Definizione decubito

Il decumbito termine latino ha portato alla decubito, che ha raggiunto il nostro linguaggio come decubito . Il concetto allude alla posizione che un animale o una persona adotta quando è sdraiato e, quindi, giace orizzontalmente .

decubito

Ad esempio: "Il corpo della vittima era in posizione di decubito laterale", "Per eseguire questo esercizio, devi prima sdraiarti in posizione supina", "Voglio passare tutto il giorno in posizione sdraiata, guardando il soffitto senza fare nulla" .

È possibile distinguere tra diverse posizioni di decubito. La posizione supina in decubito è quella in cui il corpo poggia sulla schiena. Ciò significa che la persona sostiene la schiena in superficie e sta guardando in alto. Se qualcuno è supino su un letto, i loro occhi saranno diretti verso il soffitto della stanza.

In posizione prona, tuttavia, il corpo poggia sulla pancia e sul torace. L'individuo, quindi, giace a faccia in giù. Prendendo il caso di un soggetto che si trova in un letto, la posizione prona implica che ha gli occhi contro il cuscino o il materasso, a meno che non torce la testa e supporti una guancia.

Se qualcuno rotola sul suo lato, lui / lei adotta la posizione di decubito laterale . È una delle posizioni più comuni al momento di coricarsi, con il corpo disteso su uno dei suoi lati . Questa potrebbe essere la posizione di decubito laterale destra o la posizione di decubito laterale sinistro .

Quando la posizione può essere mantenuta in modo naturale, parliamo di decubito indifferente . D'altra parte, se non c'è modo di preservare la posizione in modo naturale, è qualificato come posizione di decubito obbligatoria .

Raccomandato
  • definizione: dubbioso

    dubbioso

    Dubitativo , derivato dalla parola latina dubitativus , è un aggettivo che viene usato con riferimento a quello o a quello che denota un dubbio . Si chiama dubbio, d'altra parte, all'indecisione tra due disposizioni o giudizi; all'incertezza riguardo a un evento; o esitazione . Colui che è titubante, quindi, dubita di qualcosa.
  • definizione: casa

    casa

    Il domicilio deriva dal domicilio latino che, a sua volta, ha origine nel termine domus ( "casa" ). Il concetto è usato per nominare la casa permanente e fissa di una persona . Ad esempio: "Chiederò un taxi per raggiungere il mio indirizzo più velocemente" , "Per contrattare i servizi dell'azienda, devi avere un indirizzo in questa città" , "La polizia ha riferito che l'indirizzo è stato violato dai criminali" . L&#
  • definizione: palestra

    palestra

    Una parola greca che può essere tradotta come "lotta" fu trasformata, in latino, in palaestra . Per la nostra lingua , il concetto è venuto come una conferenza ed è usato per indicare il luogo in cui, nell'antichità, si svilupparono le lotte . L'arena, quindi, era lo spazio in cui alle persone veniva insegnato a combattere e le battaglie venivano combattute. Po
  • definizione: contrassegno

    contrassegno

    L' impronta è l' impressione , il marchio o il segno lasciato da una persona o da un oggetto. È una caratteristica o segno peculiare e distintivo. Vediamo alcune frasi di esempio: "L'impronta del nuovo allenatore è già stata notata nella squadra" , "Il veicolo esibisce ancora il timbro d'impatto" , "Non ha una grande voce, ma mi piace la sua impronta" . Un
  • definizione: equilibrio termico

    equilibrio termico

    Il termine equilibrio , che deriva dalla parola latina aequilibrium , ha diversi significati. Può essere lo stato che registra un corpo quando le forze che lo influenzano si compensano a vicenda; a un peso che, essendo identico a un altro, lo contrasta; alla situazione dell'oggetto che non cade nonostante la sua instabilità; o armonia in diversi elementi.
  • definizione: ostilità

    ostilità

    Dal latino ostile , l' ostilità è la qualità ostile , che indica un atteggiamento provocatorio e contrario, di solito senza motivo, verso un altro essere vivente. Il concetto permette di riferirsi ad un'azione ostile e ad un'aggressione armata, secondo il dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) . L