Definizione madre

La madre è la donna o la donna che ha partorito . Ad esempio: "Ema è diventata mamma una settimana fa: ha dato alla luce due gemelli", "Ho sempre sognato di essere una madre, ma gli anni passano e diventa sempre più difficile rimanere incinta", "Lucy ha dato alla luce sei cuccioli, cinque dei quali sono stati abbandonati per l' adozione . "

madre

Le madri del gruppo di mammiferi, che include gli umani, allevano i loro bambini nel grembo materno. La prole è prima un embrione, poi un feto e infine, quando si è sviluppato, nasce dopo il travaglio quando la madre partorisce. Va detto che non tutte le donne possono partorire in modo naturale, quindi si sottopongono a un intervento chirurgico noto come taglio cesareo, che consiste nel fare un taglio nella zona addominale e nell'utero per facilitare la nascita dei loro figli.

Il concetto di una madre trascende i limiti della biologia . Le donne che adottano, a causa dell'infertilità o della volontà di collaborare con milioni di bambini che attendono ansiosamente una casa, diventano anche madri poiché svolgono la stessa funzione che è legata alla donna che partorisce. Ciò significa che l'essere madre va ben oltre la generazione stessa, ma include questioni come l' amore, la cura e l'attenzione.

La madre è, d'altra parte, il titolo dato a certi religiosi : "Madre Teresa di Calcutta ha realizzato una grande opera umanitaria", "Madre, vorrei collaborare con le donazioni per la tua congregazione" . L'uso religioso del termine risale alla considerazione della Vergine Maria come Madre di Dio .

La parola permette anche di riferirsi all'origine, alla causa o alla radice di dove qualcosa proviene : "La rassegnazione a sorpresa dell'allenatore è stata la madre di tutti i problemi che attualmente affliggono la squadra", "Questa è la madre di tutte le battaglie" .

Depressione postpartum

madre È una depressione di intensità molto varia che colpisce le donne entro un periodo massimo di un anno dopo aver dato alla luce, anche se di solito avviene durante il primo trimestre.

Per quanto riguarda le sue cause, nessuno le ha definite esattamente, sebbene questo tipo di depressione sia solitamente correlata a una serie di fattori molto tipici della gravidanza, come ad esempio:

* i cambiamenti che il corpo subisce a livello fisico e ormonale, sia a causa della gravidanza e del parto, con conseguenti ripercussioni sulla mente;
* cambiamenti a livello sociale, dato che le loro relazioni interpersonali sono influenzate dal loro status;
* mancanza di tempo libero ed energia, in parte causati da disturbi del sonno;
* preoccupazione per la possibilità di non diventare una buona madre;

Si ritiene, d'altra parte, che siano più propensi a soffrire di depressione postpartum:

* hanno meno di vent'anni;
* consumare tabacco, alcol o qualche tipo di stupefacente, che crea anche un rischio importante per la salute del bambino;
* non hanno pianificato di rimanere incinta o hanno seriamente considerato di abortire;
* ha avuto una depressione o un disturbo d'ansia in precedenza o durante un'altra gravidanza;
* vivere un evento tragico o molto difficile da superare durante la gravidanza o al momento del parto, come la morte di una persona cara, alcune complicazioni del parto o la notizia di una grave malattia nel neonato;

Dal momento della consegna e delle prossime due o tre settimane, c'è un fenomeno noto come depressione puerperale, i cui sintomi più comuni sono irritabilità, ansia alta e tristezza, che portano a lacrime e confusione. Quando questi sintomi non scompaiono o quando hanno luogo un mese o più dopo la nascita, possiamo parlare di depressione postpartum.

Raccomandato
  • definizione: causa onoraria

    causa onoraria

    La frase latina honoris causa può essere tradotta con "onore" . L'espressione è usata per riferirsi al dottorato assegnato con l'intenzione di riconoscere un merito straordinario . Un medico onorario , quindi, è un individuo che un'università si è distinta per i suoi risultati. Que
  • definizione: prisma

    prisma

    Il prisma viene dal prisma latino e ha il suo antecedente più remoto in una parola greca. Nel campo della geometria , un corpo è conosciuto come un prisma i cui limiti sono stabiliti da una coppia di poligoni uguali e piatti, disposti in parallelo, e da vari parallelogrammi, in base al numero di lati che hanno le loro basi.
  • definizione: cifra

    cifra

    Il termine cifra deriva da digĭtus , una parola latina che può essere tradotta come "dito" . Nel campo della matematica , il numero che viene espresso attraverso una singola cifra è chiamato una cifra (le cifre sono le cifre oi segni usati per esprimere una quantità). Ciò significa che, nella numerazione decimale , i numeri delle cifre sono dieci: 0 , 1 , 2 , 3 , 4 , 5 , 6 , 7 , 8 e 9 . Con
  • definizione: australe

    australe

    Con origine etimologica nella parola latina australis , il termine austral può essere usato come aggettivo o come sostantivo . Nel primo caso, è un qualificatore utilizzato in geografia e astronomia con riferimento a ciò che appartiene al sud . Ricorda che il sud è il punto cardinale che si trova dietro la persona che, alla sua destra, ha l'est. Il
  • definizione: tubare

    tubare

    La parola che ora ci occupa, dobbiamo sottolineare che è una parola che emana da una onomatopea. In particolare, viene da ciò che viene espresso come "rrru rrruuu" e che è usato per riferirsi ai suoni fatti dai piccioni. Lullaby è un concetto che può essere utilizzato in diversi contesti e con significati diversi. Il
  • definizione: faro

    faro

    È conosciuto come un segnale di segnalazione che, sia mobile o fisso, è installato in un luogo per fare un avvertimento o con l'intenzione di guidare il traffico del veicolo . L'atto di segnalare con i beacon è chiamato beaconing , mentre il suo risultato è chiamato beaconing . I beacon, in breve, sono elementi che servono ad avvisare di un eventuale pericolo o rischio . La