Definizione ologramma

Un ologramma è un'immagine ottenuta dall'olografia . Si chiama olografia, d'altra parte, alla tecnica che, facendo uso dell'illuminazione tramite laser, riesce a generare immagini colorate in tre dimensioni.

ologramma

Si può dire, quindi, che un ologramma è un'immagine tridimensionale creata attraverso l'uso di un laser. Il laser consente la registrazione microscopica di un film fotosensibile: quando si verificano interferenze tra due fasci di luce, la luce di uno dei raggi nell'oggetto può essere riflessa. Questa luce, quando riceve un altro da una certa prospettiva, proietta l'immagine tridimensionale.

Con l'illuminazione e l'elaborazione appropriate, l'immagine 3D può essere proiettata oltre i suoi limiti, consentendo all'osservatore di vederla senza discontinuità e cambiando la prospettiva in base alla sua posizione .

Tralasciando i dettagli tecnici, nel linguaggio colloquiale si può affermare che un ologramma è un'immagine generata dal laser che viene registrata in un film sensibile in grado di produrre oggetti in rilievo. Ecco perché l'immagine tridimensionale sembra essere sospesa nello spazio e può essere vista da diverse prospettive.

L'osservatore, davanti a un ologramma, ha l'impressione di trovarsi di fronte a un elemento (fisico) reale . In questo modo gli ologrammi vengono utilizzati per generare esperienze realistiche, ad esempio nei concerti .

Nel 2014, per citare un caso, Michael Jackson "apparve" nella consegna dei Billboard Awards attraverso un ologramma. In questo modo Jackson, che morì cinque anni prima, si esibì "dal vivo" con un gruppo di ballerini.

Raccomandato
  • definizione: estroverso

    estroverso

    Extrovert è un aggettivo che permette di riferirsi alla persona che viene data all'extraversion (il movimento della mente che esce da se stesso attraverso i sensi). Un estroverso ha la tendenza a socializzare facilmente ed eccellere nelle riunioni, per cercare di essere al centro dell'attenzione.
  • definizione: occhio

    occhio

    La parola latina ocŭlus deriva negli occhi , il concetto che nomina l' organo che consente la visione negli animali e nell'essere umano . Il termine, comunque, ha altri significati. Come un organo, l'occhio può rilevare la luminosità e convertire le sue variazioni in un impulso nervoso interpretato dal cervello. A
  • definizione: preistoria

    preistoria

    La preistoria è il periodo della vita umana prima dei documenti scritti . Questo periodo è noto per vestigia come strumenti, costruzioni, pitture rupestri o ossa. Il termine è anche usato per nominare lo studio di quel periodo e il lavoro che si occupa del tempo. La preistoria , quindi, va dall'apparizione del primo essere umano all'invenzione della scrittura (attorno al 3000 aC). I
  • definizione: formazione

    formazione

    In latino è dove possiamo chiarire che si trova l'origine etimologica del termine addestramento. In particolare, questo è il risultato della somma di tre componenti latini come l' annuncio prefisso - che può essere tradotto come "verso", la parola destrezza che è sinonimo di "destra" e infine il suffisso uguale a "risultato di un'azione" ". La
  • definizione: fieno

    fieno

    Il termine fieno deriva dalla parola latina fenum . Il concetto si riferisce a una pianta che fa parte del gruppo di erbe , caratterizzato da sottili canne e foglie strette. Quando è incluso nel gruppo di erbe, il fieno è anche una pianta di angiosperma monocotiledone . Ciò significa che i loro carpelli formano un'ovaia che contiene gli ovuli e che il loro embrione ha un singolo cotiledone (prima foglia). I
  • definizione: beffa

    beffa

    Il termine inglese hoax non fa parte del dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), sebbene il suo utilizzo sia frequente nella nostra lingua. La Fondazione dello Spagnolo Urgente - Fundéu BBVA suggerisce comunque di sostituirlo con bufala , inganno o infedeltà . Una bufala, in breve, è una notizia falsa che viene diffusa per qualche scopo. È