Definizione volgare

Dal latino vulgaris, volgare è qualcuno o qualcosa che appartiene o è relativo al volgare (il comune delle persone popolari ). Il concetto si riferisce a ciò che è inadatto a persone istruite oa una buona istruzione. Ad esempio: "Il giocatore ha fatto un gesto volgare verso il podio quando è stato sostituito dal suo allenatore", "La pop star ha di nuovo dimostrato di essere una persona volgare mettendo in mostra le sue mutande in pubblico", "Non c'è niente di più volgare che masticare a bocca aperta " .

volgare

Le cosiddette parolacce, parolacce o parolacce fanno parte della volgarità. L'accettazione sociale di ogni parola è culturale e può essere compresa solo nell'ambito di una specifica società. Ciò significa che ci sono termini offensivi per un popolo e innocui per gli altri.

Il linguaggio volgare, in ogni caso, trascende le parolacce. Una persona può parlare volgarmente senza usare imprecazioni. Se una persona dice a un vecchio "cammina più veloce, vecchio, sono di fretta" è volgare e irrispettoso anche quando non usa parolacce.

Ciò significherebbe che in molte occasioni il linguaggio volgare diventa osceno usando le loro parole per offrire insulti e insulti ad altre persone. In particolare, in questo senso, la solita cosa è usare le parole che possono ferire il destinatario quando si riferisce alla loro razza, nazionalità, orientamento sessuale o capacità intellettuale, tra le altre cose.

Il volgare è anche legato alle espressioni che tentano contro ciò che è considerato sacro o che sono coinvolte in argomenti che sono tabù (come il sesso).

D'altra parte, ci sono gesti (alzando il dito medio verso un'altra persona), atteggiamenti (colpendo il naso) e persino vestiti (che non coprono le parti intime) che rendono una persona considerata volgare.

È interessante notare che nei tempi antichi il termine volgare era usato per riferirsi a un tipo di arte. Più precisamente, l'espressione arti volgari è stata usata per riferirsi a tutte quelle opere che sono state ottenute attraverso una serie di lavori e tecniche manuali.

La scultura o la pittura erano quindi alcune delle arti volgari e tutte quelle che possono essere inquadrate nel genere dell'artigianato. Davanti a tutti loro c'erano le arti liberali che erano quelle emanate da un punto di partenza intellettuale come sarebbe il caso della filosofia, dell'astronomia o della dialettica, tra molte altre.

Attualmente nel campo del marketing, della pubblicità e del commercio viene anche usato il termine volgare. In particolare, si impegna per l'espressione di marca vulgarizzata. Si tratta di definire tutto quel marchio registrato che ha raggiunto un tale prestigio nel proprio settore che viene usato per riferirsi all'intero prodotto generico.

Un esempio di questo è il marchio Danone che è riuscito a usare il termine danone o yogurt per definire il suddetto alimento a base di latte in questo momento.

Un altro uso del termine, infine, è legato al generale o all'abituale (in contrapposizione a quello speciale o tecnico): "È un computer volgare e attuale, senza grandi benefici" .

Raccomandato
  • definizione: gesto

    gesto

    Ademán è un concetto con un'origine etimologica molto interessante. Il termine deriva da una parola araba classica che si riferiva a una garanzia di tipo legale . Quando una persona ha cercato di sostituire la garanzia , ha fatto appello a promesse o giuramenti accompagnati da gesti pomposi . In questo modo, il senso del gesto stava cambiando fino a quando non era associato ai movimenti che un individuo compie per trasmettere un messaggio o dare qualcosa da capire .
  • definizione: equilibrio

    equilibrio

    Dal latino aequilibrum , il termine equilibrio si riferisce allo stato di un corpo quando le forze opposte che agiscono su di esso si compensano e si distruggono a vicenda. È noto come equilibrio, d'altra parte, la situazione in cui un corpo è quando, nonostante abbia poca base di appoggio, riesce a rimanere senza cadere .
  • definizione: eloquente

    eloquente

    Dalla parola latina elŏquens , l' aggettivo eloquente è usato per descrivere ciò che conta con l' eloquenza o ciò che si esprime con detta caratteristica. Per sapere a cosa si riferisce la nozione di eloquente, è essenziale conoscere il significato dell'eloquenza. Questa è la cosiddetta capacità di scrivere o parlare in modo tale che il destinatario sia mosso o convinto di qualcosa . Una p
  • definizione: ipotalamo

    ipotalamo

    L' ipotalamo è un'area del cervello che si trova sotto il talamo e può essere inquadrata nel diencefalo . Attraverso il rilascio di ormoni, l'ipotalamo è responsabile della regolazione della temperatura corporea, della sete, della fame, dell'umore e di altre questioni di grande importanza. Q
  • definizione: tachymetry

    tachymetry

    Per scoprire il significato del termine tachimetria, è necessario che, in primo luogo, procediamo a conoscere la sua origine etimologica. In questo caso, dobbiamo determinare che è una parola che deriva dal greco, poiché è il risultato della somma di due parti chiaramente differenziate come queste: -L'aggettivo "takhys", che può essere tradotto velocemente. -Il
  • definizione: carola

    carola

    Un canto è una canzone breve e popolare con un ritornello . È una composizione musicale (con la sua forma poetica associata) che è nata sotto forma di canzone profana e che ha guadagnato molta popolarità quando la gente ha iniziato ad associarla al Natale . A poco a poco, i canti iniziarono a essere cantati nei templi e nelle chiese. I