Definizione mafia

La nozione di mafia è usata per nominare un gruppo clandestino e criminale . All'inizio il termine si riferiva specificamente alle organizzazioni criminali in Sicilia ( Italia ), ma poi cominciò a essere usato per riferirsi a qualsiasi gruppo di questo tipo.

mafia

La mafia, quindi, è una banda dedita alla criminalità organizzata . I rapporti tra i membri sono regolati dai cosiddetti "codici d'onore", la cui violazione è solitamente severamente punita dagli altri membri, anche con la morte .

Cosa Nostra e la camorra sono le mafie più conosciute in Italia . Il leader di queste band è conosciuto come un dono : è quello che occupa il posto più alto nella gerarchia dell'associazione .

Ci sono, comunque, mafie nella maggior parte dei paesi . La mafia cinese, la mafia giapponese e la mafia albanese sono tra le più pericolose al mondo.

L'operazione della mafia divenne nota a livello popolare dalla finzione . Mario Puzo, con il suo romanzo "El Padrino", raccontava le esperienze della famiglia Corleone e mostrava molte delle azioni che i mafiosi di solito sviluppano. Quando il libro fu adattato al cinema da Francis Ford Coppola, la storia divenne famosa in tutto il pianeta.

Si chiama anche mafia per una società o un gruppo che, quando difende i loro interessi, agisce senza scrupoli. In questi casi, non si tratta di crimine organizzato, ma di attività e comportamenti che si sviluppano senza etica e, talvolta, anche al di fuori della legge.

Raccomandato
  • definizione: plasticità

    plasticità

    Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) , la plasticità è una caratteristica di qualità dei materiali plastici . Vi sono, tuttavia, vari usi del concetto. Si può dire che la plasticità è una proprietà meccanica di alcune sostanze, in grado di subire una deformazione irreversibile e permanente quando sottoposta a una tensione che supera il suo raggio o limite elastico . Quand
  • definizione: uguaglianza di genere

    uguaglianza di genere

    La parola latina aequalĭtas venne al castigliano come uguaglianza . Il concetto è usato per riferirsi a una corrispondenza , un equilibrio o una simmetria . Può anche riferirsi all'equità o alla conformità . Il genere , nel frattempo, è un termine con diversi usi. In questo caso siamo interessati a concentrarci sul suo significato come l'insieme a cui una persona appartiene in base al loro sesso , tenendo conto delle questioni socioculturali oltre il rigorosamente biologico. L
  • definizione: gruppo funzionale

    gruppo funzionale

    L'idea di gruppo funzionale è usata nel campo della chimica per riferirsi agli atomi che conferiscono proprietà chimiche distintive a una molecola organica . Può essere un atomo o un insieme di queste particelle. Le molecole organiche sono composti chimici che hanno carbonio e che formano legami carbonio-idrogeno e carbonio-carbonio. I
  • definizione: inattività

    inattività

    L'assenza di azione è chiamata inazione . L'idea dell'azione, d'altra parte, allude allo sviluppo, al risultato o alla conseguenza del fare (generare, produrre o eseguire qualcosa). L'inazione, quindi, è associata a immobilità , passività o inattività . Ad esempio : "Il calciatore deve aggiungere minuti di gioco a poco a poco da quando viene da cinque mesi di inattività a causa di un infortunio al ginocchio sinistro" , "L'inazione del governo prima che la crescita dell'insicurezza sia allarmante" , "Se i leader il mondo mantiene la loro inerz
  • definizione: inclusione

    inclusione

    L'inclusione è l' atto e il risultato di includere . Il verbo di includere, a sua volta, si riferisce a contenere o individuare qualcuno o qualcosa all'interno di un set o una cosa . Ad esempio: "Favorire l'inclusione sociale è l'obiettivo principale del nostro governo" , "L'inclusione dei giovani ecuadoriani nella linea dei titoli ha sorpreso i giornalisti" , "Tutte le scuole pubbliche devono garantire l'inclusione dei bambini con disabilità" . L
  • definizione: affiliazione

    affiliazione

    Per entrare pienamente nella definizione del significato del termine affiliazione, è necessario che, in primo luogo, conosciamo la sua origine etimologica. In questo caso, si deve affermare che è una parola di origine latina. In particolare, è il risultato della somma di diversi componenti ben definiti: -Il prefisso "ad-", che significa "verso". -