Definizione confabulazione

Se analizziamo l' etimologia della confabulazione, arriveremo alla confabulatio, una parola latina. La confabulazione è l' atto e il risultato di cospirazione o cospirazione .

confabulazione

Il verbo confabulare, d'altra parte, può essere usato per nominare l' azione di raccontare bugie o favole o per stabilire un accordo per sviluppare un piano illecito . Ad esempio: "Questa è una cospirazione! Non ti permetterò di diffamare il mio nome con falsità ", " Il presidente ha scoperto una cospirazione di diversi funzionari che volevano destabilizzare il suo governo ", " Un pensionato è stato vittima di una cospirazione e ha perso tutti i suoi risparmi " .

Una cospirazione, quindi, può consistere nel diffondere menzogne allo scopo di danneggiare qualcuno. È interessante notare che il termine è usato in senso dispregiativo: una persona di solito non ammette di aver fatto una cospirazione, ma di solito accusa qualcun altro di averlo fatto.

Quando studiamo l'etimologia del termine confabulare possiamo trovare il verbo confabulare, dal latino, che si traduce come "conversare tra due o più persone e mettere insieme un piano", ma si riferisce anche a "raccontare storie tra due o più persone ".

Sebbene a prima vista quest'ultimo significato possa sembrare strano, nasce naturalmente dalle componenti lessicali della parola confabulare : il prefisso conferisce la connotazione di "tutto, insieme", mentre il verbo a cui si modifica ( fabulari ) può essere traduci come "dì favole, parla".

Supponiamo che nei media di un dato paese inizino a essere pubblicate denunce e accuse che coinvolgono il governatore di una provincia. Questa situazione minaccia l'immagine del leader. A titolo di difesa, il governatore in questione assicura di essere vittima di una cospirazione da parte dell'opposizione: secondo le sue parole, le accuse sono false e le accuse si basano su menzogne. Secondo il governatore, tutto obbedisce all'intenzione degli avversari di accedere al potere.

Le confabulazioni possono anche essere alleanze tra vari individui per svolgere un'attività illegale, illegittima o non etica . Se tre colleghi di lavoro accettano di apparire davanti al loro capo per accusare un altro lavoratore di essere inefficiente e problematico solo perché non gli piace, si può dire che stanno portando avanti una cospirazione.

In questo ultimo esempio possiamo apprezzare quella sfumatura di "piano comune" che è dettagliato sopra nell'etimologia del termine: il prefisso con ci dà l'idea di un lavoro di gruppo, dell'azione di diverse persone alla ricerca di una trama che, in questo caso, cerca di danneggiare una terza parte attraverso la divulgazione di una storia falsa, una "favola".

Nel campo della psichiatria, la cospirazione è usata per descrivere il fenomeno caratterizzato dall'invenzione di certe esperienze con le quali il soggetto completa spazi vuoti nella sua memoria . È importante sottolineare che la persona non è consapevole che questi ricordi sono falsi, che non hanno mai avuto luogo nella realtà, e li dice agli altri con estrema facilità, anche se molto presto li dimentica e continua a inventarne di nuovi.

L'alcolismo cronico e alcune sindromi organiche del cervello spesso portano alla comparsa della confabulazione. Non è raro assistere a questo comportamento nelle persone che soffrono di questi disturbi, quando ci dicono i loro presunti piani (cose che sappiamo non faranno, soprattutto perché la loro malattia non lo consente) o le cose che hanno fatto il giorno precedente, per esempio.

È importante non confondere questo concetto con quello della narrazione : sebbene entrambi coincidano nella fabbricazione delle storie e nella loro successiva rivelazione, il soggetto fittizio è consapevole delle sue bugie .

Raccomandato
  • definizione: astemio

    astemio

    Abstemio (dal latino abstemius ) è colui che non beve alcolici , come vino o liquore . Il concetto è collegato a coloro che optano per l' astinenza (la rinuncia volontaria di soddisfare un appetito o soddisfare un desiderio ). L'astinenza, in generale, può essere collegata a vari tipi di deroghe, come fare sesso o mangiare determinati cibi. Q
  • definizione: gameti

    gameti

    L'etimologia dei gameti si riferisce ai giochi o ai gametḗ , parole greche che sono tradotte rispettivamente come "marito" e "moglie" . Il concetto è usato nel campo della biologia per riferirsi alle cellule sessuali . Quando un gamete maschile si unisce a un gamete femminile nel contesto della riproduzione sessuale di piante e animali, si forma uno zigote o uno zigote . Q
  • definizione: cerniera

    cerniera

    Un cardine è chiamato un oggetto formato da due pezzi che hanno un asse comune, che consente loro di muoversi insieme per unire due elementi. Chiamato anche cerniera o cerniera , questo hardware consente l'apertura e la chiusura di finestre e porte . Esistono diversi tipi di cerniere, di materiali e forme differenti e con molti usi diversi.
  • definizione: vituperazione

    vituperazione

    Vituperio è un termine derivato dal vituperum latino. Secondo il primo significato del dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), una vituperazione è un insulto , un insulto o un'infamia pronunciata contro una persona. Ad esempio: "Dopo le parole del presidente, il rimprovero è stato presto ascoltato in tutta la stanza" , "Non mi interessa la vituper dei sostenitori : faccio il mio lavoro con professionalità e i dirigenti di questo club sono soddisfatti del mio compito" , "Il vituperio dell'avvocato mi ha sorpreso" . Le
  • definizione: tentazione

    tentazione

    Dal latino temptatĭo , la tentazione è l' istigazione che induce il desiderio di qualcosa . Può essere una persona , una cosa, una circostanza o un altro tipo di stimolo. La tentazione è associata alla seduzione e alla provocazione . Ad esempio: "I dolci sono una tentazione irresistibile per me", "Il golfista si è scusato per la sua infedeltà e ha detto che non poteva resistere alla tentazione" , "Un alcolizzato in ripresa che frequenta una festa è nei guai, perché lì è più difficile non cadere nella tentazione . " Ne
  • definizione: stridulo

    stridulo

    L' etimologia dello stridente ci porta alla parola latina stridens . Il termine è usato per descrivere l' una cosa che provoca rumori o rumori . Ad esempio: "Chi è quell'uomo così acuto? È insopportabile , "" Ho una rock band rauco: ci piace suonare a tutto volume " , " Una macchina molto stridente non mi ha fatto fare un sonnellino . &q