Definizione pullulare

Pululan è una coniugazione del verbo pululare, che deriva dalla parola latina pullulāre . Il concetto è usato per nominare ciò che predomina o abbonda in un certo luogo.

L'informatica ha anche usi per il termine in questione. Più precisamente nel mondo dei social network e dei forum, spesso usiamo il verbo "sciame" per parlare di persone di una certa classe, specialmente se si tratta di persone con atteggiamenti negativi, che sono raggruppati e frequentano determinati siti. Vediamo alcune frasi di esempio: "In questo forum sciamano gli studiosi che non contribuiscono mai, ma criticano sempre tutto ciò che altri pubblicano", " Non ti consiglio di entrare in questo sito, dato che i troll sciamano in esso, e diventa impossibile mantenere una conversazione adulta e fluida " .

Un altro uso di questo verbo su Internet si riferisce all'abbondanza di informazioni personali su siti di vario tipo, come i social network e le bacheche, che è una preoccupazione per certe persone, specialmente per gli adulti che cercano di proteggere l'identità dei loro figli . In questo contesto, è possibile affermare che "i nostri dati sciamano attraverso la rete" .

Data la somiglianza di alcuni termini, è comune che i parlanti spagnoli non percepiscano una piccola differenza ortografica e usino l'uno invece dell'altro, anche quando i loro significati non hanno alcuna relazione. Come se ciò non bastasse, spesso usiamo parole il cui significato ci farebbe arrossire se sapessimo davvero cosa stiamo dicendo, specialmente quando ci incontriamo in pubblico. Pulular viene spesso confuso con "purular", e questo errore è forse peggiore di quelli appena menzionati, perché in questo caso la seconda parola non esiste, non fa parte del dizionario del RAE, ma nasce dall'incomprensione del primo.

Raccomandato
  • definizione popolare: Riviera

    Riviera

    Riviera non è un termine accettato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ). Il concetto, tuttavia, è spesso usato per indicare la regione costiera che, a causa della sua bellezza naturale e delle sue infrastrutture, attrae il turismo. La parola della nostra lingua a cui si riferisce il termine riviera è ribera , il cui significato è "costa e margine del fiume o del mare", e può anche essere intesa come la terra vicino all'acqua sebbene non sia sul margine stesso. È c
  • definizione popolare: felicità

    felicità

    La prima cosa che faremo prima di analizzare il termine felicità con cui abbiamo a che fare è determinare che l'origine etimologica di esso si trova in latino. Quindi, troviamo il fatto che questa parola deriva dalla parola felicitas che può essere tradotta come "fertile". La felicità è uno stato mentale che suppone una soddisfazione . Col
  • definizione popolare: sottobosco

    sottobosco

    Si chiama underbrush al set di arbusti, erbe e cespugli che, in una foresta , si sviluppano sotto gli alberi . Si può dire, in questo senso, che il sottobosco è il settore forestale più vicino alla superficie e coperto dalla volta della foresta (la chioma degli alberi). Oltre agli arbusti, alle erbe e ai cespugli, i giovani alberi si trovano nel sottosuolo. Q
  • definizione popolare: acquedotto

    acquedotto

    Per comprendere il significato del termine acquedotto dobbiamo iniziare stabilendo la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo determinare che deriva dal latino, da "aquaeductus", che è il risultato della somma di due componenti: -Il nome "aqua", che è sinonimo di "acqua".
  • definizione popolare: cucina

    cucina

    Dal latino coquina , la cucina è il luogo in cui viene preparato il cibo . Ad esempio, può essere l'ambiente dedicato a tale compito in una casa o lo spazio specifico in un ristorante. In cucina, di solito, possono essere lavati, tagliati, bolliti, arrostiti, fritti o in umido. D'altra parte, è conosciuta come la cucina che permette di cucinare cibo. I
  • definizione popolare: faccia

    faccia

    La parola latina facies arrivò alla nostra lingua come faccia . Il concetto può essere usato per riferirsi alle caratteristiche o al volto di una persona. Ad esempio: "Se eseguiamo lo zoom, possiamo vedere il volto del sospetto" , "Il volto delicato di questo modello è perfetto per la nostra nuova campagna pubblicitaria" , "L'incidente ha lasciato cicatrici sul viso e sul collo" . S