Definizione corporeità

La corporeità è chiamata la caratteristica del corporeo : ciò che ha corpo o coerenza. L'idea del corpo, d'altra parte, può riferirsi a tutti gli organi e sistemi che formano un essere vivente oa quello che ha un'estensione limitata e viene percepito attraverso i sensi.

corporeità

Il concetto di corporeità è spesso usato nel campo dell'educazione fisica in riferimento alla percezione del corpo e ai movimenti che una persona può fare per dargli espressione. Secondo la vecchia scuola, queste proprietà distinguono l' essere umano dal resto della specie; tuttavia, il lavoro di ricerca di alcuni specialisti attuali è del parere che non ci sia una tale differenza tra noi e gli altri animali.

Potremmo dire che la nostra esistenza è corporea, poiché la percezione del mondo che ci circonda viene effettuata attraverso il nostro corpo. Ma questo è più complesso di una semplice verifica del nostro ambiente, poiché inizia con la percezione del proprio corpo, e questo è il punto in cui alcuni scienziati credono che ci differenziamo dalle altre specie . Potrebbe un lupo trascorrere la sua intera vita senza sentire un individuo, senza capire di cosa si tratta, che esiste in un modo definito e unico? Credo che questo non solo mostrerebbe grande orgoglio da parte nostra, ma confina con l'assurdo.

Un individuo, attraverso la sua percezione del corpo e del motore, accede alle informazioni, sente e attribuisce significato al mondo esterno. La corporeità è costruita a livello sociale, a livello psicologico ea livello biologico: il soggetto si proietta all'esterno dal proprio corpo.

Tutto ciò ci consente di muoverci attraverso la realtà rispettando una serie di norme che nascono dalla convivenza con i nostri pari e dalla convivenza con il resto degli individui che percepiamo intorno a noi. Comprendiamo che esistiamo, e poi che esistono altri.

Si crede che il nostro rapporto con il mondo esterno cominci nel grembo materno, attraverso l'interazione che nostra madre ha con la società . Questa fase si sta delineando per il nostro futuro, soprattutto quando è accompagnata da importanti complicazioni, come situazioni di povertà o violenza.

Dal giorno in cui nasciamo iniziamo ad appropriarci dell'ambiente, per cercare di capire perché siamo qui, chi siamo, cosa possiamo fare con le risorse che ci circondano. È un gioco apparente, anche se nasconde una ricerca assolutamente necessaria dell'identità, che si manifesta attraverso risate, pianti, movimenti violenti delle estremità, domanda di cibo e scambio di affetti.

Si può dire che la corporeità è responsabile della rappresentazione del modo di essere di un individuo. L'educazione fisica mira a modellare il corpo secondo quell'incarnazione, i cui ideali cambiano con il tempo e il luogo.

Va notato che la corporeità, secondo queste analisi, consente all'essere vivente di prendere coscienza di se stesso . La relazione che una persona instaura con il suo corpo, con i corpi degli altri e con l'ambiente forma la sua identità, ciò che lo differenzia. Ecco perché l'educazione fisica deve anche permettere la sperimentazione della corporeità in tutte le sue dimensioni, promuovendo la libera espressione della materia.

A che serve la coscienza di noi stessi, la corporeità? È il punto di partenza di una vita autonoma, del processo decisionale costante che intendiamo come passaggio attraverso il mondo, per riconoscere e cercare di soddisfare i nostri bisogni, per difenderci dalle minacce e, in breve, per sopravvivere e raggiungere la pienezza, sia fisicamente che emotivamente.

Raccomandato
  • definizione: dubbioso

    dubbioso

    Dubitativo , derivato dalla parola latina dubitativus , è un aggettivo che viene usato con riferimento a quello o a quello che denota un dubbio . Si chiama dubbio, d'altra parte, all'indecisione tra due disposizioni o giudizi; all'incertezza riguardo a un evento; o esitazione . Colui che è titubante, quindi, dubita di qualcosa.
  • definizione: casa

    casa

    Il domicilio deriva dal domicilio latino che, a sua volta, ha origine nel termine domus ( "casa" ). Il concetto è usato per nominare la casa permanente e fissa di una persona . Ad esempio: "Chiederò un taxi per raggiungere il mio indirizzo più velocemente" , "Per contrattare i servizi dell'azienda, devi avere un indirizzo in questa città" , "La polizia ha riferito che l'indirizzo è stato violato dai criminali" . L&#
  • definizione: palestra

    palestra

    Una parola greca che può essere tradotta come "lotta" fu trasformata, in latino, in palaestra . Per la nostra lingua , il concetto è venuto come una conferenza ed è usato per indicare il luogo in cui, nell'antichità, si svilupparono le lotte . L'arena, quindi, era lo spazio in cui alle persone veniva insegnato a combattere e le battaglie venivano combattute. Po
  • definizione: contrassegno

    contrassegno

    L' impronta è l' impressione , il marchio o il segno lasciato da una persona o da un oggetto. È una caratteristica o segno peculiare e distintivo. Vediamo alcune frasi di esempio: "L'impronta del nuovo allenatore è già stata notata nella squadra" , "Il veicolo esibisce ancora il timbro d'impatto" , "Non ha una grande voce, ma mi piace la sua impronta" . Un
  • definizione: equilibrio termico

    equilibrio termico

    Il termine equilibrio , che deriva dalla parola latina aequilibrium , ha diversi significati. Può essere lo stato che registra un corpo quando le forze che lo influenzano si compensano a vicenda; a un peso che, essendo identico a un altro, lo contrasta; alla situazione dell'oggetto che non cade nonostante la sua instabilità; o armonia in diversi elementi.
  • definizione: ostilità

    ostilità

    Dal latino ostile , l' ostilità è la qualità ostile , che indica un atteggiamento provocatorio e contrario, di solito senza motivo, verso un altro essere vivente. Il concetto permette di riferirsi ad un'azione ostile e ad un'aggressione armata, secondo il dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) . L