Definizione genere

Nata nel genere latino / generis, la nozione di genere ha una molteplicità di usi e applicazioni in base all'area in cui viene usata la parola. Ecco alcune delle definizioni che hai.

genere

Nel campo del commercio, il genere può essere sinonimo di merce (il prodotto offerto in vendita), tessuto o tessuto . Si dice ad esempio: "Non abbiamo più generi da offrire", "Lavoriamo con tessuti di seta e lino nella realizzazione delle nostre camicie" o "Il design è bello, ma la qualità del genere lascia molto a desiderare" .

Sul piano scientifico, il genere indica una delle forme di raggruppamento di esseri viventi, secondo quelle caratteristiche che possono essere condivise da molti di loro. Per la biologia, ad esempio, il genere è un taxon che consente di raggruppare le specie. Quindi possiamo dire che il cane è un animale appartenente al genere Canis, che può includere anche lupi, coyote e altre specie. Mentre in sociologia e altre scienze sociali, il genere è legato alla sessualità e ai valori e comportamenti attribuiti in base al sesso.

Nelle arti, il genere è una categoria o una classificazione utilizzata per organizzare le opere in base alle loro caratteristiche formali o ai loro contenuti.

Generi letterari

Per quanto riguarda il mondo letterario, il termine genere serve a distinguere tra opere di caratteristiche diverse. È importante innanzitutto sottolineare che la definizione del genere letterario è legata alle caratteristiche retoriche e semiotiche che fanno sì che alcuni testi si trovino nello stesso insieme.

Sebbene sia passato molto tempo, il discorso letterario è diviso negli stessi tre generi distinti che Aristotele ha definito nella Grecia classica ( lirico, narrativo e drammatico ). Ognuno di loro denota tre forme estetiche in cui gli esseri umani si riferiscono al mondo; e come con il passare del tempo sono sorte altre forme di espressione che non sono così legate a questa classificazione, sono stati creati sottogeneri che consentono di stabilire una maggiore chiarezza nelle differenze tra i testi di carattere diverso.

Il testo è il genere letterario più vicino alle emozioni, che ti consente di esprimere i sentimenti quasi direttamente. La poesia è all'interno di questo genere e consente all'autore di riflettere i propri sentimenti, è scritto sotto forma di versi e uno dei suoi elementi fondamentali è il ritmo.

Alcuni dei sottogeneri inclusi nella lirica sono l'eclogue (rappresentazione di un'immagine di tipo country, in cui viene toccato il tema della comunicazione tra uomo e natura), l'elegia (poesie che toccano il tema della morte), ode (elogia soprattutto l'amore, la poesia cantata), la satira (il ridicolo di alcuni difetti delle persone, la società o la religione, per esempio), tra gli altri.

Il genere narrativo include quelle opere in cui vengono raccontate storie scritte in forma di prosa e che hanno una certa caratteristica, come a chi racconta la storia e come si sviluppa.

In un'opera narrativa ci possono essere diversi tipi di narratore . In terza persona: può essere onnisciente (ha piena conoscenza dei fatti e del ragionamento di tutti i personaggi, non partecipa alla storia, semplicemente lo narra) o l' osservatore (dice quello che vede, come se fosse una macchina fotografica che sta catturando l'ambiente e dettagliare ciò che accade in un dato spazio). In prima persona: può essere protagonista (nel caso di un'autobiografia, reale o fittizia) o secondaria (ha assistito allo sviluppo di eventi, è una testimonianza di ciò che viene raccontato nella storia e interagisce con alcuni o tutti personaggi di esso). Nella seconda persona il narratore parla usando la seconda persona del singolare (la storia è raccontata a se stesso o ad altri I della sua personalità).
D'altra parte, la struttura di un testo narrativo può variare ma generalmente rispetta i seguenti aspetti. Presentazione o inizio (dove viene presentato l'inizio della storia, i personaggi sono descritti, ecc.), Sviluppo o nodo (viene presentato un conflitto chiaro che deve essere risolto), finale o esito (soluzione del conflitto e chiusura della storia).

Alcuni esempi di questo tipo sono la storia (breve narrazione che in alcuni casi può lasciare un insegnamento), il romanzo (diverse storie raccontate attraverso un filo che può tenerle insieme) e la narrativa epica (scritta in versi o prosa dove è narrata) una storia con personaggi reali la cui storia può o non può essere reale, ad esempio Poema de Mío Cid).

Il terzo genere, il drammatico è caratterizzato dall'essere una storia in cui non esiste un narratore, ma è stato scritto per essere rappresentato di fronte a un pubblico. Questi lavori sono scritti principalmente in modo appellativo ed espressivo.
Alcuni dei sottogeneri del dramma sono la commedia (esperienze di vita da una visione comica e con un lieto fine) e la tragedia (conflitti estremamente complicati tra individui diversi, in cui lo spettatore cerca di affascinare e provocare sentimenti di compassione, tristezza e comprensione ).

Come accade in letteratura, nei film i film sono spesso divisi in generi come commedia, azione, dramma o suspense, che consentono agli spettatori di sapere quali saranno le caratteristiche o lo stile delle proposte prima di vederle. Per fare un esempio, ci si aspetta che un film dell'orrore cerchi di scioccare e spaventare il pubblico con immagini scure che generano produzione di adrenalina e risveglia certi istinti nel pubblico; Quando un film che rientra in questo genere non raggiunge questi fini, si dice che non è all'altezza delle esigenze del genere.

Raccomandato
  • definizione: elio

    elio

    La parola greca hḗlios , che può essere tradotto come "Sole" , derivava dall'elio scientifico latino. Nella nostra lingua il concetto è venuto come elio , un termine che si riferisce all'elemento chimico il cui numero atomico è 2 . L'elio fa parte del set di gas nobili . È una sostanza con una grande presenza nell'universo, sebbene non abbondante nella crosta del nostro pianeta . L
  • definizione: albumina

    albumina

    La prima cosa che faremo per scoprire il significato del termine albumina è sapere quale sia la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo determinare che è una parola che viene dal latino, più precisamente da "albumina, albuminis", che può essere tradotto come "bianco d'uovo". Un
  • definizione: Quiromasaje

    Quiromasaje

    È noto come massaggio manuale sviluppato manualmente come parte di una terapia . In questo modo, un quiromassage differisce da quelli eseguiti con diversi strumenti o dispositivi. Quando un chiromassista esercita pressione su un'area del corpo in cui il paziente avverte dolore, viene prodotta una risposta riflessa che calma il disturbo.
  • definizione: divario digitale

    divario digitale

    Prima di approfondire il significato del termine digital divide, è necessario conoscere in anticipo l'origine etimologica delle due parole che le danno forma. In questo caso, possiamo sottolineare quanto segue: -Brecha è un nome che viene dal francese, in particolare da "bréche". Questo può essere tradotto come "rotto" e si ritiene che, a sua volta, derivi dal "breham" germanico. -D
  • definizione: faro

    faro

    È conosciuto come un segnale di segnalazione che, sia mobile o fisso, è installato in un luogo per fare un avvertimento o con l'intenzione di guidare il traffico del veicolo . L'atto di segnalare con i beacon è chiamato beaconing , mentre il suo risultato è chiamato beaconing . I beacon, in breve, sono elementi che servono ad avvisare di un eventuale pericolo o rischio . La
  • definizione: Polimodal

    Polimodal

    La nozione di polimodale viene utilizzata in Argentina per indicare un ciclo educativo in vigore fino al 2011 in diverse regioni del paese . Il polimodale si estese per tre anni e faceva parte dell'istruzione secondaria , senza che fosse obbligatorio. Per accedere al polimodal, lo studente doveva completare il ciclo di istruzione generale di base (EGB) , equivalente alla Primaria in altri distretti