Definizione ginnastica ritmica

La ginnastica è una disciplina che può essere sviluppata in modo ricreativo o competitivo, che cerca di promuovere lo sviluppo, il rafforzamento e la flessibilità del corpo attraverso varie routine di esercizi fisici. La ritmica, d'altra parte, è quella che è legata al ritmo : la proporzione tra ripetizioni, pause e accenti nella musica, o l'ordine misurato in una serie di elementi.

Ginnastica ritmica

La ginnastica ritmica è una specialità ginnica che, con musica di sottofondo e accattivante molte volte all'uso di dispositivi, ricorre a passi di danza nello sviluppo delle sue routine. È uno sport le cui prime competizioni ufficiali si sono svolte nella seconda metà del 20 ° secolo .

Nella ginnastica ritmica, l'atleta deve sviluppare un set mantenendo il ritmo nei loro movimenti . La ginnasta deve dimostrare la sua tecnica e soddisfare i requisiti estetici della giuria.

In generale, le competizioni di ginnastica ritmica consistono in test da 75 a 150 secondi (a seconda che siano individuali o di gruppo), in cui i partecipanti devono mostrare le loro routine su una pista. Oltre ad essere presente ai Giochi Olimpici, la disciplina ha la sua Coppa del Mondo e il suo campionato mondiale .

Quando la ginnastica ritmica include l'uso di dispositivi, possono essere cerchi, clave, corde, nastri o palline . Il punteggio viene stabilito in base alla difficoltà dei movimenti, alla combinazione dei passi ritmici, all'espressione corporale e ad altri criteri. Inoltre, possono essere applicate sanzioni.

In tutto il mondo, i paesi dell'Europa orientale tendono a dominare le gare di ginnastica ritmica, anche se Spagna e Italia si sono distinte anche negli ultimi decenni.

Raccomandato
  • definizione: bioelementos

    bioelementos

    I bioelementi sono i diversi elementi chimici che una specie deve essere in grado di sviluppare normalmente. Gli elementi chimici, d'altra parte, sono tipi di materia che sono formati da atomi della stessa classe. Conosciuto anche come elementi biogenici , i bioelementi si trovano in tutti gli organismi viventi
  • definizione: dactilar

    dactilar

    Nel rivedere l' etimologia del termine dito , arriviamo alla parola greca dáktylos , che può essere tradotto come un dito . Diteggiatura, quindi, è un aggettivo che si riferisce al digitale (ciò che appartiene alle dita). Va ricordato che le dita sono le appendici articolate in cui terminano il piede e la mano dell'essere umano . Te
  • definizione: abete

    abete

    È importante conoscere, in primo luogo, l'origine etimologica di questa parola. E questo ci porta a determinare che derivi dal latino, in particolare, da "abies" - "abietis", che era quello che ai vecchi tempi veniva chiamato una specie vegetale della famiglia delle pinacee. Un abete è un albero che appartiene alla famiglia degli abietáceas o pináceas . È
  • definizione: malattia

    malattia

    La malattia è chiamata il processo e la fase in cui gli esseri viventi attraversano quando soffrono di una condizione che minaccia il loro benessere modificando la loro condizione di salute ontologica . Questa situazione può essere scatenata da molteplici ragioni, intrinseche o estrinseche all'organismo con evidenza di malattia.
  • definizione: gel

    gel

    Il gel è chiamato lo stato di una sostanza che, nella dispersione colloidale , si ispessisce o solidifica dopo un processo di coagulazione . Mentre la densità di un gel è simile a quella di un liquido, la sua struttura è simile a quella di un solido. Un gel è una soluzione colloidale : un composto che nasce dalla dissoluzione di un colloide in un fluido. Que
  • definizione: parcero

    parcero

    Se cerchiamo la parola parcero nel dizionario prodotto dalla Royal Spanish Academy (RAE) , non la troveremo. Ciò non significa, tuttavia, che il termine non sia usato. In alcuni paesi, è un concetto abbastanza popolare che viene utilizzato nel linguaggio colloquiale. L'origine del parcero è in mezzadro , nozione che è stata usata in diverse nazioni per nominare un amico, alleato o amico . At