Definizione lavoro

Al momento di intraprendere l'analisi del lavoro sostanziale, è importante che prima di determinarne il significato eseguiamo l'esposizione della sua origine etimologica. In particolare, questo si trova in latino, e più esattamente nella parola tripalum .

io lavoro

La definizione teorica del concetto di lavoro può essere analizzata da diversi punti di vista. Un approccio di base presenta questa parola come la valutazione dello sforzo compiuto da un essere umano . Tuttavia, dal punto di vista neoclassico dell'economia, per menzionare un altro caso a titolo di esempio, il lavoro consiste in uno dei tre elementi che determinano tutta la produzione, come accade con la terra e il denaro .

In questo modo, e avvicinandosi a ciò che comunemente tutti intendiamo come lavoro, possiamo determinare che questo concetto può essere usato in due modi molto frequenti. Quindi, da un lato, ci riferiamo ad esso come l'azione eseguita da una persona che è impegnata a svolgere una serie di compiti o attività sia fisicamente che intellettualmente.

E d'altra parte, usiamo questo stesso termine per riferirsi a qualsiasi occupazione che un uomo o una donna ha fuori casa per cui ricevono un'indennità economica mensile. Quindi, per esempio, potremmo usare il seguente esempio: "Luisa ha un lavoro come cameriera in un bar del centro".

Se tornate indietro a epoche remote, potete vedere che la schiavitù è predominante, un lavoro forzato che si verifica quando un individuo esercita soggezione a un altro e gli impedisce di prendere decisioni e di agire con la propria volontà. Dalla metà del 19 ° secolo, i livelli di schiavitù iniziarono a cadere e questa modalità fu dichiarata illegale . Da allora, il lavoro salariato è diventato la forma più comune di lavoro.

Questa concezione della nozione di lavoro porta alla comprensione che quando un individuo svolge una certa attività produttiva viene ricompensato con uno stipendio, che è il prezzo che viene messo nell'ambiente di lavoro per il lavoro che svolge. Il rapporto di lavoro tra chi cerca lavoro e il lavoratore è condizionato e supportato da leggi e accordi diversi, sebbene ci siano anche casi nella vita quotidiana di ciò che viene chiamato lavoro nero (quelli assunti illegalmente che consentono lo sfruttamento e il profitto con i lavoratori).

Altre forme di occupazione che possono essere rilevate in tutto il mondo sono il lavoro produttivo autonomo (attraverso il quale si esercitano le professioni liberali e il commercio, per esempio), il lavoro informale di sopravvivenza e servitù, tra gli altri.

Sebbene il lavoro ad honorem che non suppone la concessione di una remunerazione monetaria (generalmente realizzata con finalità sociali o educative) sia una realtà, si considera che il lavoro sia un'attività svolta in cambio di un compenso economico . Ecco perché c'è una frase che afferma che "il lavoro è ciò che non faresti se non fossi pagato per questo" .

Tuttavia, oltre a quanto sopra, dobbiamo sottolineare che il lavoro è un sostantivo che ha molti altri significati. In questo modo è anche usato per riferirsi a quello che è il luogo stesso in cui si svolge lo sviluppo dell'occupazione. Un esempio potrebbe essere questo: "Miguel non era a casa, era al lavoro".

E tutto questo senza dimenticare che esiste una serie di espressioni che usano il concetto che ci occupa come parte fondamentale. Così, si parla anche di lavoro forzato come quelli che sono costretti a esibirsi e come parte della loro pena le persone che si trovano in certe prigioni.

Raccomandato
  • definizione: causa onoraria

    causa onoraria

    La frase latina honoris causa può essere tradotta con "onore" . L'espressione è usata per riferirsi al dottorato assegnato con l'intenzione di riconoscere un merito straordinario . Un medico onorario , quindi, è un individuo che un'università si è distinta per i suoi risultati. Que
  • definizione: prisma

    prisma

    Il prisma viene dal prisma latino e ha il suo antecedente più remoto in una parola greca. Nel campo della geometria , un corpo è conosciuto come un prisma i cui limiti sono stabiliti da una coppia di poligoni uguali e piatti, disposti in parallelo, e da vari parallelogrammi, in base al numero di lati che hanno le loro basi.
  • definizione: cifra

    cifra

    Il termine cifra deriva da digĭtus , una parola latina che può essere tradotta come "dito" . Nel campo della matematica , il numero che viene espresso attraverso una singola cifra è chiamato una cifra (le cifre sono le cifre oi segni usati per esprimere una quantità). Ciò significa che, nella numerazione decimale , i numeri delle cifre sono dieci: 0 , 1 , 2 , 3 , 4 , 5 , 6 , 7 , 8 e 9 . Con
  • definizione: australe

    australe

    Con origine etimologica nella parola latina australis , il termine austral può essere usato come aggettivo o come sostantivo . Nel primo caso, è un qualificatore utilizzato in geografia e astronomia con riferimento a ciò che appartiene al sud . Ricorda che il sud è il punto cardinale che si trova dietro la persona che, alla sua destra, ha l'est. Il
  • definizione: tubare

    tubare

    La parola che ora ci occupa, dobbiamo sottolineare che è una parola che emana da una onomatopea. In particolare, viene da ciò che viene espresso come "rrru rrruuu" e che è usato per riferirsi ai suoni fatti dai piccioni. Lullaby è un concetto che può essere utilizzato in diversi contesti e con significati diversi. Il
  • definizione: faro

    faro

    È conosciuto come un segnale di segnalazione che, sia mobile o fisso, è installato in un luogo per fare un avvertimento o con l'intenzione di guidare il traffico del veicolo . L'atto di segnalare con i beacon è chiamato beaconing , mentre il suo risultato è chiamato beaconing . I beacon, in breve, sono elementi che servono ad avvisare di un eventuale pericolo o rischio . La