Definizione tipografia

Conoscete l'origine etimologica della parola tipografia? Se no, e prima di entrare pienamente in ciò che è l'analisi del significato del termine, è importante sapere che è in greco. In particolare, questa parola deriva dall'unione di tre componenti: i tipi di parole che significano "muffa", i grafi concettuali che possono essere tradotti come "scrivere o registrare" e il suffisso - che è equivalente a "qualità o azione".

tipografia

È noto come tipografia per l'abilità, il commercio e l'industria di scelta e l'uso di tipi (le lettere progettate con unità di stile) per sviluppare un lavoro di stampa. È un'attività responsabile di tutto ciò che riguarda simboli, numeri e lettere di un contenuto stampato su supporti fisici o digitali.

Il design, l'aspetto e le dimensioni dei tipi dipendono dalla tipografia. È possibile distinguere vari rami o divisioni in quest'arte, come la tipografia creativa (che esplora le forme grafiche oltre lo scopo linguistico dei simboli), modificando la tipografia (legata alle proprietà normative delle famiglie di tipi), tipografia del dettaglio o del microtipo (centrato sull'interlineare, l'interletrado e il segno visivo) e la macrotipografia (specializzata nel tipo, nello stile e nel corpo dei simboli).

La tipografia imitata, in un primo momento, calligrafia. Con il tempo si è optato per i tipi più leggibili e facili da capire, una decisione legata ai progressi tecnici.

I tipi mobili originali furono sviluppati da Johannes Gutenberg ( 1398 - 1468 ), anche se questi esperimenti furono già effettuati dai cinesi nell'undicesimo secolo. Gutenberg si dedicò all'incisione dei personaggi in rilievo in senso inverso su una matrice in acciaio e, nel 1445, riuscì a creare il primo libro stampato dell'Occidente (la Bibbia ).

Un libro citato, noto anche come Bibbia di 42 righe, in riferimento al numero di linee che davano forma a ciascuna pagina.

Quando parliamo di tipi, che sono ciascuno dei tipi esistenti di lettere o pezzi della stampa utilizzati per evidenziare una lettera o un segno in particolare, dobbiamo sottolineare il fatto che quelli hanno una serie di componenti che formano la tua anatomia. Così, per esempio, hanno un'altezza, palchi, un braccio, una coda, una certa inclinazione, aste e persino un orecchio.

In questo modo, partendo da questo insieme di elementi e molti altri, si stabiliscono due tipi di classificazione: storica o per modulo.

Nel caso della prima modalità citata possiamo dire che è composta da tipi antichi, egizi o moderni, tra gli altri. Nel frattempo, nel secondo caso, questo insieme di lettere è differenziato in base al fatto che abbiano o meno aste che facilitano o ostacolano la lettura.

Nel diciannovesimo secolo, la tipografia optò per due tecniche principali: il monotipo (dove ogni simbolo è fuso in rilievo in isolamento) e il linotype (le linee complete sono fuse separatamente e, alla fine della stampa, tutto si scioglie di nuovo ).

Raccomandato
  • definizione popolare: tensione

    tensione

    Il settore del tronco che è sotto la terra e che è collegato alle radici è chiamato un ceppo . L'uso più comune della nozione si riferisce specificamente al tronco della vite e, per estensione, all'intera pianta che ha l' uva come frutto. La vite è un genere che ha diverse specie e appartiene al gruppo familiare delle vitácee . Si t
  • definizione popolare: risocializzazione

    risocializzazione

    La Royal Spanish Academy ( RAE ) non riconosce il concetto di re - socializzazione . Sì, include nel suo dizionario, d'altra parte, la parola socializzazione come il processo e il risultato della socializzazione (la promozione di condizioni che contribuiscono allo sviluppo delle persone). Se prendiamo in considerazione l'inclusione del prefisso, possiamo affermare che la ri-socializzazione consiste nel ri-socializzare .
  • definizione popolare: cibo

    cibo

    Il cibo è ciò che gli esseri viventi mangiano e bevono per la loro sussistenza . Il termine deriva dal latino alimentum e consente di nominare ciascuna delle sostanze solide o liquide che nutrono gli esseri umani , le piante o gli animali. Oltre a tutto questo è importante sapere che il cibo può essere classificato in diversi tipi. Tu
  • definizione popolare: facciata

    facciata

    La facciata è la facciata esterna di un edificio . Il concetto consente di fare riferimento a tutte le pareti esterne dell'edificio, ma, in generale, il termine è usato per riferirsi alla facciata principale o facciata anteriore . Ad esempio: "Il proprietario del teatro ha investito un sacco di soldi per sistemare la facciata" , "I biglietti saranno in vendita nelle biglietterie della facciata posteriore" , "I manifestanti hanno gettato pomodori verso la facciata del comune" .
  • definizione popolare: resquemor

    resquemor

    Resquemor è un termine usato per riferirsi al sentimento causato da una domanda che genera dolore, disagio, dolore o rabbia . Ad esempio: "Le parole del deputato provocavano risentimento tra i vicini" , "Dobbiamo porre fine al conflitto senza resquemores" , "Le notizie hanno causato la resquemorazione nei parenti delle vittime" .
  • definizione popolare: zucca

    zucca

    Lo squash è chiamato la zucca (una pianta che appartiene alla famiglia delle cucurbitacee ) e il suo frutto (che è commestibile e può avere diverse dimensioni, forme e colori). In generale, il concetto si riferisce alla bacca carnosa che può essere consumata in più modi. Sebbene ci siano molti tipi di zucca secondo i diversi generi delle cucurbitacee, si può dire che le zucche sono grandi, hanno un guscio duro e ospitano numerosi semi o tubi . A se