Definizione balena

La parola greca phállaina venne in latino come ballaena, che a sua volta passò in castigliano come balena . La nozione permette di nominare un animale marino del gruppo di cetacei che può misurare più di trenta metri di lunghezza.

balena

La balena è l' animale più grande del mondo . È un mammifero i cui arti anteriori sono pinne, ha una sola pinna orizzontale e nella parte superiore della testa ha delle aperture che gli permettono di espellere l'aria.

Nella sua mascella, le balene hanno la barba (anche chiamata, come l'animale, le balene). Questi sono fogli flessibili situati in una coppia di file parallele, che sono simili ai pettini. Fatti di cheratina, i baffi delle balene consentono di filtrare il cibo: i cetacei aprono la bocca quando nuotano, così l'acqua penetra e poi, attivando la gola e la lingua, la espellono nuovamente, lasciando il cibo (krill, crostacei, pesce, ecc.) trattenuto.

Un'altra peculiarità delle balene è che la coda, grazie alla sua disposizione, consente loro di risalire sulla superficie con facilità. Questo è molto importante dal momento che le balene devono salire per respirare, avendo la possibilità di essere vicino a un'ora sotto l' acqua .

Le balene vivono circa trenta anni e di solito hanno un solo vitello dopo una gestazione di dodici mesi. Di solito questi animali si accoppiano e hanno la loro prole in mare caldo e poi migrano in acque più fredde per nutrirsi.

La balena franca australe, la balena della Groenlandia e la balena glaciale sono alcune delle specie esistenti di balene.

Nella finzione, la figura della balena ha un posto molto importante, così come quello di altri animali marini, come lo squalo e il polpo. In questo caso, una delle storie più importanti è senza dubbio " Moby-Dick ", scritta dallo scrittore nordamericano Herman Melville e pubblicata nell'anno 1851. In generale, il libro racconta i viaggi del Capitano Achab a bordo del Pequod, una nave baleniera con la quale ha cercato di realizzare il suo obiettivo di catturare un grande capodoglio bianco.

Un'altra specie che ha attirato l'attenzione dell'essere umano è l' orca, che è soprannominata "killer whale", un'espressione che non lo rappresenta affatto. L'orca non è una balena, ma un odontoceto di cetacei che fa parte di Delphinidae, la famiglia dei delfini oceanici ; infatti, il genere a cui appartengono, chiamato Orcinus, non ha altre specie. È il più grande delfino conosciuto al mondo e si è adattato a tutti gli oceani.

Nel 1984 ebbe luogo una scoperta davvero sorprendente sulle balene e le loro abilità. Un gruppo di scienziati della National Marine Mammal Foundation in California, negli Stati Uniti, ha iniziato a notare alcuni suoni strani nelle vicinanze del serbatoio di balene e delfini, come se fossero conversazioni tra persone, ma non ha capito cosa cosa hanno detto Pochi giorni dopo, tutti ansimarono quando un sommozzatore uscì dal serbatoio e chiese a chi lo avesse chiamato: nessun umano gli aveva parlato, ma era una delle balene, chiamata NOC, che aveva imparato a imitare i nostri suoni .

NOC era una balena bianca che passò alla storia come la prima a modificare i suoi meccanismi vocali per imitare la voce umana. È importante capire che per portare a termine questa impresa dovette abbassare diverse ottave e modificare la pressione del suo tratto nasale, tra le altre regolazioni dei suoi muscoli, poiché il modo di emettere suoni delle balene è molto diverso dal nostro.

Raccomandato
  • definizione: biodegradabile

    biodegradabile

    Per comprendere appieno il termine biodegradabile, la prima cosa da fare è conoscere la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo stabilire che è una parola formata dalla somma di più componenti: -Il nome greco "bios", che può essere tradotto come "vita". -Il prefisso latino "de-", che viene utilizzato per indicare la distanza o la direzione. -I
  • definizione: aquila

    aquila

    La parola latina qui è venuta allo spagnolo come un'aquila . Sebbene il concetto abbia diversi usi, il più comune è legato all'uccello predatore appartenente alla famiglia degli accipitridi . Le aquile sono caratterizzate dalla velocità che raggiungono quando volano, i loro muscoli di grande forza e visione eccellente. Ha
  • definizione: ope

    ope

    Il termine opa può essere compreso in modi diversi a seconda del contesto. In alcuni paesi sudamericani, il concetto è usato per indicare un individuo che manca di intelligenza o che ha difficoltà a comprendere le cose . Ad esempio: "Juan è un opa, non voglio passare le vacanze con lui" , "Sei opa o non mi senti? Ti
  • definizione: anaerobio

    anaerobio

    Dobbiamo prima di tutto stabilire che l'anaerobico è un neologismo che è stato modellato nella seconda metà del diciannovesimo secolo nel mondo della microbiologia e della biochimica. È il risultato della somma di tre componenti chiaramente differenziate: -Il prefisso "an-", che viene utilizzato per indicare la negazione. -I
  • definizione: Vianda

    Vianda

    Prima di addentrarci pienamente nella definizione del significato del termine via, dobbiamo conoscere la sua origine etimologica. In questo senso, possiamo sottolineare che deriva dal francese, più precisamente da "viande", che può essere tradotto come "cibo e sostentamento". Tuttavia, non possiamo ignorare che questo termine a sua volta deriva dal latino volgare, da "vivanda", che emanava dal verbo "vivere" ("vivere").
  • definizione: umidità

    umidità

    La parola umidità , con la sua origine nella parola latina humidĭtas , permette di evidenziare la condizione di umidità (cioè, fa parte della natura dell'acqua o che mostra di essere impregnata con esso o un altro liquido). L'umidità, quindi, può far menzione dell'acqua che si è attaccata a un oggetto o che è vaporizzata e combinata con l' aria . Ad ese