Definizione LCD

L'acronimo LCD si riferisce a Liquid Crystal Display, un'espressione della lingua inglese che può essere tradotta come display a cristalli liquidi . Un LCD, quindi, è un tipo di schermo, caratterizzato dall'essere piatto e formato da pixel che contengono molecole di cristalli liquidi.

LCD

Questi pixel si trovano tra due strati di cristalli polarizzati e sono illuminati da una sorgente di luce fissa. Le molecole di cristalli liquidi consentono il passaggio di più o meno quantità di luce in base allo stimolo elettrico che ricevono.

Si può quindi affermare che uno schermo LCD mostra le immagini di quella retroilluminazione che consente la combinazione di colori. Uno degli svantaggi di questo sistema è che non può fornire il nero assoluto, una caratteristica che influenza il contrasto e che va contro la qualità dell'immagine.

Attualmente gli schermi LCD sono relativamente economici. Ecco perché possiamo trovare display a cristalli liquidi su numerosi dispositivi, dai televisori oltre i 50 pollici ai piccoli calcolatori. Va notato che la risoluzione nativa degli schermi LCD in Full HD è di 1920 x 1080 pixel .

Mentre negli schermi LCD l'immagine è formata dalla lampada situata dietro, gli schermi a LED hanno diodi a emissione di luce di piccole dimensioni. Nel caso degli schermi al plasma, nel frattempo, hanno pixel circondati da una miscela gassosa che, quando riceve corrente elettrica, diventa solo plasma, formando l'immagine attraverso una reazione del fosforo presente nei pixel.

Raccomandato
  • definizione popolare: follia

    follia

    La follia è la privazione dell'uso della ragione o del buon senso . Fino alla fine del diciannovesimo secolo , la follia era legata al rifiuto delle norme sociali stabilite . Anche, era comune essere confusi con certi disturbi, come l' epilessia o il bipolarismo. Attualmente, la nozione di follia è legata a uno squilibrio mentale che si manifesta in una percezione distorta della realtà, la perdita di autocontrollo, allucinazioni e comportamenti assurdi o senza ragione. L
  • definizione popolare: respirazione branchiale

    respirazione branchiale

    La respirazione consiste nell'assorbimento ed espulsione dell'aria . Una volta che l'aria entra nell'organismo di un essere vivente, prende alcune sostanze e poi la espelle già modificata a causa del processo. Gli esseri viventi respirano aria per ricevere ossigeno che viene fissato nel sangue e quindi espirare per eliminare l' anidride carbonica .
  • definizione popolare: società per azioni

    società per azioni

    La società , un termine che ha la sua origine etimologica nella parola latina sociĕtas , può riferirsi a diverse questioni. In questa occasione, siamo interessati al suo significato come gruppo di individui che formano un'unità attraverso la cooperazione per raggiungere un obiettivo comune . Quando diverse persone stabiliscono un accordo per fare determinati contributi con l'intenzione di realizzare qualcosa insieme, stabiliscono un contratto di partnership . Un
  • definizione popolare: ragionevolezza

    ragionevolezza

    La ragionevolezza è una nozione la cui origine etimologica si trova nella parola latina rationabilitas . Il termine si riferisce alla condizione di ciò che è ragionevole e, quindi, è coerente con la ragione . Va notato che la ragione è la capacità dell'essere umano di riflettere e analizzare per ottenere una conclusione. Il p
  • definizione popolare: piede

    piede

    È noto come il piede alle estremità delle gambe , formato da una struttura di ossa, muscoli delle articolazioni e altri componenti. Grazie ai piedi, le persone possono stare in piedi e camminare. Ad esempio: "Ho lasciato cadere una sedia sul mio piede e mi fa molto male quando lo passo: dovrò andare dal medico" , "I massaggi sul piede sono molto rilassanti" , "Mi sono rotto l'alluce giocando a calcio" . È
  • definizione popolare: dilemma

    dilemma

    In greco è dove possiamo dire che l'origine etimologica del termine dilemma si trova, che ora analizzeremo in profondità. Ed è costituito da due parole di quel linguaggio: "dis", che può essere tradotto come "due" e "lemma", che è equivalente a "premessa o tema". Un