Definizione discendente

Discendente è qualsiasi persona che discende da un altro, come un nipote o un bambino. Il concetto è associato alla nozione di parentela (la relazione di sangue o unione in virtù della legge ).

discendente

Se consideriamo il caso di un individuo, è noto come ascendente di quelle generazioni della sua famiglia che hanno preceduto il suo arrivo nel mondo. I bisnonni, i bisnonni, i nonni e i genitori sono ascendenti di una persona.

I discendenti, quindi, sono le generazioni che lo seguono nell'albero genealogico: figli, nipoti, pronipoti, bisnipoti, ecc. Naturalmente, un soggetto può essere ascendente o discendente, a seconda del parente che viene preso in considerazione.

Ad esempio: Osvaldo è il nonno di Javier e, quindi, uno dei suoi antenati. Ma Osvaldo è un discendente di Rubén, suo padre. Ciò significa che Osvaldo, come tutte le persone, occupa la posizione di ascendente e discendente secondo il caso.

La linea di discesa può essere diritta (un antenato legato a chi discende direttamente da lui: pronipote-pronipote-figlio) o collaterale (un antenato legato ai suoi discendenti senza linea diretta, poiché non discendono l'uno dall'altro: cugini, fratelli, zii). Hugo è un discendente del suo grande zio Ramiro, anche se non è il suo diretto discendente.

Per la biologia, la prole è il risultato della riproduzione . Questa definizione trascende gli esseri umani e include altri esseri viventi (animali, batteri). Tutti quegli individui con un antenato comune formano un clan, mentre negli umani parlano di famiglia .

Essere un discendente di Hitler

discendente Il nome di Adolf Hitler ha causato brividi per decenni in coloro che lo pronunciano, specialmente quelli che devono aver sofferto delle sue macabre azioni. Ma l'odio che si diffuse durante la sua sfortunata vita colpì molte più persone di quelle che morirono sotto le sue grinfie: sia i discendenti delle loro vittime dirette che i loro continuarono a sopportare il terribile peso di essere legati a Hitler, in un modo o nell'altro .

Non importa la religione, né il grado di conoscenza che le persone hanno sul regno di Hitler: solo menzionare questo cognome serve a far sì che le persone provenienti da molte parti del mondo facciano riferimento al puro male, all'ingiustizia, che evocano la paura più profonda che puoi immaginare, e sicuramente nessuno vorrebbe incontrarlo faccia a faccia. In questo senso, quasi tutti noi siamo al sicuro, poiché Adolf ha lasciato questa Terra per molto tempo per non tornare; Ma che dire di quelli che portano il loro sangue nelle loro vene ?

Attualmente, cinque persone rappresentano il loro unico lignaggio, anche se va notato che Hitler non ha discendenti diretti: Raubal, Heiner e Peter Hochegger, figli di Angela, sua sorellastra; Louis, Brian e Alexander Stuart-Houston, figli di un fratellastro di nome Alois Hitler Jr.

Come vivono questi sfortunati individui sapendo che il loro albero genealogico li collega in modo irreversibile con uno degli uomini più temuti e ripudiati nella storia dell'umanità, con la carne sbagliata, con la causa di una ferita che nessuno può cancellare in un tutta la città? Bene, non molto bene.

Molti dei parenti di Hitler menzionati sopra hanno accettato di non sposarsi o di lasciare una prole, di porre fine una volta per tutte alla loro discendenza, una decisione che dimostra senza dubbio il grande peso che per loro la relazione deve rappresentare, anche se indirettamente, con l'autore di così tante morti e torture. Sebbene non sia molto difficile da capire, è un accordo molto particolare che per molti può sembrare nobile, ma forse è l'ultima ingiustizia di Adolf, dal momento che nessuna di queste persone è stata direttamente o indirettamente responsabile della Olocausto.

Raccomandato
  • definizione popolare: pensiero

    pensiero

    Secondo la definizione teorica, il pensiero è ciò che è portato alla realtà attraverso l'attività intellettuale . Pertanto, si può dire che i pensieri sono prodotti elaborati dalla mente , che possono apparire dai processi razionali dell'intelletto o dalle astrazioni dell'immaginazione . Il p
  • definizione popolare: qualità

    qualità

    Le qualità sono le caratteristiche che contraddistinguono e definiscono le persone , gli esseri viventi in generale e le cose. Il termine deriva dalla qualità latina e consente di riferirsi al modo di essere di qualcuno o qualcosa. Una qualità può essere una caratteristica naturale e innata o qualcosa acquisito con il passare del tempo . Qu
  • definizione popolare: logo

    logo

    Un logo è un simbolo che consente l' identificazione di un marchio, un'azienda, un'organizzazione o un prodotto . Conosciuto come logo nel linguaggio colloquiale, è una rappresentazione grafica . Ad esempio: "L'azienda farmaceutica ha presentato il suo nuovo logo in occasione di un evento tenutosi presso l'Hotel Presidente" , "Il comune ha lanciato un concorso per la creazione di un logo" , "Il produttore ha deciso di recuperare il suo vecchio logo per l'uso nel nuovissimo modello di maglia della squadra nazionale di calcio " .
  • definizione popolare: premio

    premio

    Il premio è un concetto che viene utilizzato nel campo del diritto per nominare una risoluzione emessa da un arbitro o un compoundatore amichevole che consente di risolvere una controversia tra due o più parti. La decisione dell'arbitro può essere paragonata alla sentenza dettata da un giudice , sebbene la giurisdizione del giudice sia stabilita dalla legge e la giurisdizione dell'arbitro sia nell'autonomia della volontà. Ci
  • definizione popolare: rielezione

    rielezione

    La rielezione è l' azione e il risultato della rielezione . Questo verbo si riferisce alla scelta di qualcosa di nuovo . L'uso del termine, comunque, è associato all'ambito della politica . La rielezione, in questo senso, consiste nel tornare a votare a un funzionario affinché continui a occupare la stessa posizione. I
  • definizione popolare: suffisso

    suffisso

    La parola latina suffixus deriva in suffisso , un concetto che viene usato in grammatica per denominare l' affisso che viene aggiunto alla fine di una parola . Un affisso, d'altra parte, è una sequenza linguistica che altera il significato di un termine. Suffissi, quindi, sono affissi che vengono posticipati, a differenza dei prefissi (che vengono posti prima della parola).