Definizione musica


È più facile sentirlo e riprodurlo che spiegarlo o definirlo. Capiamo tutti che cos'è la musica, ma quanti possono esprimere a parole quali sono le sue caratteristiche essenziali o cosa le dà significato?

Il termine musica ha la sua origine dalla "musica" latina che a sua volta deriva dal termine greco "mousike" e che si riferiva all'educazione dello spirito che era posta sotto l'invocazione delle muse delle arti.

Si può dire che la musica è l'arte che consiste nel dotare i suoni e i silenzi di una certa organizzazione. Il risultato di questo ordine è logico, coerente e piacevole all'orecchio.

Esempi di frasi che includono questa parola: "L'insegnante di musica mi ha fatto i complimenti per i miei progressi con la chitarra", "Adoro ascoltare la musica: non posso lavorare senza di essa", "Trascorro una buona parte delle mie entrate in musica, sia sui biglietti per concerti o su dischi " .

Ci sono diversi principi che permettono di realizzare questa organizzazione di suoni e silenzi. Armonia, melodia e ritmo, per nominare tre elementi, sono questioni che dovrebbero essere prese in considerazione quando si genera musica.

Quello che fa un musicista, professionista, dilettante o anche improvvisato, è cercare di suscitare scalpore nell'ascoltatore. La creazione musicale stimola la percezione dell'essere umano e può andare dall'intrattenere la persona a fornire qualche tipo di informazione.

Quando un corpo vibra, produce un movimento che modifica la pressione e la trasmette nell'aria, potendo essere raccolta dall'orecchio. Cioè, né più né meno di un suono. Quando non c'è suono, troviamo il silenzio (che, a differenza di ciò che si potrebbe pensare, non può mai essere assoluto a causa dell'esistenza dell'atmosfera).

La musica, in breve, consiste nel combinare suoni e silenzi . I suoni, a loro volta, possono essere infiniti, dal momento che è possibile lavorare con innumerevoli variazioni di durata, intensità, altezza o timbro .

La musica è un'arte che accompagna la vita dell'essere umano fin dall'inizio della storia. Secondo certe teorie, la loro origine ha avuto luogo dopo aver tentato di imitare i suoni che esistevano in natura e i suoni provenienti dalla parte interna dell'essere umano, come il battito del cuore. Le scoperte fatte intorno a quest'arte mostrano che esistevano già concetti di armonia nella musica della preistoria.

Con il passare del tempo sono state sviluppate centinaia di teorie per spiegare il significato della musica, ciò che nessuno può spiegare con certezza è ciò che i suoni hanno in grado di toccare il sistema nervoso e di eccitare a punti che nient'altro può fare. La musica quindi ha un sacco di mistero, magia e ci presenta un mondo che non siamo totalmente in grado di comprendere, ma che arriviamo ancora e ancora in modo irrinunciabile.

Molto più di un'arte

La musica non è solo un'arte alla quale molte persone ricorrono per riempire le loro vite di felicità, ci sono anche azioni terapeutiche che usano la musica come elemento, la musicoterapia è una di queste. Consiste in un'applicazione scientifica del suono, della musica e della danza attraverso un trattamento che cerca di integrare il cognitivo, l'emotivo e il motore, che libera le sensazioni negative e consente di soddisfare l'energia di ciascun essere, contribuendo a migliorare il comunicazione, espressione individuale e integrazione sociale. La musicoterapia viene utilizzata in caso di malattia o disfunzione fisica o sociale, per un individuo da riabilitare e rieducare emotivamente, intellettualmente e in modo motorio.

La musica con i suoi suoni ha tre componenti che la rendono unica: il suono, il tempo e l'intellettuale . Il suono è rappresentato dai suoni uniti in un modo specifico, il temporale ha a che fare con il momento preciso in cui i suoni devono essere rappresentati ed eseguiti e l'intellettuale ha a che fare con l'influenza che un certo movimento sonoro può causare in un individuo, influenzando il suo umore e modificando altri aspetti della sua vita attraverso di lui. Forse nella comprensione di questi tre componenti in profondità è la risposta che stiamo cercando, perché abbiamo quell'incredibile bisogno di fare o ascoltare musica.

Raccomandato
  • definizione: germinazione

    germinazione

    La germinazione è chiamata a germogliare . Il concetto viene dalla parola latina germinatio . Il verbo germinare , d'altra parte, allude a cominciare a svilupparsi o germogliare. Se ci concentriamo sul campo della botanica, l'idea della germinazione è legata allo sviluppo di una pianta dal seme : cioè, dalla parte del frutto che ospita l'embrione di un nuovo esemplare. L
  • definizione: importo

    importo

    Il concetto di importo ha due grandi usi. Da un lato, è la somma o il valore di un prezzo, un saldo, un debito, ecc. D'altra parte, il termine è una coniugazione del verbo da importare (valore, affetto, introduzione di prodotti o abitudini straniere). Il valore , l' importo o il costo di un bene, quindi, vengono stabiliti impostando l'importo.
  • definizione: twist

    twist

    Si chiama twist all'atto e la conseguenza di torsioni o torsioni . Il concetto è spesso usato in medicina per riferirsi a ciò che accade quando un organo o un membro subisce un danno avendo deviato dalla sua solita direzione. Quando le parti molli attorno alle articolazioni sono attorcigliate, può verificarsi la lesione nota come distorsione. Q
  • definizione: bisessuale

    bisessuale

    Per entrare nel significato del termine bisessuale è necessario conoscere, in primo luogo, la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo dire che è una parola che deriva dal latino perché è il risultato della somma di tre componenti chiaramente delimitate come queste: -Il prefisso "bi-", che può essere tradotto come "due". -Il
  • definizione: attrazione

    attrazione

    Per iniziare a svelare il significato del termine attrazione, dobbiamo scoprire la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo dire che è una parola di origine latina perché deriva da "atractio". Questo può essere tradotto come "azione ed effetto di portarne uno" ed è il risultato della somma di tre elementi chiaramente delimitati di detta lingua: -Il prefisso "ad-", che significa "verso". -L
  • definizione: picco

    picco

    I significati di punta sono molto diversi, il che significa che possiamo trovare questa parola in diverse aree. Da un lato, potrebbe essere la cima o la cima di un prospetto , specialmente quando finisce in un punto . Ad esempio: "Raggiungere l'apice di quella montagna deve essere un compito arduo" , "L'alpinista cileno ha stabilito un nuovo record raggiungendo il picco in soli cinquantatre minuti" , "I ricercatori hanno osservato, con lunghe vedute, che una famiglia di aquile Si stabilì sulla cima della sierra .