Definizione conclusione

Una parola greca arrivò al latino come una conclusione, che derivò nella nostra lingua in conclusione . È noto come una conclusione all'atto e la conseguenza della conclusione : finalizzare, finire o completare qualcosa.

conclusione

Una conclusione, quindi, potrebbe essere il completamento di un evento, un'attività, un processo, ecc. Ad esempio: "La conclusione del congresso si terrà venerdì alle 18:00, " "Non c'è molto meno per la conclusione delle vacanze: dobbiamo approfittare del tempo che ci resta", "L'obiettivo decisivo è arrivato due minuti prima la conclusione del gioco . "

L' idea derivata dall'analisi o dallo studio di diverse circostanze è anche chiamata conclusione. Dopo aver considerato varie informazioni, una persona può arrivare a una conclusione: "Ti ho già detto tutto quello che tuo cugino ha fatto, ora vorrei che tu mi dicessi qual è la tua conclusione al riguardo", "Vuoi scambiare la tua moto usata per me? nuova macchina? In conclusione, hai intenzione di fregarmi ", " ho letto i rapporti che i gestori hanno presentato e la mia conclusione è che dovremmo investire più soldi nell'area marketing " .

Per raggiungere l'esempio in cui è possibile giungere a una conclusione, è necessario passare attraverso una serie di fasi, la prima delle quali è la ricezione dell'informazione stessa : se leggiamo un articolo o qualcuno che ci presenta un set dei dati ordinati rispetto a un argomento che si desidera condividere, è impossibile trarre una conclusione senza avere il messaggio iniziale.

Per passare alla seconda fase, che consiste nello studiare attentamente le informazioni ricevute nella precedente, è necessario disporre di una serie di concetti che ci consentano di comprenderla e analizzarla ; In altre parole, dobbiamo avere una conoscenza preliminare dell'argomento, poiché altrimenti mancheremmo degli strumenti per andare avanti.

Utilizzando la nostra preparazione, siamo in grado di comprendere il messaggio iniziale e anche di formulare un giudizio su di esso, ed è qui che il processo diventa più complesso: l'intenzione del mittente, indipendentemente dal canale attraverso il quale il messaggio è stato trasmesso, non si realizza sempre quando ci raggiunge, non solo perché la nostra opinione può differire da un punto di vista tecnico, ma anche a causa delle questioni morali che possono essere coinvolte.

Ad esempio, se il nostro datore di lavoro propone un accordo illegale che ci consentirebbe di guadagnare molto più denaro a spese di altri lavoratori, dovremmo rifiutare l'offerta prima di studiarla attentamente; In altre parole, non possiamo evitare di giungere a una conclusione (in questo caso, negativa), ma non deriverebbe da un lungo processo di analisi, ma sarebbe una risposta quasi immediata, il prodotto dei nostri principi.

Se, d'altra parte, l'argomento da trattare è puramente tecnico e ci chiedono di studiarlo con calma per esprimere la nostra opinione al riguardo, possiamo fare uso del nostro background culturale e accademico per raggiungere una conclusione che consenta all'altra parte di rafforzare o ripensa le tue idee.

In più situazioni quotidiane, il processo è generalmente molto più breve; Ad esempio, se un amico ci racconta della sua situazione lavorativa e ci chiede se pensiamo che sarebbe meglio cercare un nuovo lavoro, probabilmente saremo in grado di raggiungere una conclusione al momento.

Nel campo della logica, la conclusione è la proposizione che appare alla fine di una discussione, dietro le premesse. È la proposizione logica finale che viene dedotta da quelle precedenti. Vediamo un esempio:

1. Tutta la gente che è viva, respira.
2. Maria è una persona ed è viva.
3. Pertanto, Maria respira.

In questa argomentazione, la terza proposizione è la conclusione: se tutte le persone viventi respirano e Maria è una persona vivente, la conclusione è che Maria, quindi, respira anche.

Raccomandato
  • definizione: guerriglia

    guerriglia

    Guerrilla è il diminutivo della guerra . Il termine, quindi, consente di nominare la partenza delle truppe leggere che avvia il conflitto o la scaramuccia minore . Guerrilla è anche una lotta tra gruppi di ragazzi e un vecchio gioco di carte . Il concetto, tuttavia, è strettamente associato alla partenza del gruppo di uomini che, senza dipendere dall'Esercito e sotto il comando di un particolare leader, molestano e affrontano un nemico (che, molte volte, potrebbe essere l'Esercito stesso). u
  • definizione: pietra

    pietra

    Una pietra , dal latino petra , è una sostanza minerale dura e compatta , cioè di alta consistenza. Le pietre non sono terrose né hanno un aspetto metallico e sono generalmente estratte dalle cave, che sono operazioni minerarie a cielo aperto. Grazie alle sue caratteristiche naturali, la pietra è un materiale che si conserva nel tempo senza perdere le sue principali caratteristiche. Gl
  • definizione: TOC

    TOC

    OCD è l' acronimo per i disturbi ossessivo-compulsivi , che fanno parte dei cosiddetti disturbi d'ansia . Il DOC è caratterizzato da pensieri che appaiono ancora e ancora e che portano la persona a ripetere lo stesso comportamento molte volte con l'intenzione di ridurre al minimo l'ansia causata da questi pensieri.
  • definizione: orribile

    orribile

    Orribile è un termine che deriva dalla parola latina horribĭlis . È un aggettivo che, secondo il primo significato menzionato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario, allude a ciò che provoca orrore . Il concetto di orrore, a sua volta, allude a una sensazione causata da qualcosa di terrificante, orribile o raccapricciante . L&
  • definizione: alisei

    alisei

    Il vento è un concetto che ha la sua radice etimologica nella lingua latina: ventus . È la corrente d'aria che viene generata nell'atmosfera per ragioni di natura. Secondo le sue caratteristiche, è possibile classificare i venti in modi diversi. Gli alisei sono quelli che soffiano tra i tropici . Q
  • definizione: mingherlino

    mingherlino

    La storia etimologica dell'alcolismo è molto ampia. Il concetto è sorto in sanscrito, passato al persiano, poi all'arabo classico e infine all'arabo spagnolo, prima di raggiungere il castigliano. Il primo significato del termine menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) si riferisce a una caramella a forma di barretta fatta con zucchero cotto.