Definizione sangue

Se vogliamo conoscere a fondo il termine sangue dobbiamo iniziare da quale è la sua origine etimologica. In questo senso, dobbiamo stabilire che viene dal latino e in particolare dalla parola sanguis che può essere definita come "morbida". Ed è proprio questo significato che viene ad esprimere la trama che il sangue ha quando viene toccato.

sangue

Un sangue, il fluido che la nostra specie ha nelle vene e nelle arterie, è descritto come un liquido di colore rossastro presente nel corpo degli umani e di altri animali. Analizzandolo, è possibile verificare che una parte di esso sia mantenuta allo stato liquido (identificato dal nome del plasma ) e da cellule in sospensione, tra le quali compaiono piastrine, leucociti e globuli rossi.

La funzione principale del sangue è garantire che l' ossigeno e i nutrienti siano distribuiti tra le cellule di ciascun organismo, sebbene sia anche responsabile della raccolta degli elementi di scarto che derivano da queste stesse cellule.

Il sangue costituisce circa il 7% del peso della struttura corporea umana. Un uomo adulto ha, in media, circa cinque litri di volume del sangue. Di quei cinque litri, quasi tre corrispondono al plasma sanguigno.

Le cellule del sangue sono raggruppate sotto la denominazione di elementi di forme e possono essere suddivise nelle categorie di cellule del sangue ( globuli bianchi, noti anche come leucociti ) e derivati ​​cellulari ( globuli rossi o eritrociti e piastrine ).

Va notato che ci sono quattro tipi di sangue: gruppo A, gruppo B, gruppo AB e gruppo 0 . Va notato che se una persona ha un determinato gruppo sanguigno e fa una trasfusione con sangue di un altro tipo, si ammalerà e potrebbe anche morire.

In questo senso, è molto importante pubblicizzare l'esistenza delle cosiddette banche del sangue che sono quei centri che sono responsabili della conservazione del sangue che, volontariamente e disinteressatamente, i cittadini donano per aiutare tutte quelle persone che a un certo momento hanno bisogno di ricevere una trasfusione per continuare a vivere.

Certo, non tutti possono donare il sangue. È importante che coloro che desiderano farlo rispettino una serie di requisiti di base come godere di buona salute, avere un'età compresa tra i 18 ei 65 anni e avere un peso minimo di circa 50 chili.

Riguardo a quali sono le malattie del sangue, che sono studiate dall'ematologia, sono quelle che colpiscono le cellule, il midollo osseo, gli elementi del plasma o la milza ei linfonodi. Tra tutti loro, uno dei più noti è chiamato leucemia.

Questo è caratterizzato, sfortunatamente, dal fatto di essere uno dei tipi di cancro che colpisce maggiormente la popolazione infantile ed è definito come marcato dall'aumento dei leucociti.

La nozione di sangue è anche usata per riferirsi alla parentela o al lignaggio . Ad esempio: "Non puoi odiare tuo fratello: ha il tuo stesso sangue", "Sto facendo molto bene in questo paese, ma voglio tornare nella mia patria perché il sangue mi chiama e mi manca la mia famiglia" .

L'idea del sangue, d'altra parte, può apparire associata al carattere o all'umore di un soggetto : "Ho un brutto sangue per problemi economici", " Vediamo se reagisci subito, sembra che tu non abbia sangue" .

Raccomandato
  • definizione: biodiesel

    biodiesel

    Il biodiesel è un biocarburante che viene utilizzato come sostituto del gasolio , un carburante noto anche come gasolio o gasolio . È una sostanza prodotta da grassi animali o oli di origine vegetale sottoposti a diversi processi industriali. Il biodiesel viene solitamente miscelato con il gasolio proveniente dal petrolio .
  • definizione: viale

    viale

    Boulevard è un termine francese che non fa parte del dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ). La parola che appare è boulevard , derivata da questo concetto della lingua francese. Comunque, è normale che nella nostra lingua si usi anche la parola viale. Un viale o un viale, in breve, è una strada o un viale alberato che si distingue per essere molto ampio . In
  • definizione: totale

    totale

    Per trovare il significato del termine proferir, la prima cosa da fare è determinare la sua origine etimologica. E in questo senso possiamo stabilire che deriva dal latino, in particolare dal verbo "proferre", che può essere tradotto come "dichiarare o manifestare" e che è composto da due parti differenti: -Il prefisso "pro-", che significa "avanti". -
  • definizione: pensiero magico

    pensiero magico

    Prima di addentrarci pienamente nella spiegazione del significato del pensiero magico, è necessario procedere alla determinazione dell'origine etimologica delle due parole che compongono il termine. Nello specifico, nel fare ciò scopriamo le seguenti caratteristiche: • Il pensiero, emana dal latino. Pi
  • definizione: vivace

    vivace

    Vivace , originario della parola latina vivax , è un aggettivo che può riferirsi a quello o che ha energia , vigore o forza . Ad esempio: "La madre, esausta, si è seduta sulla panchina mentre la sua vivace figlia continuava a correre e saltare" , "Dopo un mese in ospedale, lo scrittore è stato visto sorridente e vivace per il compleanno del suo editore" , " Abbiamo una città vivace e prospera che non smette di crescere " . È m
  • definizione: poligono

    poligono

    In greco. In questa lingua è dove possiamo trovare chiaramente l'origine etimologica del termine poligono che analizzeremo in profondità di seguito. Più esattamente possiamo determinare che quell'origine è nell'unione di due parole: poly , che può essere tradotto come "molti", e gono che è sinonimo di "angolo". Quin