Definizione monarchia

Nel corso della storia, gli esseri umani hanno sviluppato diversi modi di esercitare un governo, con strutture e regole molto diverse. Uno di questi è la monarchia, dove la posizione più importante dello Stato è per la vita (è occupata fino alla morte) ed è designata, generalmente, per eredità (il potere è ricevuto dal padre o da un altro parente).

monarchia

Il termine monarchia deriva dalla fusione dei termini greci monos (uno) e arkein (potere) che significa "potere concentrato in uno". Si distingue dalla tirannia e dal dispotismo perché implica un potere legittimo, a differenza di questi altri governi che sono caratterizzati da illegalità e arbitrarietà nell'esercizio del potere. D'altra parte, si differenzia dalla repubblica perché esiste una stretta relazione tra il potere del re e l'esercizio dello stesso nell'ambiente pubblico. Nella repubblica non c'è potere intrinseco nelle persone, ma chiunque lo eserciti svolge un ruolo pubblico.

Chi ha il potere in una monarchia è il monarca, anche se secondo la struttura legale del governo o della regione, può ricevere vari nomi: re, imperatore, zar, kaiser, ecc. Lo stato governato da un monarca può anche ricevere il nome di regno, oltre alla monarchia .

Esistono diversi tipi di monarchi. Questi sono i più noti, all'interno dei quali ci sono alcune varianti:

Una monarchia autoritaria è chiamata un governo che ha poteri su un territorio, che sono basati principalmente sulla burocrazia (tasse, esercito singolo e sistema economico gestito centralmente dal monarca). Era un sistema molto comune nell'antichità, dove il sovrano era il re che proveniva dal settore nobile della società e il cui ufficio gli era stato ceduto da un vincolo ereditario. Questo monarca governava su tutto il popolo, usando il servizio di vassalli e contadini e imponendo una quantità obbligatoria di tasse.
Ci sono stati monarchi che erano solo marionette dei più potenti nobili o della Chiesa, a cui spesso dovevano favori economici che permettessero loro di essere manipolati da questi settori.
La prima monarchia autoritaria che esisteva era quella stabilita nel 1385 da Juan I in Portogallo, della dinastia Avis. Dopo di lui sono arrivati ​​molti anni di monarchie in tutto il continente europeo.
Le caratteristiche di una monarchia assoluta sono, un governo in cui il re ha i tre poteri: giudiziario, esecutivo e legislativo. Detto rappresentante si basa sulla legge divina e il potere è concesso a lui in modo ereditario (figlio di re). Tra le monarchie europee il modello di monarchia più conosciuto era l'assolutista imposto dai francesi.

La monarchia parlamentare o costituzionale è un modo di governo in cui il monarca ha poteri limitati da parte di un'istituzione che riceve il nome del Parlamento ed è governata da un insieme di leggi (Costituzione). Un gruppo che rappresenta i tre Stati. In questo tipo di governo i poteri sono divisi in tre: giudiziario, esecutivo e legislativo e il Parlamento regola il normale funzionamento del Regno, lavorando con il re e imponendo certe strutture e limiti al suo mandato, specialmente nel ramo legislativo. Questo modo di governo fu quello che rese possibile per la prima volta nella storia i diritti alla libertà individuale e di avere una difesa in un processo ed è originariamente dall'Inghilterra e dai Paesi Bassi (XVII secolo).

Le monarchie ibride esistono quando il sistema di governo si trova in un punto intermedio tra una monarchia individualista e assoluta e una monarchia governata da una Costituzione. Ciò significa che il re non ha tutto il potere su un territorio, sebbene mantenga una notevole forza politica.

Questi ultimi due regimi, quindi, differiscono dalla monarchia assoluta, dove il monarca concentra il potere totale (non c'è divisione dei poteri e prende le decisioni da solo, senza dare spiegazioni a nessuna camera legislativa o potere giudiziario).

Da sempre, molti monarchi sono stati consacrati sotto la divinizzazione della loro persona. In questi casi, si considera che il re è un Dio o che è stato scelto da un essere superiore. Un classico esempio di questa situazione si trova in Egitto migliaia di anni fa, quando il faraone era sopra i mortali.

Al momento ci sono diversi paesi nel mondo in cui esiste una monarchia costituzionale che coesiste con altre forme di governo, per lo più democratiche. Nei casi di paesi in Africa e in Asia, il ruolo del sovrano è fondamentale, in altri paesi, semplicemente simbolico. In questi ultimi casi, per continuare con la tradizione del paese, le società hanno preferito mantenere la monarchia per non rompere con certi costumi, anche se in questi casi l'essenza di questi governi ha dovuto cambiare e i monarchi hanno perso il potere . Per esemplificare questo possiamo citare tra gli altri le attuali monarchie del Regno Unito, Spagna, Danimarca e Canada. Sono monarchie costituzionali o parlamentari, sotto un sistema democratico e una sovranità che è nelle mani del popolo e dove il monarca mantiene un ruolo particolarmente simbolico e rappresentativo, sebbene possa anche fungere da arbitro o consulente.

Raccomandato
  • definizione popolare: vicino

    vicino

    Una recinzione è una recinzione , un muro o un muro che viene installato attorno a un sito per la sua divisione o riparo. È possibile trovare recinti nel giardino di una casa, in un campo, in un parco, ecc. Ad esempio: "La nonna ha dipinto il recinto in rosso per abbinare la porta" , "Non hai letto quel cartello?
  • definizione popolare: lussureggiante

    lussureggiante

    L' aggettivo esuberante , dalla parola exubĕrans , permette di qualificare ciò che è eccessivo, profuso o sostanziale . Il termine può essere utilizzato in diversi contesti. Molte volte l'idea di esuberante è associata a una vegetazione abbondante e fertile . Una "giungla esuberante" , in questo quadro, è quella che presenta un gran numero e varietà di specie vegetali. La fo
  • definizione popolare: pandemia

    pandemia

    Il termine pandemia deriva da una parola greca che significa "incontro del popolo" e il cui significato è stato esteso come "malattia di tutto il popolo" . È una malattia epidemica che colpisce diversi paesi e che attacca quasi tutte le persone in una regione geografica. Le epidemie sono malattie che colpiscono contemporaneamente molte persone perché si diffondono durante un certo periodo di tempo in una determinata area. Q
  • definizione popolare: resti

    resti

    Il riposo è ciò che è rimasto o sussiste in un tutto . La nozione è anche usata in matematica , chimica e in vari giochi e sport , con diversi significati specifici. Ad esempio: "Alla fine del pranzo, il giovane raccolse i resti e li diede ai cani" , "I resti del cantante saranno rimpatriati nelle prossime ore" , "Un gruppo di paleontologi scoprì i resti di un grande dinosauro carnivoro in la vicinanza del torrente " . I r
  • definizione popolare: scoperta

    scoperta

    In latino è dove si trova l'origine etimologica del termine scoperta. In particolare, è il risultato dell'aggiunta di diverse radici latine come sarebbe il caso di quanto segue: il prefisso "des-", che può essere tradotto come "negazione"; il verbo "cooperare", che è sinonimo di "copertina"; e infine il suffisso "-miento", che equivale a "strumento". Un
  • definizione popolare: cactus

    cactus

    Il termine cactus deriva dalla lingua latina, anche se la sua radice etimologica si trova nel greco káktos . Il concetto si riferisce a una pianta che appartiene alla famiglia dei cactus . I cactus, detti anche cactus , fanno parte del gruppo di piante grasse o succulente : piante che hanno un organo o un settore modificato per immagazzinare più acqua di quante altre specie possano contenere.