Definizione gravitazione

La gravitazione è l' atto e la conseguenza della gravitazione . Nel campo della fisica, la gravitazione è l' attrazione dei corpi in base alla loro massa .

gravitazione

Si può dire che la gravitazione o la gravità è un fenomeno della natura grazie al quale i corpi con la massa si attraggono l'un l'altro. È una delle interazioni fondamentali che si verificano nell'ambiente naturale. L'orbita della Terra attorno al sole e l'orbita della Luna attorno alla Terra, ad esempio, sono prodotti dalla gravitazione.

I fisici Albert Einstein e Isaac Newton hanno proposto le teorie più diffuse sulla gravitazione. È importante sottolineare che questo fenomeno naturale fornisce coesione e unità all'universo.

Per capire come funziona la gravitazione, bisogna prima sapere come distinguere tra la massa (la quantità di materia contenuta nel corpo) e il peso (una forza che dipende dalla massa del pianeta in cui viene misurata). L'interazione gravitazionale o forza di gravità è l'attrazione che si registra nei corpi in base alla loro massa.

È conosciuta come la legge della gravitazione universale per la descrizione della gravitazione formulata da Newton nel 1687 . Questa legge di Newton stabilisce una relazione quantitativa, che ha dedotto empiricamente attraverso l'osservazione, tra la forza di attrazione e i corpi di massa attratti. Secondo Newton, questa forza dipende dal valore delle masse dei corpi attratti e dal quadrato della distanza che li separa entrambi.

Oltre la fisica, il concetto di gravitazione è usato per alludere all'influenza che qualcosa o qualcuno esercita: "La gravitazione del ministro dell'Economia nel governo è innegabile", "Penso che la presenza dell'attaccante belga darà un'altra gravitazione a l'offensiva della squadra ", " I detti di questo fanatico religioso non hanno gravitazione nella nostra comunità " .

Raccomandato
  • definizione: bioelementos

    bioelementos

    I bioelementi sono i diversi elementi chimici che una specie deve essere in grado di sviluppare normalmente. Gli elementi chimici, d'altra parte, sono tipi di materia che sono formati da atomi della stessa classe. Conosciuto anche come elementi biogenici , i bioelementi si trovano in tutti gli organismi viventi
  • definizione: dactilar

    dactilar

    Nel rivedere l' etimologia del termine dito , arriviamo alla parola greca dáktylos , che può essere tradotto come un dito . Diteggiatura, quindi, è un aggettivo che si riferisce al digitale (ciò che appartiene alle dita). Va ricordato che le dita sono le appendici articolate in cui terminano il piede e la mano dell'essere umano . Te
  • definizione: abete

    abete

    È importante conoscere, in primo luogo, l'origine etimologica di questa parola. E questo ci porta a determinare che derivi dal latino, in particolare, da "abies" - "abietis", che era quello che ai vecchi tempi veniva chiamato una specie vegetale della famiglia delle pinacee. Un abete è un albero che appartiene alla famiglia degli abietáceas o pináceas . È
  • definizione: malattia

    malattia

    La malattia è chiamata il processo e la fase in cui gli esseri viventi attraversano quando soffrono di una condizione che minaccia il loro benessere modificando la loro condizione di salute ontologica . Questa situazione può essere scatenata da molteplici ragioni, intrinseche o estrinseche all'organismo con evidenza di malattia.
  • definizione: gel

    gel

    Il gel è chiamato lo stato di una sostanza che, nella dispersione colloidale , si ispessisce o solidifica dopo un processo di coagulazione . Mentre la densità di un gel è simile a quella di un liquido, la sua struttura è simile a quella di un solido. Un gel è una soluzione colloidale : un composto che nasce dalla dissoluzione di un colloide in un fluido. Que
  • definizione: parcero

    parcero

    Se cerchiamo la parola parcero nel dizionario prodotto dalla Royal Spanish Academy (RAE) , non la troveremo. Ciò non significa, tuttavia, che il termine non sia usato. In alcuni paesi, è un concetto abbastanza popolare che viene utilizzato nel linguaggio colloquiale. L'origine del parcero è in mezzadro , nozione che è stata usata in diverse nazioni per nominare un amico, alleato o amico . At