria e, quando viene a contatto con l'ossigeno, si ossida. Tubi o tubi, ad esempio, tendono a subire questa zincatura.

Il rivestimento di acciaio con zinco può svilupparsi in modi diversi. La zincatura a caldo comporta l'introduzione degli elementi di acciaio in un crogiolo di zinco fuso. La zincatura a freddo, d'altra parte, richiede l'uso di un rullo, una spazzola o una pistola per applicare lo zinco sull'acciaio.

È importante ricordare che la zincatura non solo migliora la protezione del metallo che è coperto, contribuendo alla durabilità di diverse strutture, griglie e pezzi di arredo urbano. È anche usato per scopi estetici, usando strati di oro, argento, bronzo, stagno o rame.

Raccomandato
  • definizione: ovocita

    ovocita

    Conoscere l'origine etimologica del termine ovocita ci porta ad analizzare che esso proviene dal greco. In particolare, è il risultato della somma di due componenti di quel linguaggio: "oo", che può essere tradotto come "uovo" e "kytos", che è equivalente a "cella". G
  • definizione: padiglione

    padiglione

    Padiglione è un termine che ha la sua origine etimologica nel vecchio paveillon francese. Può essere una tenda o una tenda che ha un aspetto conico grazie all'utilizzo di vari pali e corde. Ad esempio: "Quando ha iniziato a piovere, ci siamo rifugiati nel padiglione del cibo" , "La fiera è formata da diversi padiglioni dove gli artigiani offrono i loro prodotti" , "Vorrei installare un padiglione nel giardino per dormire fuori in le notti più calde . &q
  • definizione: drenaggio

    drenaggio

    Il drenaggio è un termine che deriva dal drenaggio francese e che si riferisce all'azione e all'effetto del drenaggio . Questo verbo, a sua volta, significa assicurare l'uscita di liquidi o l'eccessiva umidità attraverso condutture, tubi o fossati. Per l' ingegneria e la pianificazione urbana, il drenaggio è il sistema di tubazioni interconnesse che consente l'evacuazione dell'acqua piovana o di altri tipi di liquidi . I
  • definizione: adattamento

    adattamento

    Come per molte delle parole in spagnolo, il termine adattamento deriva dal latino. All'interno della lingua di cui sopra, la sua origine risiede nella parola adaptare, che è un verbo composto da due parti. Quindi, in primo luogo c'è l' annuncio prefisso, che significa "verso", e in secondo luogo troviamo il verbo aptare che verrebbe tradotto come "aggiusta" o "equip".
  • definizione: pigiama

    pigiama

    L'origine del termine pigiama è piuttosto complicata, dal momento che una serie di lingue entrano in gioco. Così, il castigliano lo prese dal "pigmeo" inglese e questa lingua fece lo stesso del "paegama" indostano, che divenne pantaloni larghi e larghi indossati dai maomettani.
  • definizione: sulle persone

    sulle persone

    La tratta di esseri umani è un crimine che consiste nel rapimento, trasferimento o ricezione di esseri umani mediante minacce, violenza o altri meccanismi coercitivi (frode, abuso di posizione dominante, ecc.). Considerata schiavitù moderna , la tratta di esseri umani comporta l' acquisto e la vendita di persone , in cui la vittima è soggetta all'autorità di un altro soggetto. Ti