Definizione matrimonio

Il termine matrimonio deriva dal latino matrimonĭum . Riguarda l' unione di un uomo e una donna che si materializza attraverso determinati riti o procedure legali. Negli ultimi anni, sempre più Stati hanno accettato il matrimonio tra persone dello stesso sesso, con ciò che questa unione coniugale ha cessato di essere un patrimonio di eterosessualità.

matrimonio

Il vincolo matrimoniale è riconosciuto a livello sociale, sia da norme legali che doganali. Quando contraggono il matrimonio, i coniugi acquisiscono diversi diritti e doveri. Il matrimonio legittima anche la filiazione di bambini che vengono procreati dai suoi membri.

È possibile distinguere, almeno nel mondo occidentale, tra due tipi principali di matrimonio: il matrimonio civile (che è specifico per un'autorità statale competente) e il matrimonio religioso (che legittima l'unione agli occhi di Dio ).

Per la Chiesa cattolica, il matrimonio è un sacramento e un'istituzione la cui essenza è nella creazione divina dell'uomo e della donna. Il matrimonio cattolico è perpetuo: non può essere rotto secondo i precetti religiosi (a differenza del matrimonio civile, in cui esiste il divorzio). Una persona separata, quindi, non può risposarsi per Chiesa.

Nel linguaggio colloquiale, il matrimonio è chiamato alla coppia formata dal marito e dalla moglie: "Stiamo per affittare la casa a una coppia di anziani", "Una coppia è entrata nel business e ha speso più di cinquecento pesos", "Non posso credo, ieri hanno rubato il matrimonio che vive vicino a casa mia " .

Raccomandato
  • definizione: sventura

    sventura

    Una disgrazia è un evento che provoca sofferenza o tristezza . Il concetto si riferisce anche alla situazione sofferta da chi sta attraversando un momento doloroso . Ad esempio: "Il presidente spagnolo simpatizza per la disgrazia subita dal popolo haitiano" , "La chiusura della compagnia è stata una disgrazia per centinaia di vicini" , "La sfortuna era presente in famiglia quando, in un incidente, sono morti i due figli della coppia .
  • definizione: difficoltà

    difficoltà

    La parola difficoltà deriva dal termine latino " difficile" . Il concetto si riferisce al problema, alla rottura o alla situazione che si presenta quando una persona cerca di ottenere qualcosa. Le difficoltà, quindi, sono gli svantaggi o gli ostacoli che devono essere superati per raggiungere un determinato obiettivo.
  • definizione: duna

    duna

    Una parola germanica ( dūno ) che è successo agli olandesi ( duin ) è l'antecedente etimologico della duna . Questo termine è usato per indicare una collina formata da sabbia che si muove e si accumula a causa dell'azione del vento . Le dune sono frequenti su spiagge e deserti . Il concetto, secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), è sinonimo di duna . L&#
  • definizione: bellezza

    bellezza

    La bellezza è associata alla bellezza . È un apprezzamento soggettivo: ciò che è bello per una persona, potrebbe non essere per un'altra. Tuttavia, è noto come canone di bellezza per certe caratteristiche che la società in generale considera attraenti, desiderabili e belle. La concezione della bellezza può variare tra culture diverse e cambiare nel corso degli anni. La be
  • definizione: insonnia

    insonnia

    La nozione di insonnia , che ha la sua origine etimologica nella parola latina insomnium , si riferisce ai problemi di addormentarsi quando è il momento di dormire . Il concetto si riferisce anche alla veglia (lo stato di chi è sveglio o sveglio). L'idea di insonnia, quindi, si riferisce alla difficoltà di addormentarsi o all'assenza di sonno . Q
  • definizione: prolessi

    prolessi

    La prolassi è un concetto che deriva dalla lingua greca. Il termine è usato nel campo della retorica , della filosofia e del cinema per riferirsi all'anticipazione di alcune questioni. La prolassi può essere la risorsa della narrazione usata per anticipare una dichiarazione o per mettere in pausa il presente narrativo e narrare un evento che si svolge nel futuro . A