Definizione dactylography

La nozione di digitazione viene utilizzata come sinonimo di digitazione . Entrambi i termini si riferiscono alla tecnica sviluppata quando si utilizza la tastiera di una macchina da scrivere .

È importante sottolineare che al momento ci sono diverse tecnologie che vengono utilizzate in combinazione con le nozioni di base della digitazione per l'immissione di testo in un dispositivo elettronico, e che non tutte sono direttamente correlate né potrebbero sostituire completamente questa disciplina. Ad esempio, il mouse è una periferica utilizzata nei computer principalmente per interagire con oggetti quali icone, elementi di un modulo (come pulsanti, elenchi a discesa e cursori) e finestre; tuttavia, è anche possibile usarli per scrivere su una tastiera virtuale.

Sebbene non sia normale scrivere un lungo testo usando solo il mouse, in alcuni contesti può essere molto utile aumentare le misure di sicurezza : quando si entra nel pannello di controllo di un conto bancario, ad esempio, è comune che appaia una tastiera sullo schermo per scrivere la nostra chiave segreta, con l'obiettivo di combattere i tentativi di controllo automatico da parte di utenti non autorizzati.

La digitazione è inoltre completata da sistemi di riconoscimento vocale, che ci permettono di dettare parole al dispositivo in modo che esso li riconosca e li inserisca dove vogliamo, che si tratti di un documento di testo o di una barra degli indirizzi del browser; in questo caso, ci troviamo di fronte a una tecnologia in grado di dispensare perfettamente l'uso delle mani per la scrittura, e infatti è utilizzata da molte persone con problemi di salute, come l'osteoartrosi.

Il termine typing, che può ancora essere utilizzato oggi come sinonimo per la digitazione in certe aree, in realtà era obsoleto dopo questi cambiamenti che stavano trasformando questa disciplina e allontanando sempre più i dispositivi meccanici; per questo motivo, la digitazione è ora preferita.

Raccomandato
  • definizione: appropriazione indebita

    appropriazione indebita

    Appropriazione indebita è l' atto e il risultato di appropriazione indebita . Questo verbo , che deriva dalla parola italiana defalcare , allude all'appropriazione di fondi che dovrebbero essere custoditi o amministrati . L'azione può anche riferirsi alla rimozione della fiducia o del favore di qualcuno.
  • definizione: ammissione

    ammissione

    L'ammissione è l' atto e il risultato dell'ammissione (tolleranza, accesso, consenso). Basato sulla parola latina ammissione , l' idea di ammissione può essere utilizzata in diverse aree. Ad esempio: "Sono ansioso: domani verrà definita la mia ammissione all'università" , "Per entrare in questa società dovrai superare un esame di ammissione" , "L'ammissione della somma reale del debito è necessaria per iniziare i negoziati con i creditori" . È no
  • definizione: forca

    forca

    La parola latina patibulum deriva, nella nostra lingua , in patíbulo . Il concetto consente di denominare il sito in cui è specificata un'esecuzione . Il patibolo, noto anche come impalcatura, è solitamente una struttura con una piattaforma in cui viene eseguita una persona condannata alla pena capitale . I
  • definizione: indubitabile

    indubitabile

    Il termine indubitabile , che deriva dalla parola latina indubitabĭlis , si riferisce a ciò che non può essere messo in dubbio . D'altra parte, il verbo da dubitare allude a diffidare di qualcosa o di qualcuno o di non decidere su una cosa o l'altra. L'indubitabile, quindi, non accetta i dubbi perché, per le sue caratteristiche o proprietà, è affidabile, preciso, preciso o preciso . Ad e
  • definizione: deperibile

    deperibile

    La deperibilità è un aggettivo che indica che non è molto durevole e che, pertanto, deve perire (smettere di essere, finire) . Ad esempio: "Non illuderti: questo è qualcosa di perituro; la realtà è molto diversa " , " Non puoi uscire nel deserto e portare con te cibo deperibile " , " La ricchezza materiale è deperibile; i valori sono eterni . "
  • definizione: tipicidad

    tipicidad

    La tipicità è la caratteristica di ciò che è tipico (rappresentativo o particolare di qualche tipo ). Il concetto è solitamente usato nel campo del diritto per nominare ciò che costituisce un crimine perché si adatta a una figura che descrive la legge . In altre parole: la tipicità assume l'adeguatezza di un comportamento ai budget che dettaglia la legislazione su un crimine . Se l&#